Corvatsch: 120 km di piste, snowpark e ciaspole in Svizzera

Corvatsch_Panorama

Più di 1500 metri di dislivello, 120 chilometri di piste e pendii di neve fresca a non finire: in Svizzera il Corvatsch è la vetta degli sciatori alla ricerca delle migliori piste, della neve più bella, dei pendii più lunghi immersi in un panorama unico: su un lato torreggia l’imponente massiccio del Bernina con i giganti del ghiaccio del Piz Bernina e del Piz Roseg: sull’altro versante lo sguardo spazia su centinaia di cime alpine e sul paesaggio lacustre dell’Alta Engandina.

La ski-area di Corvatsch: 120 km di piste

La ski-area di Corvatsch si estende da Sils a Silvaplana e fino a St. Moritz, con 120 chilometri di piste che si sviluppano nello stupendo paesaggio invernale dell’Alta Engadina e 15 impianti a collegare le due vette di questa ski-area estremamente variegata. L’imponente vetta del Corvatsch con la stazione a monte a 3303 metri attira infatti i carver e gli amanti della neve fresca con un’area fuoripista riservata ai freerider.

E poi c’è la suggestiva area del Furtschellas, un angolo conosciuto da pochi e amato da chi cerca la tranquillità, dalle famiglie e da chi vive la montagna in modo slow.

Per approfondire: Svizzera Outdoor

Hahnenesee: una pista da sogno

Una delle piste più elettrizzanti e adrenaliniche da fare è quella nera di Giand’Alva che porta all’Hahnensee e poi a St.Moritz Bad passando dagli ampi pendii aperti alla magia di un bosco innevato dopo ben 9 chilometri di discesa con vista sui laghi dell’Alta Engiadina.

>> Leggi anche: Le 25 migliori località sciistiche del mondo

Avventura Snowsafari

Per esplorare l’Alta Engadina nel vero senso della parola c’è anche la possibilità di organizzarsi un vero e proprio Snowsafari, un tour che inizia dal tetto dell’Engadina, scende sulla pista Hahnensee fino a St. Moritz Bad e poi sull’altro lato della valle prosegue sulle piste Corviglia e Marguns fino a Celerina.

>> Leggi anche: Free Touring: 7 consigli per scoprire la montagna con gli sci sempre ai piedi

Snowpark

Che siate esperti, local-hero o fun boarder, nello Snowpark Corvatsch c’è adrenalina per tutti: il parco si estende lungo lo skilift Mandra, nella stazione intermedia Murtel, il Kicker e il Rail-Park si compongono di tre linee (Beginner, Medio, Esperto) e poi ci sono un half pipe alto 7 e lungo 140 metri e un bagjump per un atterraggio come sulle nuvole.

>> Leggi anche: I migliori snowpark d’Italia

Ciaspole ai piedi

Il sentiero per le ciaspole inizia dalla stazione intermedia di Furtschellas (2312 metri), attraversa la zona sciistica e si dirama poi nella pace e nella solitudine del paesaggio dell’Alta Engadina: il sentiero è segnato con i pali di legno lilla e preparato con il gatto delle nevi, è adatto anche ai principianti e regala una vista impagabile sul paesaggio lacustre dell’Alta Engadina, da Majora a St.Moritz.

>> Leggi anche: Come vestirsi per andare con le ciaspole

Snow Night

E per cominciare il weekend, il venerdì sera si può scendere sulla pista illuminata più lunga della Svizzera e festeggiare con gli amici fino a tardi, incontrandosi dopo lo slalom nel leggendario Hossa Bar, dove la festa continua senza sosta.

>> Leggi anche: Le migliori piste per sciare di notte

Per organizzare il viaggio a Corvatsch potete cominciare dal sito ufficiale del comprensorio www.corvatsch.ch

©RIPRODUZIONE RISERVATA