Il decalogo delle valanghe: cosa fare se vieni travolto?

Perché anche quest'anno son già cominciate le valanghe?
Più o meno per lo stesso motivo per cui anche lo scorso anno ha visto numero se valanghe: lo scorso novembre 2013 la prima nevicata di rilievo su quasi tutte le Alpi italiane arrivò presto. La terra e le temperature erano ancora calde e la neve non fece presa sui pendii. Subito dopo è arrivata la pioggia - come quest'anno - e subito dopo ancora il grande freddo che ha creato uno strato spesso di ghiaccio instabile sul fondo, che ha agevolato lo scivolamento della non comune massa di metri e metri di neve che riposava sopra. Metri e metri di neve caduti fino a metà febbraio su una superficie insicura: due condizioni che non si registrano spesso, ancor meno in questo modo, e che hanno fatto continuare le valanghe fino a tutta la primavera.
Credits: FlickrCC Brewbooks
Pericolo Valanghe

Alte temperature, pioggia, gelate notturna e qualche irregolare nevicata: neanche il tempo di inaugurare la stagione invernale che il periodo delle valanghe è già cominciato con le prime vittime.

Pubblicità

Come si formano le valanghe? Quali i pericoli reali e quali i rischi che si corrono? Quali condizioni determinano un maggior pericolo di valanghe? Ecco tutto quello che c’è da sapere e come comportarsi in caso di incidente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità