Langhe-Roero e Monferrato: il trekking del vino

Il Patrimonio dell’umanità Unesco
Sono sei le “componenti” del sito Langhe-Roero e Monferrato che sono state riconosciute per il loro Eccezionale Valore Universale (Outstanding Universal Value) nel campo della cultura vinicola: il Castello Grinzane Cavour, le colline del Barbaresco, la Langa del Barolo, Nizza Monferrato e il Barbera, Canelli e l’Asti Spumante, il Monferrato degli Infernot (cantine che un tempo le famiglie numerose scavavano sotto le loro abitazioni, nella particolare pietra da Cantoni).
A seguire, ecco tre itinerari a piedi e uno in bici per scoprire i segreti di queste terre.

Credits:Stefano Pertusati

Dolci pendii, castelli medievali, borghi affascinanti, ma soprattutto vigneti a perdita d’occhio: è il paesaggio delle Langhe-Roero e del Monferrato, le aree collinari del Piemonte entrate a far parte del Patrimonio dell’umanità Unesco. Il territorio di questa regione si presta a suggestive escursioni a piedi o in bicicletta lungo sentieri che si snodano sulle lingue di terra pettinate dal lavoro secolare dei viticoltori. È il regno dei sommelier, degli appassionati di vino, di scrittori come Beppe Fenoglio e Cesare Pavese, ma anche dei curiosi che vogliono scoprire come nasce questa bevanda antica come l’uomo.

E se ti piacciono il trekking e le escursioni nella natura trovi molti altri itinerari e consigli qui.

©RIPRODUZIONE RISERVATA