Panama e Ecuador sono tra i migliori paesi per un ‘buen retiro’

fitness-mare

In Ecuador ne sono convinti: “Non importa dove, qualunque luogo sia, l’Ecuador resta sempre il miglior paese dove trascorrere quella parte di vita che un uomo si merita dopo tanti anni di lavoro”. Una tesi che viene avvalorata dalla popolare rivista specializzata “Living International”, che dal 1979, ogni anno, fornisce dati e dettagli sui migliori luoghi del mondo per vivere, viaggiare, investire e per trascorrere il periodo della pensione.

Pubblicità

Il “buen retiro” come meta di benessere e serenità

Nel 2016 però il Paese latinoamericano ha lasciato il primo posto di questa speciale classifica che viene stilata in base alla valutazione qualitativa di diverse categorie, come beni immobili, prestazioni pensionistiche speciali, costo della vita, facilità di integrazione, servizi e intrattenimento, attenzione alla salute, accesso alle infrastrutture e clima, a Panama, che ha ricevuto una valutazione totale di 93.5 rispetto al 92.4 dell’Ecuador che per diversi anni è stata la meta ideale per coloro che cercano un luogo tranquillo, confortevole e conveniente per vivere specialmente il periodo del ‘buen retiro’.

>Leggi anche Stare nella natura è il segreto della longevità

Sulle spiagge caraibiche a guardare il mondo che passa

Panama rimane una delle mete preferite dai pensionati che si tratti del lungomare di Panama City oppure una delle tante spiagge di sabbia bianca sulle coste caraibiche. Panama ha un posto per tutti e, come dice la rivista, si può vivere con qualunque stile di vita uno desideri. Si possono fare escursioni nel verde della foresta ricca di fauna esotica, ma anche oziare su una spiaggia e guardare il mondo che passa. Non è solo questo che pone Panama in cima alla classifica, ma anche le infrastrutture e soprattutto i servizi, specie quelli legati alla salute, con strutture ospedaliere di prim’ordine e un costo decisamente concorrenziale. Infine, e non è poco, in base alle interviste alle persone che hanno scelto Panama come nuova patria per trascorrere l’ultima parte della loro vita, la differenza è data anche dalla gente, accogliente, disponibile e ‘calda’.

>Leggi anche Le spiagge più colorate del mondo

Ecuador e l’attenzione alla terza età

L’Ecuador non è da meno come scelta per un ‘buen retiro’ , sia per l’economico costo della vita, sia per la possibilità di vivere in un ambiente naturale incredibile. Alcuni pensionati che hanno scelto questo Paese, hanno detto che vivono in Ecuador spendendo in media il 50% in meno di quello che invece spendevano nella loro città di provenienza. Un risparmio che avviene comunque si scelga di comprare una casa piuttosto che affittarla.

Importanti anche i benefici ai quali, in Ecuador, accedono le persone della terza età: lo sconto del 50% sui costi per il trasporto pubblico, compreso il biglietto aereo per le Galapagos; sconti sui biglietti per venti culturali e sportivi, così come sulle tariffe aeree per i voli internazionali; senza trascurare i benefici derivanti dalle tariffe agevolate sui servizi di base come acqua, luce e telefono, oltre ad una forte riduzione delle tasse.

>Leggi anche Sentirsi giovani aiuta a rimanere giovani

Italia lontana dall’essere luogo per un “buen retiro”

Alle spalle di Panama e Ecuador, la classifica di “Living International” pone Messico (indice di valutazione 89.3), Costa Rica (88.4), Malesia (87.8), Colombia (87.7), Thailandia (84.8), Nicaragua (84.2), Spagna (83,6), Portogallo (82.9). L’Italia è sedicesima, alle spalle del Perù e davanti alle Filippine.
[foto Foto di DanaTentis da Pixabay]

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...