Wildlife Photographer of the Year 2016, una classifica che parla italiano

Marco Colombo Wildlife Phtographer of the Year 2016 Vincitore

E’ di questi giorni la diffusione dei nomi dei fotografi naturalisti premiati nel concorso Wildlife Photographer of the Year 2016 e le cui fotografie saranno esposte dal 21 ottobre al Natural History Museum di Londra. Una classifica che vede la presenza di molti italiani, sia tra i vincitori nelle varie categorie, sia di finalisti. Il vincitore assoluto è Tim Laman, statunitense, con la foto dal titolo “Vite intrecciate“, dove un giovane orangutan che si arrampica su una radice di un alberto nella foresta pluviale del Borneo. La particolarità di questa foto è che è stata realizzata con una Go-Pro, che l’autore aveva posizionato e che ha azionato a distanza.

Pubblicità

Secondo titolo Wildlife Photographer of the Year per Marco Colombo

Bissa il successo del 2011, tra l’altro nella stessa categoria, “Rettili, anfibi e pesci”, il fotografo lombardo Marco Colombo, che in questa occasione ha vinto con la foto dal titolo “Piccolo tesoro”, una testuggine palustre che si muove nel torbido tra i raggi del sole (è la foto in apertura). Successo italiano anche nella categoria “Piante e funghi” con la foto “La composizione del vento”, di Valter Binotto, opera nella quale è riuscito a catturare il movimento del polline di un nocciolo mosso dal vento.

>Leggi anche Wild Photographer of the Year, a Milano fino al 4 dicembre

Wildlife Photographer of the Year, una nutrita pattuglia azzurra

Italiana anche la vittoria di Stefano Unterhiner, categoria “Sul territorio”, che con “Spirito delle montagne”, ha immortalato un gipeto che piomba su un gruppo di corvi. Ben quattro i finalisti italiani: Walter Bassi con “Verme ipnotico” nella categoria ‘Invertebrati’; Hugo Wassermann con “Ritiro alpino” nella categoria ‘Urbano’; Stefano Baglioni con “Piccola stella” nella categoria ‘Piante e funghi’; Nicola Di Sario, “Luce degli occhi”, categoria ‘Bianco e nero’. Una pattuglia azzurra che conferma la qualità e la professionalità dei fotografi naturalisti del nostro paese, dove la natura offre set meravigliosi dove sfogare la passione e la sensibilità di questi professionisti della fotografia.

>Leggi anche Wild Photographer of the Year 2015: le foto vincitrici

Wildlife Photographer of the Year, 65 anni di storia

Tra le 50.000 immagini che sono giunte da 95 paesi nel mondo, insieme al vincitore assoluto, Tim Laman, anche altri fotografi internazionali come il britannico Gideon Knight, che con “La luna e il corvo” si è aggiudicato il premio come Young Wildlife Photographer of the Year 2016. Un altro statunitense, Tony Wu, ha vinto nella categoria ‘Foto subacquee’ con “Il party dei lutiani”. Due indiani hanno vinto, l’uno, Nayan Khanolkar, con “Il gatto randagio” nella categoria ‘Ambiente urbano’, l’altro, Ganesh H. Shankar , nella categoria ‘Uccelli’, con la foto “Tentativi di sgombero”. Infine Rudi Sebastian (Germania), con “La tela di sabbia” si è aggiudicato il premio nella categoria ‘Dettagli’.

>Leggi ancheLe foto del Wildlife Photographer of the Year in mostra al Forte di Bard

Credits photo: Marco Colombo

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità