Quante tazze di caffè si possono bere al giorno?

Come in tutte le cose c'è una giusta dose tra bene e male, e vale anche per il caffè: 400 milligrammi al giorno è la dose consigliata per trarne tutti i benefici. Scopri a quante tazzine corrispondono

caffè

Il caffè fa bene o fa male? Come per ogni cosa è importante la giusta misura. Una cosa è certa: il caffè ha un sicuro impatto sul nostro organismo. L’eccessiva assunzione di caffeina può provocare problemi di ipertensione, ma recenti studi hanno dimostrato che quattro tazze di caffè al giorno sono un numero ideale per apportare benefici alla salute e alla capacità di concentrazione.

Pubblicità

>>Leggi anche: I 5 usi insospettabili del caffè

Bere caffè allunga la vita

Uno studio realizzato dalla Società Europea di Cardiologia (ESC) ha evidenziato che i soggetti che consumano almeno quattro tazze di caffè al giorno hanno un rischio di mortalità del 64% minore rispetto a quelli che non bevono assolutamente caffè, mentre in chi beve quotidianamente due caffè il rischio è del 22%.

>>Leggi anche: Caffè scagionato dalle accuse: non è cancerogeno

Quante tazze di caffè in una dieta salutare?

Si è definito che la quantità ideale di caffè non deve superare i 400 milligrammi (appunto l’equivalente di quattro tazzine). Oltre ad osservare questo limite è chiaro che devono essere rispettate anche altre regole come quelle di una una dieta sana, di una quotidiana abitudine all’esercizio fisico.

>>Leggi anche: Il caffè fa bene al cuore e riduce la fame

Effetti del caffè nel breve e lungo periodo

Bere caffè ha indubbiamente un effetto positivo per quanto riguarda la capacità di concentrazione, così come l’effetto tonico e stimolatorio sulla funzionalità cardiaca e nervosa. E’ un ottimo digestivo, non a caso si prende anche a fine pasto, perché stimola la secrezione gastrica e biliare. Sono stati riscontrati anche benefici al dimagrimento perché aumenta la quantità di calorie bruciate (termogenesi).

Esagerare nell’assunzione di caffeina può esporre l’organismo ad alcuni rischi. Agendo sul sistema digerente, troppa caffeina non è certo indicata a chi soffre di ulcera, gastrite o reflusso gastroefageo. Troppo caffè provoca nel “minore dei mali’ insonnia, ma è pericoloso per chi soffre di pressione alta e può provoca tachicardia e tremori.

Studi effettuati dall’International Life Sciences Institute hanno determinato che i livelli di caffeina nel nostro organismo incidono al livello cardiovascolare, muscolare, osseo, riproduttivo e psicologico.

>>Leggi anche: Quando lo yoga è un aiuto contro l’insonnia
Non è banale, ma anche solo sentire il buon profumo di caffè ha un effetto rilassante e incide anche sul nostro umore. Le proprietà antiossidanti di questa bevanda la rendono inoltre ideale contro la depressione.

>>Leggi anche: L’attività fisica all’aria aperta è un aiuto contro la depressione

Caffè come viagra naturale

Tra gli effetti positivi della caffeina anche quello di essere un buon viagra naturale. La Società italiana di andrologia ha infatti dimostrato come, mediante un particolare processo chimico, agisca sul tessuto erettile tanto da ridurre fino a un terzo il rischio di disfunzioni.

>>Leggi anche: Sport e sesso: ecco perchè troppa attività fisica abbassa il desiderio maschile

Un’assicurazione sulla vita

In conclusione è giusto dire che il consumo regolare e ragionato di caffè contribuisce ad avere aspettative di vita più lunghe rispetto a chi non lo beve. E’ un alimento tra i più sani nelle nostre diete occidentali e contiene più antiossidanti di frutta e verdura messe insieme. Le quattro tazzine sono perciò una modalità corretta e sana e berne una quinta non provoca certo danni irreparabili, ma non deve diventare un’abitudine.

>>Leggi anche: Vuoi vivere di più? Passeggia almeno due ore e mezza a settimana

[photo credits: pixabay.com]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità