Stagione invernale in Alta Badia: a Movimënt l’inverno è ricco di novità sostenibili e hi-tech

Con 2 nuove seggiovie e tanti appuntamenti la stagione invernale in Alta Badia è ricca di novità per chi ama lo sci e la neve

Stagione invernale in Alta Badia

La stagione invernale in Alta Badia è cominciata il 4 dicembre e a Movimënt l’inverno, che durerà fino al 10 di aprile, è ricco di novità sostenibili e hi-tech. Tra i paesi di Corvara, la Villa, San Cassiano, Colfosco e Badia, sono tante le novità, dai due nuovi impianti alla produzione di neve sostenibile, fino alle esperienze esclusive: si viaggia a bordo del gatto delle nevi, si scivola sullo slittino sulla pista illuminata di notte, si imitano i campioni facendo lo slalom sulla Gran Risa insieme ai maestri di sci.

Pubblicità

Stagione invernale in Alta Badia: a Movimënt l’inverno è ricco di novità sostenibili e hi-tech

In Alta Badia l’inverno ha ripreso quota il 4 dicembre, con l’apertura degli impianti, ed è iniziata una stagione di divertimento in pista, pranzi in rifugio, vette imbiancate sull’altipiano e nei parchi Movimënt, tra Corvara, La Villa e San Cassiano, uno dei gioielli di Dolomiti Superski. L’altopiano ha riaperto in piena sicurezza, con prenotazioni contactless e un sistema innovativo – comune a tutta l’area Dolomiti Superski – che permette di abbinare il green pass allo skipass e usufruire liberamente di tutti gli impianti.

Esperienze sulla neve firmate Movimënt

Il divertimento, a Movimënt, continua con tanti appuntamenti che si susseguono per tutta la stagione. Anche senza sci: il 20 gennaio, il 3 febbraio e il 17 febbraio è la Nöt Dla Liösa: si monta sullo slittino e si scende, con le lampade frontali, sulle piste illuminate da speciali globi luminosi, sperimentando un nuovo modo per vivere la neve. Tutto questo grazie all’apertura serale della cabinovia Piz Sorega, per tre ore, a partire dalle 19.30.

Per un mese, ogni giovedì, dal 10 febbraio al 10 marzo, va in scena la Bun de Gran Risa: si ripercorrono le orme dei grandi campioni che da sempre si sfidano su questa pista leggendaria, sciando all’alba con i maestri di sci: una piccola master class per gli appassionati di sport. La Gran Risa e Piz La Ila apriranno eccezionalmente dalle 7 alle 8,30. Ad attendere gli sciatori, un tracciato con pali per lo slalom, due maestri di sci a disposizione e un fotografo per immortalare la loro impresa. Dopo avere sfrecciato in pista ci si potrà rilassare con una ricca colazione al Club Moritzino, a base di prodotti freschi e gustosi. I partecipanti – iscritti presso gli uffici turistici dell’Alta Badia – riceveranno, a perenne ricordo di questa giornata, un pettorale Bun de Gran Risa Official e un attestato di partecipazione firmato dal presidente della FIS Ski World Cup Alta Badia.

Stagione invernale in Alta Badia

Terza proposta, la Giat Dala Nёi – Experience, un’esperienza da provare ogni mercoledì sera, dal 19 gennaio al 23 febbraio. Si sale a bordo di due gatti della neve – un ospite per battipista – accompagnando gli esperti gattisti impegnati a rendere le piste perfette, regolari ed uniformi dopo la chiusura degli impianti e ammirando da un punto di vista unico alcune delle aree più belle. Si parte dalla stazione a valle della cabinovia Boè, in compagnia del conduttore, pronto a raccontare curiosità e aspetti tecnici del suo lavoro. Alle 19, l’aperitivo, per chiudere la giornata davanti a un piatto di specialità locali.

Tecnologia in pista: nuovi impianti e neve smart

Il Consorzio investe costantemente nel miglioramento del comprensorio, puntando sull’innovazione green oriented. Quest’inverno sarà possibile salire su due nuovi impianti, la seggiovia a 8 posti Costoratta, la più moderna esistente sul mercato, e la seggiovia a 6 posti La Brancia, che promettono di innalzare ulteriormente l’asticella della qualità. Una doppia novità che – dopo tanti mesi di stop – rende ancora più emozionante il ritorno sugli sci.

Stagione invernale in Alta Badia

Non solo impianti di risalita: tra gli investimenti del consorzio c’è anche il sistema di Snow Management e la gestione trasparente dell’innevamento. Il principio cardine rispecchia il ciclo della natura: l’acqua piovana viene trasformata in neve, e quindi torna alla terra. Inoltre Skicarosello ha adottato SnowMan (ovvero Snow Management), sviluppato presso il Polo Tecnologico di Rovereto da BPEng. Il sistema mette in relazione la quantità di neve prodotta dai cannoni con quella presente in pista, tenendo in considerazione la conformazione del terreno: queste informazioni, geolocalizzate, servono per capire quali impianti azionare e per quanto tempo, risparmiando acqua ed elettricità. Attualmente SnowMan è attivo su tutte le piste di Skicarosello Corvara. Infine, la tecnologia viene incontro anche ai turisti e agli sciatori perennemente alla ricerca della neve perfetta: con snowreport.skicarosello.it possono verificare in tempo reale lo stato di ogni pista e decidere dove dirigersi. Una scelta che avviene nel segno della massima correttezza e trasparenza.

Skipass online e sicurezza sulle piste

Movimënt accoglie gli sciatori in piena sicurezza. Tutte le tipologie di tessere – skipass giornalieri, plurigiornalieri, stagionali skipass junior e senior – sono acquistabili online, in modalità contactless. Una procedura resa più semplice dai lettori QrCode e dai pickup box allestiti in vari punti strategici. Ma la grande novità è la possibilità di abbinare, tramite il sito internet dolomitisuperski.com o l‘App Dolomiti Superski, lo skipass al green pass, documento necessario per accedere agli impianti chiusi come cabinovie e funivie. Una procedura semplice e veloce, un’opportunità attivata solamente nelle aree del carosello di Dolomiti Skipass, come Movimënt.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Tag per questo post