Livigno Carosello 3000: 5 ragioni per andarci

Livigno Carosello 3000: 5 ragioni per andarci

Lo sanno tutti gli appassionati di outdoor e neve. Livigno è la mecca invernale per lo sci, il fondo, il freeride più di tutto, ma anche lo sleddog e perfino il parapendio invernale. Ed è una sicurezza perché dall’alto dei suoi 1800 metri di quota, nell’angolo più freddo d’Italia, garantisce neve di ottima qualità fino a maggio. Per non parlare dei servizi, della via dello shopping (oltre agli smartphone tax-free c’è una grandissima scelta di abbigliamento e attrezzatura sportiva), degli alberghi con la Spa… Si sa, però, che quando si scavalla in cima al Foscagno (il passo sopra al paese di Livigno), bisogna subito decidere: su che versante di Livigno scierò oggi?

Livigno Carosello 3000: 5 ragioni per andarci

Oltre alla nuovissima telecabina inaugurata di recente, ecco perché dovreste scegliere iLivigno Carosello 3000, il versante orientale dalle valle che avete proprio davanti ai vostri occhi quando scendete da Trepalle ed entrate in paese.

1. Qui c’è la pista più bella di tutta Livigno: La Blesaccia-Zuelli è l’unica del comprensorio che scende dalla cima fino a valle in modo diretto e senza varianti. 1000 metri di dislivello tutti d’un fiato. E la Federia, l’unica pista che dalla cima scenda nella valle opposta, l’ultima a chiudere a fine stagione, è anche incidentalmente una delle più panoramiche dell’arco alpino.

2. Dove altro è possibile slacciare gli scarponi e abbandonarsi su una sdraio sotto le palme a prendere il sole? Succede a The Beach, l’unico snowpark dall’ambientazione tropicale. Anche se siete troppo vecchi per i trick, l’accesso garantisce sano divertimento e buona musica.

3. Al Carosello 3000 esiste uno dei rarissimi servizi di heliski d’Italia per gli amanti del freeride che possono anche avvalersi di un servizio gratuito Powder Alert attivabile sul sito che avvisa sullo smartphone appena comincia a mettere un po’ di neve fresca.

4. Gli spaghetti al nero di seppia con i gamberoni della Stuvetta, che si trova sulla terrazza inferiore del Ristoro Carosello 3000, direttamente all’arrivo della nuova cabinovia San Rocco. Pasta fresca e sapori delicati: non saranno a chilometri 0 ma ne vale davvero la pena.

5. Se invece preferite il comfort food alpino, bisogna andare sulle piste – si trova ogni giorno in una diversa – a cercare il Fat Cat, il gatto delle nevi “Snowlicious” che, come un furgoncino da street food, prepara al momento panini caldi con carne, salse e condimenti locali, accompaganti da musica e intrattenimento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA