A Mauro Corona il Premio Mario Rigoni Stern

Il Premio Mario Rigoni Stern, sezione narrativa, se lo aggiudica quest’anno Mauro Corona, con il suo ultimo romanzo La voce degli uomini freddi (Mondadori).

Secondo la giuria l’opera del noto scrittore, artista e alpinista friulano “rappresenta l’epopea delle genti di montagna, avvezze al pericolo e al sacrificio […] Uomini freddi come aggettivo di loco, non come aggettivo qualificativo. Un’umanità costretta a vivere nel luogo freddo, ma che da questa caratteristica non solo non è schiacciata, ma la trasforma in elemento positivo”.

Il concorso è dedicato alla letteratura multilingue delle Alpi e, nato sotto l’esemplare stella del Rigoni Stern de Il sergente nella neve, si propone di favorire e valorizzare l’humus culturale e poliglotta delle popolazioni dell’area alpina. Si divide in due categorie a scadenza biennale: saggistica negli anni dispari e  narrativa in quelli pari.

Con questo riconoscimento Mauro Corona, 17 libri alle spalle, non fa altro che confermare il ruolo di cantore del mondo reale e immaginifico della sua amata montagna. Del resto, come continuano i giurati nella loro motivazione, con la sua scrittura l’autore friulano “non deve inventare nulla, ma riferirsi liberamente alla propria gente”.

Il Premio Mario Rigoni Stern verrà consegnato sabato 29 marzo a Riva del Garda.

©RIPRODUZIONE RISERVATA