Skipass online: dove comprarlo e come funziona

SKIPASS ONLINE

Lo skipass online è praticamente obbligatorio ora che torniamo finalmente a sciare. In mezzo c’è stata la pandemia da Coronavirus, che ha interrotto la stagione sciistica 2019/2020 e ritardato l’inizio di quella 2020/2021 (almeno in Italia, Francia e Germania, perché in Austria hanno fatto una scelta autarchica – sì allo sci ma solo ai cittadini austriaci – e in Svizzera invece si scia quasi normalmente dal 28 novembre). Ma il COVID c’è ancora, con tutte le limitazioni che impone, prima fra tutte quella di distanziamento fisico tra le persone, come stabilito dal protocollo approvato dal CTS. E le code alle casse degli impianti di risalita sono quanto di più lontano ci sia dal principio di distanziamento sociale. Come ci ha insegnato la polemica sull’apertura della stagione a Cervinia.
Ecco perché quella che prima era “solo” una comodità (in primis “saltare la fila” e accedere subito alle piste, ma anche la possibilità di non dover scegliere a priori tra giornalieri, o mezza giornata) ora diventa praticamente un obbligo. Di fatto la stagione sciistica 2021 segna l’inizio della fine del tagliandino di carta (già ampiamente scomparso nella stragrande maggioranza dei comprensori peraltro) e l’affermazione definitiva dell’acquisto degli skipass online. Ma dire skipass online oggi come oggi può voler dire tante cose.

La prima è semplicemente pre-acquistare online una tessera magnetica che altrimenti avremmo acquistato in loco, alle casse degli impianti di risalita. La tessera magnetica dello skipass online può essere specifica di un comprensorio sciistico (Dolomiti Superski per esempio, ma anche Teleskipass per tutta la Valle d’Aosta, da non confondere col servizio di pre-pagamento e ritiro in cassa) oppure di fornitori terzi, che hanno stretto accordi con alcuni – ma non necessariamente tutti – i comprensori sciistici italiani (in teoria anche esteri, ma c’è ancora della strada da fare).
La tessera magnetica acquistata online può essere spedita a casa (principalmente quelle generiche che riguardano più stazioni sciistiche) oppure ritirata in albergo o in un punto di ritiro in loco, nel caso di quelle specifiche di determinati comprensori e località.
Messo così, lo skipass online non è altro che acquistare in anticipo ciò che avremmo comprato alle casse, riducendo giusto i costi di pagamento ed emissione e diluendo le code per il ritiro.
Un vantaggio dello skipass online è che non c’è bisogno di scegliere prima tra giornaliero o altre formule: è la tessere che “calcola” automaticamente il miglior prezzo per l’utente. Questo accade perché la tessera magnetica può essere a consumo (si carica una determinata cifra di volta in volta) oppure collegata con la carta di credito, con il conteggio che viene fatto giornalmente dopo ogni sciata.
Infine ci sarebbe anche la possibilità di avere lo skipass online direttamente sullo smartphone, che “dialoga” tramite Bluetooth con i tornelli. Ma questa è una tecnologia appena lanciata e sarà difficile averla funzionante già questo inverno (oltre ai dubbi che molti hanno circa la durata della batteria dello smartphone in condizioni di freddo come quelle sulle piste da sci).
In ogni caso è meglio prepararsi ad acquistare lo skipass online, scegliendo tra uno di questi:

Skipass online Snowit
Lo Skipass online Snowit è il primo che salta fuori facendo una ricerca online. Sostanzialmente è una tesserina magnetica sulla quale caricare il vero e proprio skipass della località in cui si andrà a sciare. Si può comprare la singola tessera (a 5 euro ma ora scontata a 3, e la si può acquistare anche nei punti vendita Cisalfa) o la coppia di tessere (a 10 euro, ora scontate a 5) e poi non ci sono altri costi di abbonamento. Tramite l’App o direttamente in loco si carica lo skipass della località prescelta. Al momento sono oltre 40 i comprensori e le località sciistiche che hanno stretto accordi con Snowit e il vantaggio è che lo puoi comprare anche su Amazon allo stesso prezzo (e con Prime ti arriva il giorno dopo). Oltre a ciò con l’App Snowit puoi prenotare lezioni con i maestri, pagare il noleggio di attrezzatura e anche cercare una sistemazione.
Al momento Snowit ha stretto accordi con Alagna, Alleghe, Alpe d’Huez, Alpe di Siusi, Paganella, Anzere, Aprica, Arabba, Artavaggio, Alta Badia, Bardonecchia, Bormio, Brunico, Camigliatello Silano, Campitello di Fassa, Campo Felice, Canazei, Cervinia, Chamonix, Chapoluc, Chiesa Valmalenco, Cimone, Claviere, Colfosco, Cortina, Corvara, Courchevel, Courmayeur, Crans-Montana, Davos, Dobbiaco, Ellmau, Falcade, Folgaria, Folgarida, Foppolo, Forni di Sopra, Gresooney, Grimentz-Zinal, Grindelwald, Ischgl, Kitzbuehel, Klosters, La Thuile, La Villa, Les Deux Alps, Limone Piemonte, Livigno, Madesimo, Madonna di Campiglio, Marilleva, Mayrhofen, Meribel, Moena, Monginevro, Monte Bondone, Montecampione, Nendaz, Ortisei, Ovindoli, Passo San Pellegrino, Pejo, Piancavallo, Piani di Bobbio, Pila, Pinzolo, Pontedilegno-Tonale, Pozza di Fassa, Presolana Monte Pora, Saalbach, Saas Fee, San Cassiano, SAn Martino di Castrozza, San Vigilio di Marebbe, Santa Caterina, Santa Cristina, Sappada, Sauze d’Oulx, Sella nevea, Selva, Serre Chevalier, Sestriere, Soelden, St. Mortiz, Tarvisio, Tignes, Torgnon, Val Senales, Val Thorens, Valdaora, Valtorta, Verbier, Vercorin, Veysonnaz, Wengen, Zoncolan.

Mypass skipass online
Anche Mypass è uno skipass online con la tessera magnetica che ti arriva direttamente a casa (o la ritiri direttamente dove vai a sciare la prima volta dopo l’acquisto). Costa 10 euro l’anno, tramite l’App Mypass associ la tua carta di credito e poi funziona con il meccanismo Pay Per Use, cioè addebita sempre la miglior tariffa, cioè la più conveniente per l’utente. L’altra cosa interessante è che il meccanismo Pay Per Use con la tariffa più conveniente vale anche per le tariffe scontate per bambini, ragazzi e senior, laddove esistano (ma ci sono praticamente ovunque). Basta caricare tramite l’App la foto leggibile del documento di identità e a quel punto Mypass addebita la tariffa corrispondente prevista dalla località sciistica.
Mypass skipass online può essere utilizzata nei seguenti comprensori: Paganella*, Aprica, Bardonecchia, Bormio, Folgaria, Folgarida, Marilleva, Lavarone, Livigno, Madonna di Campiglio, Monte Bondone, Pejo, Pinzolo, San Colombano e Santa Caterina.
* Per Paganella e Monte Bondone occorre richiedere una card aggiuntiva come spiegato sul sito Mypass.

Skipass Telepass
Chi ha il Telepass magari ha già provato, tramite l’App, a stipulare l’assicurazione sci per infortuni e incidenti sulla neve. Ora c’è anche lo skipass online di Telepass: richiedi la tessera (fino a 4) tramite l’App, la tessera magnetica ti arriva a casa (costa 7 euro a stagione sciistica, più 5 euro per la card, ma se scii almeno 1 giorno il costo della card viene rimborsato), la card magnetica, come il Telepass, è già collegata alla carta di credito, e quindi basta andare a sciare, passarla ai tornelli e a fine giornata viene addebitata la tariffa più conveniente. L’elenco di località e comprensori convenzionati si trova sul sito di Telepass diviso per regioni e al momento annovera Piani di Bobbio, Livigno, Pontedilegno-Tonale (Lombardia), Alagna, Alpe di Mera (Piemonte), Folgaria, Lavarone, Folgarida Marilleva, Madonna di Campiglio, Pejo, Pinzolo (Trentino Alto Adige), Cervinia, Antagnod, Champoluc, Gressoney, Champorcer, Estuol Brusson, Courmayeur, La Thuile, Pila (Valle d’Aosta), Corno alle Scale (Emilia Romagna).

Comprare lo skipass online e ritirarlo alle casse
È quello che da un po’ di anni fanno ormai praticamente tutti i maggiori comprensori sciistici: fai un pre-pagamento con carta di credito dal sito del comprensorio e poi ritiri la tessera magnetica alle casse (solitamente ce n’è almeno una dedicata “salta la fila”) oppure lo trovi in albergo: è il caso del Dolomiti Superski come detto, che consente poi di ricaricare da Internet la propria card (ma anche la MyDolomitiCard), e di praticamente tutte le altre località nel caso si abbia già la card: La Thuile, Pontedilegno- Tonale, Monte Cimone, Livigno giusto per fare i primi esempi che si trovano online (ma praticamente ogni comprensorio ha questo servizio).

Skipass online sullo smartphone
Con lo smartphone ormai facciamo tantissime cose, quasi tutte, tranne lo skipass online. È questo l’inverno delle prime sperimentazioni dello skipass su smartphone, per esmpio a Kitzbuehel dove si testerà la tecnologia “Mobile Flow” o, in Italia, San Martino di Castrozza e in Val di Fassa dove si sperimenterà il sistema di Axess con tecnologia Bluetooth. L’idea, l’obiettivo, sono quelli di avere lo skipass direttamente nello smartphone e poter passare ai tornelli senza nemmeno toglierlo di tasca: la tecnologia negli smartphone c’è già, quella ai tornelli verrà sperimentata a partire da quest’anno, ma rimane sempre il problema che al freddo le batterie degli smartphone tendono a esaurirsi più rapidamente del solito e nessuno è disposto a correre il rischio di ritrovarsi con il cellulare “morto” e non poter più sciare.

Se vui saperne di più sulle località sciistiche dove c’è già lo skipass online oppure cerchi qualche idea per andare a sciare le puoi trovare nel nostro canale Dove Sciare.

Credits Photo: PhotoMIX Company da Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA