Sentiero Balcone, trekking in Val di Susa

sentiero-balcone

 

Pubblicità

Il Sentiero Balcone è uno dei più bei percorsi di trekking in Piemonte, nella Val di Susa. L’itinerario a piedi si snoda in 10 tappe, per un totale di 250 km, con prevedono passaggi lunghi e a volte impegnativi, per questo è adatto a escursionisti allenati e con tutta l’attrezzatura del caso. Mappa alla mano, si attraversano borghi delle Alpi piemontesi, si può dormire nei rifugi, esplorando l’alta Val di Susa, un territorio spesso incontaminato e selvaggio. Le 10 tappe del percorso possono essere fatte singolarmente, o unite in un lungo trekking, che prevede anche giornate da 9 ore di cammino e dislivelli impegnativi. I centri chiave sono Susa (punto di partenza e di arrivo), Sauze d’Oulx e Bardonecchia. Ecco un po’ di informazioni sul Sentiero Balcone.

>> Leggi anche: Sentiero Italia, come percorrerlo

 

 

Il percorso del Sentiero Balcone

Il Sentiero Balcone è un percorso di trekking in 10 tappe. È un itinerario escursionistico composto da sentieri antichi, mulattiere e strade di montagna. Questi sentieri, che erano stati abbandonati, sono stati recuperati dalla Comunità Montana Valle Susa e Sangone con un progetto che è durato dal 2007 al 2013; lo scopo è far diventare il Sentiero un motore per tuta l’Alta Valle.
Si tratta di un anello escursionistico che parte e arriva a Susa ed ora è possibile percorrerlo tutto. Non c’è un senso di marcia consigliato: lungo l’itinerario ci sono i punti di ristoro, agriturismo, bivacchi e rifugi con buona frequenza e ci si può organizzare a seconda delle proprie esigenze.
L’itinerario attraversa 14 comuni dell’Alta Valle Susa, con dislivelli che variano da 65 a 1300 metri, per un totale di oltre 7 mila metri di dislivello.
In quota si trovano rifugi alpini. La copertura GSM è quasi totale.

 

>> Leggi anche: I più bei sentieri di trekking in Lombardia

 

Le 10 tappe del Sentiero Balcone

Le 10 tappe hanno distanze variabili, per u totale di 250 km. Le tappe.

1 – da Giaglione (Susa) a Cels (Exilles): 15,5 km, 4 ore
2 – da Cels (Exilles) a Salbertrand: 8,8 km, 2 ore e 30’
3 – da Salbertrand a Jaffreau (Bardonecchia): 21,8 km, 5 ore e 30’
4 – dallo Jaffreau al Borgo Vecchio di Bardonecchia: 20,3 km, 8 ore e 30’
5 – da Bardonecchia a Chateau Beaulard: 19 km, 8 ore e 30’
6 – da Chateau Beaulard a Cesana Torinese: 16,8 km, 5 ore
7 – da Cesana Torinese a Sauze di Cesana: 31,4 km, 9 ore
8 – da Sauze di Cesana a Pian della Rocca: 16,6 km, 6 ore
9 – da Pian della Rocca alla Testa dell’Assietta: 10,5 km, 3 ore
10 – dalla Testa dell’Assietta a Meana di Susa: 22,5 km, 6 ore e 30’

 

>> Leggi anche: Come si usano i bastoni da trekking

 

 

Sentiero Balcone, l’itinerario a piedi

Il punto di partenza è Susa. È una meta raggiungibile in treno, così come Oulx, Bardonecchia e Torino.
In sintesi da Susa (Giaglione) si imbocca la Val Clarea, poi si percorre il versante sinistro della Dora Riparia toccando i borghi di Exilles e Salbertrand, per giungere ad Oulx. Si sale poi in quota fino ai Bacini dello Jafferau; qui parte una tappa impegnativa per l’alpeggio di Pian delle Stelle attraverso il Passo di Rocce Verdi. Si scende a Bardonecchia e si sale poi verso il Colomion; giù al Rifugio Rey e Chateau Beaulard, con arrivo a Cesana Torinese. La tappa successiva porta a Claviere, la Val Gimont, discesa a Chabaud, Rhuilles e Thures in Val Thuras, attraversando i lariceti.
Quindi si risale a Champlas du Col e a Sestriere, verso il comprensorio sciistico della Via Lattea; sin prosegue per Sauze d’Oulx e si entra nel Parco del Gran Bosco di Salbertrand, per raggiungere lo spartiacque tra la Val di Susa e la Val Chisone. Per il tratto finale si percorrono le antiche strade militari dall’Assietta verso il Colle delle Finestre per ridiscendere infine a Susa.

Qui puoi scaricare il tracciato del sentiero balcone.kml

 

>> Leggi anche: La Via di San Francesco a piedi, le tappe

 

Cosa portare in un trekking

Se decidi di fare un trekking, ecco i nostri consigli, a partire dalla nostra Guida al Trekking.
Uno zaino da almeno 50 litri (ecco cosa devi sapere per scegliere quello giusto ma anche  come devi riempirlo per non farlo pesare troppo e come proteggerlo dalla pioggia).
Scarpe da trekking a collo alto (qui la nostra guida alle scarpe da camminata).
Asciugamano sportivo in microfibra e 2-3 magliette leggere (qui il nostro vocabolario dell’abbigliamento sportivo per districarsi tra i tessuti tecnici).
2-3 pantaloni da trekking (qui spieghiamo quali caratteristiche devono avere).
3 paia di calzettoni da trekking (per scegliere quelle più adatte leggi qui).
Giacca di tipo guscio per ripararsi dal vento e dal freddo (leggi la nostra guida sulle giacche impermeabili da trekking).
Felpa o pile (ecco i nostri approfondimenti sull’abbigliamento outdoor).
Bastoncini telescopici da trekking (ecco perché sono necessari).
Cappello e occhiali per proteggersi dal sole.
Borraccia (ecco le migliori in acciaio inox).
Prodotti per igiene personale (e i detersivi per lavare l’abbigliamento).
Crema solare (qui i consigli per proteggerti in maniera efficace).
Kit primo soccorso: cerotti/Compeed per eventuali vesciche; bende; disinfettante; rotolo nastro adesivo.
Mini torcia per muoversi di notte senza svegliare gli altri

 

 

Per approfondire: 

Isola d’Elba a piedi: 7 nuovi trekking

Le più belle piste ciclabili della Lombardia

La Via degli Abati, le tappe del cammino da Pavia a Lucca

Escursioni in Trentino, le 5 passeggiate più belle

Cammino di Santiago, da dove partire

 

(foto piemonteoutdoor)

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità