Il cane in montagna: guinzaglio sì o no?

cane_montagna_0

Sono sempre più numerose le strutture ricettive delle località di montagna che accettano anche i nostri animali domestici come il cane. Tuttavia, soprattutto se si amano le passeggiate e le escursioni nella natura, sono necessarie alcune precauzioni, come spiega Alessandro de Guelmi, medico veterinario di Arco di Trento e Val di Ledro.

>>Leggi anche: In montagna con il cane: cosa fare se si ferisce?

Al guinzaglio per la sicurezza del cane stesso

Il cane in ambienti liberi, con la possibilità perciò di incontrare degli animali selvatici, dovrebbe essere sempre tenuto al guinzaglio, ad eccezione dei cani di pubblica utilità o dei cani da caccia durante l’attività venatoria. Molto spesso infatti l’incontro con un animale selvatico che fugge stimola nel cane l’istinto predatorio, che lo spinge a rincorrere la preda. L’esito di questa rincorsa potrebbe essere il raggiungimento e la predazione del selvatico, ma potrebbe anche accadere che il cane, durante l’inseguimento, perda la capacità di ritrovare la via del ritorno e si perda definitivamente.

>>Leggi anche: Cosa fare se il cane viene morso o punto durante una gita in montagna?

montagna-caneRisulta perciò importante che, qualora non siamo certi di poter tenere sempre ed in ogni caso il nostro cane sotto controllo e di richiamarlo e fermarlo, lo teniamo sempre costantemente al guinzaglio. Questo per la sicurezza dei selvatici, ma anche per la sicurezza del cane stesso.

[photo credits: dogalize.com, frontierarieti.com,] 

Clicca ‘Mi Piace‘ e segui anche la nostra pagina Facebook Sportoutdoor24

©RIPRODUZIONE RISERVATA