L’Isola di Albarella è pronta a riaprire: garantiti gli sport individuali e parco giochi

isola-albarella

Non solo Gardaland. Anche i parchi avventura per bambini e le strutture sportive dell’Isola di Albarella, a sud di Chioggia nel Delta del Po, sono pronte a riaprire per la fase 2, ovvero quando gli italiani potranno tornare a spostarsi di casa per situazioni non solo di emergenza. Tutto sarà riaperto conformemente alle date e protocolli previsti dai decreti ministeriali.
Il piano elaborato dal Covid Manager e da una task force di esperti, prevede a maggio l’inaugurazione del parco giochi AlbarellaLand (inizialmente prevista per Pasqua): l’area gioco infatti garantisce il distanziamento tra le attrazioni, che saranno tutte opportunamente igienizzate, collocate in un’area verde assai ampia dell’Isola senza problemi di assembramento, e anche gli elementi di arredo come panchine e tavoli per le famiglie sono collocati in modo da rispettare distanze e misure di sicurezza. Gli accessi, inoltre, potranno essere scaglionati grazie alla collaborazione dell’animazione per i bambini e le famiglie, che vigilerà anche sul rispetto di regole ben definite stabilite dai protocolli.

Pubblicità

L’Isola di Albarella è pronta a riaprire

Non solo, anche il fitness per gli adulti è garantito, ovviamente in forma individuale, grazie alle strutture sportive ampie e immerse nella natura dell’Isola di Albarella. Si potrà praticare ogni forma di sport individuale: dal triathlon (contando sulle piste ciclabili e i percorsi attrezzati per la corsa) al duathlon, dal tiro con l’arco al golf, dal pattinaggio all’equitazione, contando anche sull’allenamento funzionale. Il nuoto è praticabile nelle acque libere del mare e dei fiordi, ma anche nella piscina olimpionica appena potrà essere aperta. Proprio per l’uso delle piscine in questi giorni si stanno attendendo le direttive ministeriali per capire come usufruirne e che regolamenti adottare per il controllo degli accessi.
>> LEGGI ANCHE: In bici sul Delta del Po tra i fenicotteri rosa

L’Isola di Albarella in realtà è molto facilitata nel garantire il distanziamento interpersonale e il rispetto dei protocolli di sicurezza per le sue stesse caratteristiche naturali, sia per lo sport e il divertimento, sia per la villeggiatura: ampi spazi verdi e isolati nella Laguna del Delta del Po, tanti metri a disposizione (per avere un’idea della densità di popolazione, pensate che generalmente in un campeggio di 60 ettari ci sono 15mila posti letto, mentre nell’Isola di Albarella gli ettari sono 600 per 12mila posti letto), grandi spazi in spiaggia (saranno garantiti fino a 40 metri quadri per ombrellone).

 

> se hai trovato interessante questo articolo, iscriviti alla nostra newsletter compilando il form qui sotto!

 

LEGGI ANCHE

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità