10 prodotti outdoor vintage che non si trovano più

Le Tepa
Si chiamavano Tepa Sport e i ragazzi degli anni '70 e '80, abituati alle Superga, le trovavano morbidissime e comode, oltre che fighette. Con le Tepa e con qualsiasi "scarpa da tennis" dalle Converse All Star in giù, ci facevi ogni attività outdoor possibile e immaginabile. Ci giocavi a pallone e ci andavi in montagna (quelle che oggi chiameremmo "scarpe da approccio"), ci pedalavi e addirittura ci correvi (con buona pace dei talloni)... Poi, dieci anni dopo, vennero le Adidas Stan Smith ma quello è un altro discorso. Qualche anno fa le Tepa hanno subito la classica operazione "nostalgia" e sono state riproposte sul mercato, con indecifrabile successo.

4 casco bici vintage
macchina fotografica leika
7 pantaloni alla zuava
6 abbigliamento sci vintage
3 gabbiette per pedali bici
zaino invicta jolly
saltafoss
tenda canadese
9 lenti polaroid
10 tepa

Li abbiamo usati e consumati per anni. Poi anche la tecnologia outdoor si è evoluta e sono scomparsi dai nostri armadi e dalle nostre cantine. In principio, vivere e fare sport all’aria aperta fu anche questo: zaini ante litteram che oggi potrebbero essere scambiati per degnissime sporte per la spesa, maglioni di lana grezza pesanti come incudini di quando ancora non esisteva il Polartec, calzature multifunzione (nel senso che c’erano solo quelle e ci facevi di tutto) con la para bianca e lo scamosciato: tutti prodotti che oggi vedi solo sulle bancarelle dei mercatini vintage e che sono stati sostituiti da altrettanti omologhi con tecnologie e materiali avanzatissimi.

Non possono far altro che strapparci un ricordo e un sorriso, almeno a coloro che sommano più di 40 anni…

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...