I migliori film sul basket da vedere in streaming tv su Amazon Prime Video

migliori film sul basket su amazon prime video

Se stai cercando i migliori film sul basket, Amazon Prime Video è sicuramente la piattaforma giusta. Probabilmente ci sono titoli meno altisonanti rispetto a quelli che trovi su Netflix, e anch meno serie tv e documentari.
Ma il sito di streaming tv del colosso di e-commerce soddisfa la voglia di palla a spicchi grazie a una serie di bei film che raccontano storie ispirate alla realtà. Un modo per passare il tempo col basket in questo periodo in cui il campetto è off limits a causa delle restrizioni anti-Covid.
Alcuni sono film recenti, altri sono dei grandi classici che non tramonteranno mai.
>>LEGGI ANCHE: I migliori docufilm e serie tv sulla montagna da guardare su Netflix

Quali sono i migliori film sul basket da guardare su Amazon Prime Video

Da un grande classico come Coach Carter a Il sogno di Calvin, passando da una chicca degli anni ’90 come Blue Chips (con il mitico Shaquille O’Neal) e da Uncle Drew (con Kyrie Irving e molti altri giocatori ed ex giocatori nel cast): i film e serie tv sul basket da guardare su Amazon Prime Video abbondano e sono per tutti i gusti.

Coach Carter

Regia: Thomas Carter
Anno: 2005
Durata: 136 minuti
Secondo tanti appassionati, Coach Carter è il miglior film sul basket in assoluto. Stiamo parlando di un vero e proprio capolavoro del cinema sportivo, ispirato alla storia vera di coach Ken Carter, allenatore degli Oilers della Richmond High School. Carter, che da giovane aveva frequentato quel liceo, si ritrova ad allenare una squadra composta da ragazzi pieni di problemi familiari e provenienti da quartieri parecchio complicati, dove cadere nelle fauci della droga e della criminalità è un rischio che ogni giovane corre.
Il nuovo coach degli Oilers, dunque, vuole invertire la tendenza e salvare questi ragazzi non solo grazie al basket in sé, ma anche alla disciplina (chi non ha buoni voti, non si allena e non gioca) e a un duro metodo di allenamento inizialmente poco apprezzato. Ma che darà i suoi succosi frutti.

Wolves – Il campione

Regia: Bart Freundlich
Anno: 2016
Durata: 109 minuti
La storia di un futuro campione che fin da giovane è costretto a superare ostacoli apparentemente insormontabili. Il film parla di Anthony, stella del basket liceale statunitense che si appresta a iniziare la sua avventura al college: l’ultimo passo prima della NBA. Suo padre, però, ha dei seri problemi con il gioco d’azzardo, così la famiglia di Anthony finisce sul lastrico nel giro di poco tempo. Ne seguono un infortunio e altre difficoltà che proveranno a compromettere i sogni del giovane Anthony.

Blue Chips – Basta vincere

Regia: William Friedkin
Anno: 1994
Durata: 108 minuti
Un film che farà brillare gli occhi degli amanti del basket anni Novanta, anche perché due dei membri della squadra universitaria di Blue Chips sono Shaquille O’Neal e Penny Hardaway (ai tempi compagni di squadra agli Orlando Magic). L’opera è dedicata allo scandalo dei reclutamenti illeciti nel basket universitario NCAA, dove è tuttora illegale pagare i giocatori. Protagonista della storia (realmente accaduta) è Pete Bell, allenatore dei Dolphins della Western University che a un certo punto ha davanti a sé un bivio: vincere o infrangere le regole della NCAA.

Uncle Drew

Regia: Charles Stone III
Anno: 2018
Durata: 1 ora e 43
Ormai tre anni fa, l’attesa attorno ad Uncle Drew era enorme. Il film ha poi diviso la critica e non è piaciuto a tutti, ma rimane interessante per via del fatto che è possibile ammirare una moltitudine di giocatori ed ex giocatori NBA nelle vesti di attori (con costumi di dubbio gusto). Il protagonista è Uncle Drew, interpretato da Kyrie Irving, un personaggio che già prima dell’uscita della commedia era molto conosciuto per via delle pubblicità della Pepsi.
Gli altri giocatori ed ex giocatori presenti nel film sono Nate Robinson, Reggie Miller, Chris Webber, Shaquille O’Neal e Aaron Gordon. La trama parla di Uncle Drew e Dax (interpretato dal comico Lil Rel Howery) che organizzano un viaggio per radunare la loro vecchia squadra di basket, con l’obiettivo di dimostrare che un gruppo di vecchietti può ancora dominare.

Non ci resta che vincere

Regia: Javier Fesser
Anno: 2018
Durata: 1 ora e 58 minuti
Uno dei pochi film spagnoli dedicati al basket. Si tratta di una gradevole commedia che fa pensare e divertire al tempo stesso. Il protagonista è Marco Montes, un allenatore di basket arrogante che viene condannato a diversi mesi di servizi sociali dopo un incidente per guida in stato di ebrezza. Gli viene quindi affidata la panchina di una squadra di giocatori disabili che, dopo le difficoltà iniziali, cambierà la mentalità e la visione del mondo di Marco.

Il sogno di Calvin

Regia: John Schultz
Anno: 2002
Durata: 1 ora e 40
Il rapper e attore Bow Wow ora non si chiama più “Lil” e ha 33 anni, e dall’uscita di questo film sembra davvero passato un secolo. Bow Wow è l’interprete di Calvin, un ragazzino che sogna una grande carriera nel basket ma che non ha la tecnica e l’altezza per distinguersi. Tutto cambia nel momento in cui trova delle scarpe con incise le iniziali ‘MJ’ (Michael Jordan) che lo trasformano in un fenomeno con la ‘F’ maiuscola.

[Photo by: Wikimedia Commons]

©RIPRODUZIONE RISERVATA