Cannondale Adventure NEO 1, test e recensione dell’ebike tuttofare

La crossover delle e-bike, questa Cannondale Adventure NEO 1 è una bici unisex perfetta per il traffico cittadino, il commuting e anche le lunghe gite in campagna nel weekend. Il tutto grazie al motore Bosch Performance Line Cruise e a una batteria a grande durata

Cannondale adventure NEO

La Cannondale Adventure NEO è una pratica e-bike unisex e tuttofare perfetta per chi sta cercando una bicicletta a pedalata assistita da usare tutti i giorni e per ogni esigenza. Volendo fare un paragone automobilistico, è una perfetta Crossover adatta a districarsi nel traffico cittadino, a fare medie percorrenze per andare al lavoro o uscire la sera, e anche percorrenze più lunghe per una gita domenicale, anche su sterrati e strade bianche che portano all’agriturismo o al pic-nic. Con il vantaggio non da poco che grazie al telaio step-thru la può guidare tanto lui quanto lei, indipendentemente che indossino pantaloncini sportivi, il completo da ufficio o un tailleur.

Pubblicità

La prima cosa che abbiamo fatto appena ritirato la Cannondale Adventure NEO 1 è stato un tipico tragitto da commuting da Milano a casa, una quarantina di km tra traffico metropolitano, lunghi vialoni di periferia, un bel tratto di ciclabile asfaltata e infine anche un breve sterratino tortuoso. Il perfetto antipasto di ciò che ci avrebbe aspettato nel periodo in cui abbiamo avuto in prova la Cannondale Adventure NEO.
Scesi di sella le prime parole che ci sono venute in mente sono state: comoda, stabile, maneggevole. E sono quelle che confermiamo anche dopo diverse uscite.

Come detto la Cannondale Adventure NEO è una e-bike unisex venduta in 2 taglie (SM e LG) senza timore di non intercettare i desideri di qualche utente: la posizione di guida è molto verticale e rilassata e basta solo regolare la sella per trovare il giusto bike-fitting. Non è una bici elettrica leggerissima, ma non è questo quello che conta in questi modelli e comunque nel traffico urbano o sopra le rotaie non se ne soffre assolutamente. Il merito è delle ruote da 27.5 pollici con pneumatici da 2.25” (Schwalbe Hurricane Performance Addix nella versione che abbiamo provato) che scorrono fluidi sull’asfalto, assorbono bene le asperità sul mosso e rotolano bene sulle asperità cittadine. Altri due dettagli contribuiscono a rendere il comfort di questa Cannondale Adventure NEO da vero Crossover: la forcella ammortizzata Suntour da 63 mm (che volendo, come tutte le forcelle, si può bloccare) e, nelle versioni 1 e 2EQ la sella ammortizzata. Sella peraltro che è un vero sofà, da vera bici da passeggio, comodissima e a prova di formicolio. E questo significa chiaramente che la Cannondale Adventure NEO non è una bici da interpretare in chiave performance ma leisure.

Ma fin qui siamo nelle caratteristiche che potrebbero anche essere quella di una bici tradizionale, mentre la Cannondale Adventure NEO è una e-bike, quindi l’assistenza – nel senso di motore e batteria – fanno davvero la differenza in termini di esperienza d’uso.

Partiamo dalla batteria, che è sempre il vero cruccio di chi cerca di convincersi a prendere una bici elettrica. Nella versione che abbiamo testato è la Bosch PowerTube da 625Wh, che “promette” fino a 160 km di autonomia (in altre versioni c’è quella da 400Wh con 120 km di autonomia). Promette tra virgolette nel senso che l’autonomia della batteria di una ebike è comunicata in condizioni virtuose, poi tutto dipende dall’uso che ne fai: se fai lo Stelvio in salita – che sono 21 km e qualcosa – con il massimo dell’assistenza e pesi 100 kg, non puoi certo farlo 8 volte di fila. Ma per percorsi pianeggianti, con un livello di assistenza minimo o medio basso, sono numeri più che ragionevoli. Il che significa che ci puoi andare al lavoro 4 o 5 giorni di fila, in città, senza dover ricaricare la batteria ogni sera. La cosa interessante, ed è ormai un trend comune a praticamente tutte le e-bike, è che la batteria è inserita nel tubo obliquo del telaio e che per ricaricarla la puoi sganciare (così lasci la bici in garage e porti in casa solo la batteria).

Cannondale adventure NEO

Poi c’è il motore, che sulla Cannondale Adventure NEO 1 è il Bosch Performance Line Cruise con 65 Nm di coppia e un aumento della potenza fino al 300% (in altre versioni ci sono l’Active Line Plus o l’Active Line). Uno dei migliori motori per e-bike attualmente sul mercato. Al di là dei dati tecnici ci sono 4 livelli di assistenza (Eco / Tour / Sport / Turbo) che rispondono davvero a ogni esigenza che si può incontrare in sella alla Cannondale Adventure NEO, anche perché poi l’assistenza si combina con la trasmissione Shimano Deore a 10 velocità che consente davvero a chiunque di trovare il giusto rapporto tra sviluppo metrico e assistenza praticamente in ogni situazione, dallo spunto al semaforo in città alla salita panoramica durante la gita fuori porta. Tradotto in termini di uso pratico: di potenza ce n’è a volontà, ma l’erogazione è morbida e sempre controllabile.
La cosa interessante per chi è alla prima e-bike e sta pensando alla Cannondale Adventure NEO è la grande ergonomia con cui si riescono a gestire i comandi. Computerino di bordo, leve cambi e leve freni possono un po’ spaventare chi non ha mai provato altro che una bici tradizionale. Ma il manubrio si impugna bene con delle belle manopole ergonomiche, tutto è a portata di dito per cui non si rischia di staccare pericolosamente le mani dal manubrio per cambiare rapporto o livello di assistenza, e il computerino di bordo è molto chiaro, con dei bei numeri e caratteri grandi a prova di difetto visivo e che si legge bene anche sotto il sole a picco.

Infine un po’ di dettagli sostanziali per la sicurezza e il comfort. I freni sono a disco idraulici, potenti e progressivi come si deve per una bici comunque non leggerissima. La Cannondale Adventure NEO 1 è anche equipaggiata con due pratici parafanghi, che non faranno molto stile off-road ma se ha appena piovuto in città danno una grossa mano a evitare imbrattamenti ai vestiti. Ci sono anche di serie una luce a Led anteriore e una posteriore, che usano la batteria centrale, e sono perfette per la sicurezza sempre e ancor più nelle ore di buio (e da codice della strada le biciclette dovrebbero essere dotate anche di campanello). C’è anche un pratico portapacchi posteriore a cui eventualmente agganciare delle borse laterali dove mettere laptop e documenti da ufficio, piccole spese giornialiere, il risultato di un pomeriggio di shopping o il necessario per un pic-nic, e un altrettanto pratico cavalletto per le soste. Infine, chicca non da poco, la Cannondale Adventure NEO 1 ha di serie il Garmin Radar Vario, che si attiva all’accensione e mostra sul suo piccolo display sulla destra del manubrio il sopraggiungere alle spalle di autoveicoli: in città forse è superfluo, perché di veicoli alle spalle ne hai sempre, ma sui vialoni di periferia è un’assistenza alla sicurezza attiva da non sottovalutare.

Prezzi? Variabili in base al modello e quindi all’allestimento, dai 2.499 della Adventure Neo 3 ai 3.299 della Adventure Neo 2 fino ai 3.999 euro della Cannondale Adventure NEO 1 protagonista di questo testo (prezzi sempre IVA inclusa).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità