Scialpinismo sul Monte Stivo, nell’Alto Garda trentino

Posto a cavallo tra la valle del Sarca, la valle dell’Adige e la Vallagarina, il monte Stivo rappresenta una delle mete più interessanti e frequentate, in estate come in inverno, dei monti che fanno da corona a nord al lago di Garda. Dal paese di Drena si seguono le indicazioni per Malga Campo – Maso Michelotti lungo la strada asfaltata, fino dove è sgombra dalla neve. Raggiunta Malga Campo (m 1380) si attraversano i prati soprastanti in direzione della sella (valico della Bassa) tra lo Stivo e il Palon.

Pubblicità

Da qui si prosegue a destra sulla cresta – in genere su traccia ben battuta – fin sulla cima dello Stivo (m 2059). È questo il tratto in cui occorre fare più attenzione per il frequente accumulo di neve e cornici create dal vento. Occorre quindi valutare attentamente la consistenza del manto nevoso prima di affrontare la discesa nell’ampio vallone che riporta sui prati di Malga Campo. È inoltre sempre indispensabile portare con sé pala, sonda e ARTVA (Apparecchio Ricerca Travolti Valanga).

Punto di partenza: Drena
Lunghezza: km 8
Dislivello: m 800
Durata: 3 h
Difficoltà: facile

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità