10 prodotti outdoor vintage che non si trovano più

I caschi da bici in gomma piuma
Alla faccia della tecnologia. Negli anni '70 i caschi da bici erano fatti da quattro strisce di gomma piuma coperta da uno strato di plastica leggera (o di pelle nei modelli più costosi). Il più delle volte, il ciclista copriva il casco stesso con quei cappellini sponsorizzati di cotone leggero e con la visierina di plastica basculante (li indossava anche il tragico Fantozzi durante la Coppa Kobram). Anche questi sono pressoché scomparsi...

4 casco bici vintage
macchina fotografica leika
7 pantaloni alla zuava
6 abbigliamento sci vintage
3 gabbiette per pedali bici
zaino invicta jolly
saltafoss
tenda canadese
9 lenti polaroid
10 tepa

Pubblicità

Li abbiamo usati e consumati per anni. Poi anche la tecnologia outdoor si è evoluta e sono scomparsi dai nostri armadi e dalle nostre cantine. In principio, vivere e fare sport all’aria aperta fu anche questo: zaini ante litteram che oggi potrebbero essere scambiati per degnissime sporte per la spesa, maglioni di lana grezza pesanti come incudini di quando ancora non esisteva il Polartec, calzature multifunzione (nel senso che c’erano solo quelle e ci facevi di tutto) con la para bianca e lo scamosciato: tutti prodotti che oggi vedi solo sulle bancarelle dei mercatini vintage e che sono stati sostituiti da altrettanti omologhi con tecnologie e materiali avanzatissimi.

Non possono far altro che strapparci un ricordo e un sorriso, almeno a coloro che sommano più di 40 anni…

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità