Dove costa meno sciare in Veneto

dove-costa-meno-sciare-in-veneto

 

Se stai cercando informazioni su dove costa meno sciare in Veneto, qui trovi tutto quello che serve. La nostra indagine sui comprensori dove sciare spendendo poco si è concentrata sul veneto e le sue piste da sci dove passare una giornata senza svenarsi. Abbiamo così scoperto 5 località facilmente raggiungibili in cui skipass e noleggi sci hanno tariffe low cost o comunque abbordabili per una giornata sulla neve, anche in famiglia. Con il ‘bonus’ di trovarsi in una regione ricca di splendidi scenari naturalistici, come le Dolomiti.

 

 

 

Se cerchi altri posti in Italia dove costa poco sciare, puoi leggere le nostre ricerche su:

Dove costa meno sciare in Veneto, i comprensori migliori

Sciare comporta spesso spese non indifferenti, ma ci sono ottime soluzioni a basso costo, che accontenteranno tutti: per chi ama lo sci da discesa, ma anche l’alpinismo, il fondo o altri sport invernali. Per di più a fare da sfondo paesaggi unici, come la corona delle Dolomiti.

Ecco la nostra classifica delle 5 località dove sciare a prezzi bassi in Veneto, fra le province di Belluno, Vicenza e Verona:

  1. San Vito di Cadore (BL)
  2. Alpe di Nevagàl (BL)
  3. Sappada (BL)
  4. Recoaro Mille (VI)
  5. Malga San Giorgio (VR)

 

Intanto qui, per scegliere i comprensori sciistici più adatti alle tue capacità, puoi capire cosa significano i colori delle piste da sci.

 

Dove costa meno sciare in Veneto: San Vito di Cadore (BL)

 

Distanza da Belluno: 1h – 56 km tramite SS51 di Alemagna

Accesso: parcheggiare l’auto presso i nuovi e funzionali parcheggi posti a ridosso delle piste. È possibile raggiungere Cortina d’Ampezzo in 15 minuti usufruendo del servizio di skibus, come anche le piste di Auronzo e Misurina.

San Vito di Cadore si trova in provincia di Belluno, in un’ampia conca nel cuore delle Dolomiti a 1.011 metri di quota, a due passi da Cortina d’Ampezzo. I 16 km di piste (Donarié, Brosolas e Tambres per le piste azzurre, Caprioli, Bianca, Antelao e Serpentina per le rosse e Ciastel per la nera) sono serviti da 3 impianti di risalita (2 seggiovie e 1 skilift) e 1 un tapis roulant per i bambini.

Oltre alle piste da discesa c’è anche il campo scuola situato ai margini del centro abitato con due scuole di sci: Antelao e San Vito-Borca.

Per gli amanti dello sci di fondo in località La Graes, partendo dalla Baita Prasolio, è presente una pista di 6 km (gratuita); quando le condizioni atmosferiche lo consentono viene battuta anche una piccola pista all’Alpe di Senes. I più esperti possono cimentarsi nella pista Deona (con quattro lunghi anelli) presso il Passo Cibiana (1.535 m). Questa pista, il martedì e il giovedì, è aperta anche di sera grazie alle luci artificiali.

È presente un’area dedicata ai bambini. A proposito, qui spieghiamo a che età insegnare ai bambini a sciarementre se ti interessa sapere dove e quali sono campi scuola e baby park sulla neve per bambini in Italia puoi leggere questo articolo: neve a misura di bambino: tutti i migliori baby snow park d’Italia.

C’è spazio anche per chi vuole praticare lo sci alpinismo (per esempio Mondeval – Monte dalla strada per Passo Giau), il pattinaggio sul ghiaccio e le escursioni con le ciaspole.

 

Pro: le piste, in posizione soleggiata, sono sempre perfettamente preparate con svariati punti ristoro, rifugi e baite dall’atmosfera accogliente. La location è ideale per le famiglie e gli amanti della tranquillità

Contro: c’è una sola pista nera.

 

I costi: il giornaliero per gli adulti costa 31 . Il viaggio A/R da Belluno costa circa 16 .
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 18-25 € al giorno per persona.

 

Dove costa meno sciare in Veneto: Alpe del Nevegàl (BL)

 

Distanza da Belluno: 20 min. – 13 km tramite SP31

Accesso: seguire le indicazioni per Nevegàl e arrivare in Piazzale Nevegàl.

Il comprensorio sciistico Alpe del Nevegàl è situato sulle propaggini settentrionali delle Prealpi Bellunesi, a una quota di circa 1.000 metri. La vicinanza a Belluno e all’uscita dell’A27 rende tale località una meta strategica per gli sciatori veneziani.

Per lo sci da discesa sono presenti circa 20 km di piste con 5 impianti di risalita (2 seggiovie e 3 skilift) e 1 tapis roulant nel campo scuola. Dal 4 gennaio 2019, e per tutti i venerdì successivi, è possibile sciare in notturna nella suggestiva cornice della Coca Bassa (illuminata dalle ore 20 alle 22:30).

Per lo sci di fondo ci sono 2 anelli di 20 km complessivi: l’anello dei Pian dei Longhi di 15 km (attrezzato con noleggio e ristoro) e l’anello Faverghera di 5 km. Qui puoi leggere i nostri consigli su come iniziare a fare sci di fondo.

Per lo sci alpinismo ci sono 3 percorsi: il n. 10 Creste che va dal Col Faverghera al Col Visentin, fino all’omonimo rifugio a 1.763 metri; il Percorso Alpe del Nevegàl e il Faverghera che portano a valle. La località ha ospitato e continua a ospitare gare di livello nazionale e internazionale di sci alpinismo.

Per i bambini è presente un campo scuola e un’area divertimento.

 

Pro: viene definita la terrazza delle Dolomiti, circondata dalle seguenti vette: Col Toront (1.675 m) e Col Visentin (1.763 m) a sud, Monti del Sole e Vette Feltrine a nord; si scorgono, inoltre, il Civetta, la Marmolada e il Pelmo.
Il comprensorio è adatto a ogni tipo di sciatore.

Contro: sono poche le piste nere.

 

I costi: il giornaliero nei giorni feriali costa 27 €, mentre nei festivi 32 €. Il viaggio A/R da Belluno costa circa 6 .
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 15-25 € al giorno per persona.

 

Dove costa meno sciare in Veneto: Sappada (BL)

 

Distanza da Belluno: 1h e 25 min. – 77 km tramite SS51 di Alemagna

Accesso: si arriva in auto; per chi prende il treno la stazione più vicina è quella di Calalzo di Cadore, da cui si può prendere l’autobus direttamente per Sappada (tempo di viaggio 1 h); dal versante friulano si scende alla stazione di Carnia e qui in autobus fino a Sappada.

Sappada è una località sciistica a cavallo fra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, incorniciata dalle Dolomiti, a 1.200 metri.

Il comprensorio è caratterizzato da circa 20 km di piste da discesa con 14 impianti di risalita (5 seggiovie e 9 skilift). La pista Col dei Mughi o Stadio dello Slalom è illuminata ogni venerdì sera per lo sci in notturna.

Per lo sci di fondo è presente uno stadio (ospita spesso manifestazioni internazionali), che si collega a un anello di 20 km fra i boschi di conifere della Val Degano.
Per gli snowboarder è allestito uno snowpark. Un’occasione perfetta anche per imparare ad andare in snowboard (se non sai che tipo di tavola scegliere per iniziare, lo spieghiamo qui).
Si possono effettuare escursioni al Passo Digola, al Pian del Sire, da Sappada a Sauris con le guide e le motoslitte (0435/469585). Ci sono innumerevoli mete per lo sci alpinismo e il winter nordic walking.

Per le famiglie ci sono campi scuola in centro al paese e le piste Campetti per le prime esperienze sugli sci.
Per i più piccoli c’è “Nevelandia”, un’area attrezzata per il divertimento.

 

Pro: lo località è adatta a tutti gli sciatori e anche alle famiglie. Lo skibus è gratuito per tutti gli sciatori e i turisti alloggiati nelle strutture consorziate.

Contro: per chi ama la quiete questa località è abbastanza frequentata date le grandi dimensioni.

 

I costi: il giornaliero per gli adulti in bassa stagione costa 28 €, in alta 31 €. Il viaggio A/R da Belluno costa circa 20 €.
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 16-22 € al giorno per persona.

 

Dove costa meno sciare in Veneto: Recoaro Mille (VI)

 

Distanza da Vicenza: 1 h – 45 km tramite SP46

Accesso: accessibile sia da Recoaro Terme sia da San Quirico di Valdagno con una moderna cabinovia (circa 10 minuti). Il collegamento tra la cabinovia di Recoaro Terme e gli impianti di Monte Falcone avviene tramite skibus.

Recoaro Mille è una frazione di Recoaro Terme, in provincia di Vicenza, a 1.006 m di quota sulle Piccole Dolomiti.

Le piscte da discesa si sviluppano per 8 km (più impegnativa è la pista di Monte Falcone) con 3 impienti di risalita (2 seggiovie e 1 skilift).
Per la pratica dello sci di fondo il consiglio è di raggiungere il Centro Fondo Le Montagnole , adiacente alle conca di Pizzegoro, dove si trovano 28 km di tracciati.

Presso la località sciistica si possono praticare anche altre attività invernali come lo sci alpinismo, le ciaspolate, il nordic walking. (qui parliamo di come vestirsi per andare con le ciaspole).

La skiarea non è molto affollata e generalmente è frequentata dalle famiglie. È presente un campo scuola allestito ai prati di Pizzegoro, dove partono la seggiovia Cima Tunche e la sciovia scuola. Così, chi non scia può invece dedicarsi ad altre attività, come spieghiamo qui.

 

Pro: la località è particolarmente adatta a chi ama il relax e alle famiglie.

Contro: il comprensorio non è molto grande.

 

I costi: il giornaliero per gli adulti costa 27 €. Il viaggio A/R da Vicenza costa circa 18 €.
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 15-20 € al giorno per persona.

 

Dove costa meno sciare in Veneto: Malga San Giorgio (VR)

 

Distanza da Verona: 55 min. – 4435 km tramite SP6

Accesso: la località di partenza delle piste S. Giorgio è facilmente raggiungibile grazie a strade ampie e scorrevoli.

Malga San Giorgio (VR) è una piccola stazione sciistica della Lessinia in alta Val di Squaranto, appartenente al comune di Bosco Chiesanuova. Il comprensorio va da un’altitudine di 1.505 m fino a 1.810 m.

Per lo sci e lo snowboard sono presenti 5 km di piste da discesa (1 pista blu, 3 rosse e 1 nera) con 3 impianti di risalita (2 seggiovie e 1 skilift) e un 1 tapis roulant. La pista blu “Valon” è lunga 600 m ed è adatta per chi muove i primi passi; le tre rosse “Gaibana”, “Belvedere” e “Slalom” sono più impegnative e la nera “Slalom Stadio” è lunga 650 m ed è dotata di illuminazione artificiale (apertura serale il mercoledì e il giovedì dalle ore 19:30 alle 23) e innevamento programmato.

La località è resa famosa dallo sci di fondo.
Sul Gruppo del Carega si possono compiere ciaspolate.

Per i bambini è presente un campo scuola.

 

Pro: le piste sono sempre percorribili.

Contro: la località sciistica non è certo ampia.

 

I costi: il giornaliero nei giorni feriali costa 7 €, mentre nei festivi e durante le vacanze costa 8 €, il plurigionaliero da 10 ingressi ammonta a 70 . Il viaggio A/R da Verona costa circa 12 €.
Per il noleggio dell’attrezzatura completa si spendono circa 15-18 € al giorno per persona.

 

 

Se vai a sciare con la famiglia e i bambini, ecco alcuni approfondimenti che potrebbero esserti utili:

 

Se hai appena iniziato a sciare, ecco dove trovare le piste più facili, sicure e adatte ai principianti:

 

 

Se invece ti servono informazioni e consigli su abbigliamento e attrezzatura da sci, puoi leggere qui:

 

 

(foto credit: Unsplash)

 

Ti è piaciuto questo articolo? Parliamone sulla nostra pagina Facebook

 

 

 

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA