Gli 8 laghi dove fare il bagno in Lombardia

I laghi dove fare il bagno in Lombardia

Di laghi dove fare il bagno in Lombardia ce ne sono più di quanti se ne creda. E se anche non è il mare (e al momento non è dato sapere quando ci si potrà andare, come spieghiamo qui), si possono trovare acque limpide e belle spiagge per un tuffo rinfrescante, una nuotata in acque libere, fare sport d’acqua come canoa o kayak ma anche SUP e in alcune località anche sport di vela, compreso il windsurf. E sicuramente la possibilità di passare una giornata all’aria aperta, a prendere il sole. I più conosciuti sono ovviamente il Lago di Garda, sulla sponda bresciana, e il Lago di Como, sui due rami, quello comasco e quello lecchese nonché a nord, nelle località all’imbocco della Valtellina. Ma poi ci sono anche i laghi varesini, quelli prealpini tra Como e Lecco e quelli bresciani, tutti ottimi laghi dove fare il bagno in Lombardia. Tutte località dove fare un tuffo in giornata ma anche trovare campeggi nella natura (come descriviamo in questo articolo su dove fare campeggio in Lombardia).

Gli 8 laghi dove fare il bagno in Lombardia

In particolare, rimanendo in regione e anche partendo dalle città o dalle località di pianura, ecco gli 8 laghi dove fare il bagno in Lombardia e dove si possono trovare spiagge e acque pulite, certificate balneabili:

  • Lago di Garda
  • Lago d’Idro
  • Lago d’Iseo
  • Lago di Como
  • Lago di Pusiano
  • Lago di Lugano (o Ceresio, sulla sponda lombarda e varesina)
  • Lago di Monate
  • Lago Maggiore

I laghi dove fare il bagno in provincia di Brescia e Bergamo

I laghi dove fare il bagno in provincia di Brescia e Bergamo sono 3 e sono in grado di soddisfare tutte le esigenze: dal grande Lago di Garda, che è proprio come il mare per offerta turistica e strutture ricettive, ai più piccoli ma bellissimi laghi d’Idro e d’Iseo sono tantissime le possibilità di trovare una spiaggia e tuffarsi in acque fresche e limpide.

Lago di Garda

Il Lago di Garda è più che un lago e per moltissimi turisti, soprattutto stranieri del nord Europa, è anzi meglio del mare. Le spiagge non mancano, e non c’è che l’imbarazzo della scelta. A Manerba ci sono 11 km di costa, con spiagge attrezzate come La Romantica o selvagge come quella del Sasso, nel Parco della Rocca. A Limone son tutte ghiaiose, alcune in centro paese come la Grosol, altre più distanti come l’ombrosa Tifù. Per qualcosa di veramente particolare c’è la spiaggia Giamaica a Sirmione, dove si arriva in barca, o a piedi quando le condizioni lo consentono: i resti delle terme alle spalle, l’acqua del Garda davanti, è qualcosa di davvero unico. Ma oltre a queste, che forse sono le più celebri e frequentate, poi ci sono le spiagge attrezzate di Desenzano, di Lonato, di Toscolano e di moltissime altre località che si possono scoprire per esempio sul sito Visit Garda Lake (in italiano).

Lago d’Idro

Sempre in provincia di Brescia un altro specchio d’acqua balneabile è il Lago d’Idro, un bellissimo lago prealpino incastonato tra il verde delle montagne dove trovare frescura e acque limpide. Sono essenzialmente 3 le località più gettonate in cui trovare spiagge, ovvero Anfo, Bagolino e Idro: ad Anfo ci sono due spiaggette sassose, adatte anche ai bambini e una anche dog-friendly, con la possibilità di noleggio di attrezzatura e anche un’area camper; a Bagolino le spiagge sono in località Ponte Caffaro; e poi ci sono altre spiagge libere in diverse località segnalate dal sito di Brescia Turismo.

Lago d’Iseo

Il Lago d’Iseo è diventato celeberrimo internazionalmente nel 2016 con The Floating Piers, l’installazione dell’artista Christo, ma è soprattutto un magnifico specchio d’acqua in cui passare qualche giorno di relax o un’intera vacanza con anche la possibilità di fare il bagno o gli sport d’acqua. Sono numerose le località in cui trovare spiagge, accessi all’acqua e ovviamente acque pulite e balneabili: Pisogne e Vello di Marone, Marone, Sale Marasino, Sulzano, e Pilzone sono costellati da spiagge libere più o meno grandi, a Iseo, Paratico e Sarnico ci sono sia spiagge libere che attrezzate con ombrelloni e sdraio, oltre a tutti gli altri servizi (tutti i dettagli su Visit Brescia). E poi c’è Monte Isola, la più grande isola lacustre italiana, tutta da scoprire (comprese le sue spiagge).

I laghi dove fare il bagno tra Como e Lecco

Tra Como e Lecco ci sono solo due laghi dove fare il bagno: quello appunto di Como, sui suoi 3 rami, e quello di Pusiano, l’unico tra quelli prealpini delle due province davvero balneabile (Annone e Alserio sono invece da anni in condizioni critiche e costantemente monitorati da ATS Brianza). E poi c’è il discorso sul Lago di Mezzola, all’inizio della Valchiavenna e collegato al lago di Como dal fiume Mera: per anni è stato off-limits alla balneazione ma negli ultimi anni le cose sono migliorate tanto che non è improbabile che sia consentito farci il bagno.

Lago di Como

Per fare il bagno nel Lago di Como non c’è che l’imbarazzo della scelta, anche se la presenza di numerose ville a bordo lago limita un po’ l’accesso alle spiagge (ma del resto le ville storiche sono anche quelle che ne hanno decretato la fama internazionale e l’interesse da parte di numerosi Vip). In ogni caso tra Bellagio (c’è una spiaggia libera raggiungibile da un sentiero, sempre soleggiata al mattino), il Lido di Menaggio (c’è sia una spiaggia sabbiosa che una più rocciosa), il Lido di Cadenabbia, nel borgo di Criante (con sia spiagge libere che attrezzate negli stabilimenti balneari), e quello di Argegno, le spiagge di Lenno (facilmente raggiungibili in auto con parcheggi non distanti), e quella di Moltrasio, raggiungibile solo a piedi a immersa nella natura, ma anche il lussuoso Lido di Cernobbio con i suoi eleganti stabilimenti balneari, e ancora la spiaggia di Sorico, adatta agli sport d’acqua perché ampia e facilmente accessibile, quella di Colico amatissima da chi pratica kite e windsurf per i suoi venti, la non lontana spiaggia di Piona dove il Comune consente di campeggiare, e infine il Lido di Gravedona (che oltre alle spiagge ha anche begli itinerari a piedi o in mountain bike), quello di Domaso, con una piccola spiaggia amata dai pescatori, sono solo le località più note dove trovare accesso all’acqua e la possibilità di rilassarsi, prendere il sole e fare il bagno.

Lago di Pusiano

Nell’Alta Brianza tra Lecco e Como ci sono anche altri laghi prealpini meno noti ma altrettanto interessanti e piacevoli in cui fare il bagno. Purtroppo il Lago d’Annone è da tempo classificato come non balneabile, nonostante le numerose richieste da parte del comune di Annone ad ATS Brianza di monitorarne le acque per certificarne la balneabilità (ma è comunque possibile praticare alcune attività come kayak e canoa, quando le condizioni legate all’emergenza Coronavirus consentiranno la riapertura dei centri sportivi e di noleggio). Stesso discorso per il Lago di Alserio, anch’esso da tempo classificato come non balneabile e in attesa del via libera da parte di ATS Brianza. Diverso il caso invece per il Lago di Pusiano, dove qualche spiaggia in cui è consentito fare il bagno si trova: la scorsa estate ATS Brianza ha dato il via libera per fare il bagno nelle località Darsena Brera (Bosisio) e Punta del Corno (Rogeno), nonché nelle località di Pusiano e Merone, ma è sempre bene controllare la situazione con notizie aggiornate e, nel caso di acque torbide, con schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è meglio evitare di immergersi.

I laghi dove fare il bagno in provincia di Varese

Tra i laghi dove fare il bagno in provincia di Varese sono esclusi da anni quelli di Varese e Comabbio, per via delle misurazioni riscontrate ciclicamente dall’Ats dell’Insubria, mentre Ceresio, o Lago di Lugano, Maggiore e Lago di Monate sono sempre balneabili, generalmente nella stragrande maggioranza delle località e delle spiagge.

Lago di Lugano

Il Lago di Lugano è per metà italiano, per tutta la costa orientale e parte di quella occidentale, e la buona notizia è che il Lago di Lugano è sostanzialmente tutto balneabile. Ci sono spiagge anche nella porzione della provincia di Como (su tutte a Porlezza) ma sono soprattutto quelle in provincia di Varese ad attirare i turisti che cercano un po’ di frescura e la possibilità di tuffarsi in acqua. Sul Ceresio a rischio è sempre la spiaggia di Porto Ceresio mentre la spiaggia del Lido di Brusimpiano, attrezzata, e quella del Lido Ponte Tresa nel comune di Lavena Ponte Tresa, sono generalmente balneabili.

Lago Maggiore

Il Lago Maggiore è il secondo lago più grande d’Italia, e si divide tra Lombardia, Piemonte e Svizzera (Canton Ticino). Le sue acque sono sempre sotto osservazione ma generalmente la costa della provincia di Varese, da Colmegna di Luino fino a Zenna, è sempre generalmente balneabile, con moltissime spiaggette sia di erba che di sassi. In particolare sempre sicure sono le spiagge nelle località di Angera, Brezzo di Bedero, Castelveccana (Cinque Arcate e Lido II), Germignaga (Boschettino), Ispra (Fornaci e Lido Euratom), Laveno Mombello (Ceresolo e Cerro), Leggiuno, Luino, Maccagno (Lido e Ronco delle Monache), Monvalle, Pino sulla Sponda del Lago Maggiore, Porto Valtravaglia, Ranco (Caravalle e Molo), Sesto Calende e Tronzano.

Lago di Monate

Infine per fare il bagno c’è la perla del Lago di Monate, con i lidi di Travedona Monate, Comabbio, Osmate e Cadrezzate sempre balneabili da anni. Il Lago di Monate è infatti uno dei più piccoli della Lombardia ma è anche uno dei più puliti e le sue spiagge sono spesso molto frequentate soprattutto dai locali di Varese e provincia.

 

Escursioni sui laghi lombardi con Sportoutdoor24 e Skouty

Sei pronto per vivere un’autentica esperienza outdoor sui laghi guidato da un Professionista?
Potrai andare con una guida certificata, con la tua famiglia, con i tuoi amici oppure conoscere persone nuove che come te sono appassionate di outdoor. Sarà un modo per provare l’attività in sicurezza e chi lo sa che non nasca un nuovo gruppo con cui condividere nuove esperienze.
Vai sul nostro sito partner
Skouty e con il codice SPORTOUTDOOR24 ottieni subito il 5% di sconto sull’attività che preferisci! 

©RIPRODUZIONE RISERVATA