La montagna è il luogo ideale per tenersi in forma

La montagna è sempre più l’ambiente ideale per allenarsi o anche solo per una remise en forme: da chi ha abbracciato la tendenza mountain training a chi si affida all’esperienza di personal trainer specializzati, sempre più persone scelgono la natura, l’aria aperta e l’ambiente montano per le proprie attività di fitness. Come molti dei clienti del Vigilius Mountain Resort, un ecodesign hotel a 5 stelle in Alto Adige che si avvale delle competenze di Barbara Rappensberger, una personal trainer che da subito ha scelto di abbandonare macchine da fitness e sala attrezzi e portare i clienti all’aperto. Abbiamo parlato con lei per farci raccontare la sua esperienza.

Pubblicità

Barbara, davvero al Vigilius non avete una sala fitness?

Una sala in effetti c’è, ma non ci sono macchine e comunque ogni volta che è possibile porto i clienti a fare attività all’aperto. Quello che mi chiedono è un programma di remise en forme, spesso della durata di qualche giorno o una settimana, e io come prima cosa propongo loro di riconnettersi con la natura: sono ormai 10 anni che lo facciamo.

Come è nata questa idea del programma Move & Explore?

È bastato guardare fuori dalla finestra ed è la prima cosa che mi è venuta in mente: quando vivi in un ambiente come questo non puoi non pensare di uscire all’aperto a fare attività fisica.

Quali attività proponi ai tuoi clienti?

Al mattino cominciamo sempre con qualcosa che ci metta nella giusta predisposizione d’animo: facciamo rilassamento, esercizi di respirazione, yoga con i “5 tibetani” e poi, chi vuole, può continuare con il relax nella Spa.

Ma fate anche qualcosa di più “tosto”?

Certo, ma dipende dai clienti e dal gruppo che si forma. Spesso propongo routine di Interval Training ad alta intensità, oppure di Cross Training o di allenamento funzionale. Senza arrivare ai boot camp, però spesso utilizziamo ciò che ci propone la natura per allenarci: un sasso al posto dei kettlebell, un ramo per un bilanciere, e così via.

E le classiche attività outdoor sono contemplate?

Sì, spesso usciamo anche a fare trail running, anche delle camminate a piedi nudi o con le Vibram Fivefingers, oppure MTB, o ancora del fast hiking sul primo tratto del trekking del Vescovo San Vigilio, la Via Vigilius: son 4 km in salita, con un dislivello di 300 metri, e piace proprio perché è intenso ma non troppo impegnativo.

Ecco, appunto: qual è la reazione dei tuoi clienti?

Intanto chi viene da noi già sa di questi programmi, quindi il fatto che proponiamo esercizi un po’ rustici e montanari non è una sorpresa. Poi piacciono perché son sempre diversi, anche se si tratta di routine già viste in qualche palestra: all’aperto ci si sente più guerrieri, c’è più motivazione, l’aria fresca suscita buonumore e devo dire che spesso scatta anche la competizione, il che rende il tutto più divertente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...