7 itinerari escursionistici a piedi e in bicicletta nell’Agro Pontino

Sono le vie Pontine e Ciociare della Transumanza, 7 percorsi all’interno del Parco Nazionale del Circeo e del Monumento Nazionale di Campo Soriano, da percorrere a piedi o in mountain bike per andare alla scoperta dell’Agro Pontino, delle aree montane del Basso Lazio e delle tradizioni di vita, abitative e culinarie degli antichi pastori pontino ciociari.

Pubblicità

1. Il Sentiero Delle Torce o Pastoricci
Un percorso di difficoltà media, di circa 5 km per 4 ore e mezza di escursione, con partenza dal paese di Sonnino. Da qui si sale verso la zona di Case Murate, si costeggia Monte Romano, si passa sulla Ripa di Cascano per poi scendere ai Morroni (Camposoriano) e risalire verso la macchia di Cascano arrivando fino alla Chiesa del Frasso.

2. Sentiero Valle Francolane
Un itinerario semplice, pianeggiante, della durata di circa un’ora e mezza, che attraversa le leccete e la macchia mediterranea tipiche della zona partendo dalla zona di Francolane e giungendo fino a Campo Lungo e che, sempre da Francolane, permette di raggiungere tramite una strada asfaltata anche la sede del Monumento Naturale di Campo Soriano.

3. Camposoriano trekking
Una lunga escursione di circa 6 ore e mezza, che parte dal centro visitatori del Monumento Naturale di Campo Soriano, devia in direzione Santo Stefano e imbocca la carrareccia chiusa da una sbarra che attraversa il bosco e gli uliveti per arrivare fin sulla cresta di Monte Romano e Monte Acquasanta. Da qui poi si scende attraverso vegetazione a prati e cespugli fin verso la Ripa di Cascano da cui si raggiunge la località I Morroni e si prosegue lungo la strada provinciale fino a Pietra Porci per ricongiungersi con il punto di partenza.

4. Monte Cavallo Bianco in mountain bike
6 km di strade bianche e sterrate, che partono dal centro visitatori del Monumento Naturale di Campo Soriano e attraversano le leccete con vista dei bei panorami sulla piana per poi scendere verso Campo dei Monaci e Campo dell’Ova e poi tornare verso il centro visitatori.

5. Sentiero al Promontorio del Circeo
Sono i sentieri 1 e 2 che si trovano segnalati sulla carta turistica del Parco del Circeo, e che conducono da Torre Paola al Picco di Circe. L’escursione dura circa 3 ore e presenta qualche difficoltà. La partenza è dalla località Torre Paola da cui si imbocca la strada bianca che sale alla base del promontorio e che dopo circa trecento metri comincia a salire a sinistra inoltrandosi nella fitta vegetazione del quarto freddo. Da qui si giunge in cresta e la si percorre fino alla vetta del promontorio, con un panorama unico e selvaggio che abbraccia il mare, i monti e la piana. Per tornare al punto di partenza, dalla vetta del promontorio bisogna ritornare lungo il sentiero di andata e dopo circa duecento metri dalla vetta deviare a sinistra in una ripida discesa nel bosco che riporta a Torre Paola.

7. Sentieri in foresta
Un trekking facile, della durata di circa un’ora, che tocca i punti 6/5/9 segnalati sulla carta turistica del Parco del Circeo e parte dalla località Cerasella, costeggia l’area faunistica dei cinghiali e dei daini e poi si addentra nella foresta proseguendo lungo un sentiero facile e pianeggiante. Proseguendo si torna al punto 9 da cui si prosegue per la strada sterrata a sinistra per raggiungere il punto 5 e poi tornare al punto di partenza. Giungendo dal punto 9, dal punto 5 si può anche continuare verso sinistra e percorrere la strada sterrata verso il punto 7 da cui imboccare la piccola deviazione con ponticello per costeggiare un piccolo canale e giungere infine alla spettacolare zona impaludata.

Per informazioni sugli altri numerosi sentieri, strade forestali e vie secondarie e sulle piste ciclabili all’interno del Parco del Circeo e per le cartine con i tracciati è possibile rivolgersi presso il centro informazioni del parco a Sabaudia (via Carlo Alberto, 105).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità