Bonus bici 2021: ecco gli sconti sulle bici a livello locale

bonus bici 2021

Avremo un bonus bici anche nel 2021? Ancora non ci sono informazioni certe a riguardo, ma considerando il successo del buono mobilità del 2020 non possiamo escludere nulla: nell’attesa, è possibile avere sconti sulle bici a livello locale, a seconda delle Regioni.
Nel primo anno di pandemia, lo sconto/voucher del 60% (fino a un massimo di 500 euro) ha permesso al mercato italiano delle biciclette di fare un importante balzo in avanti: i dati di Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori) parlano di una crescita del 14% per le bici muscolari e del 44% delle e-bike, per un totale di 2 milioni di unità vendute.
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) stanzierà delle risorse esclusivamente per le piste ciclabili, ma nel documento che verrà presentato il 30 aprile alla Commissione europea non c’è traccia di incentivi per l’acquisto di biciclette.
Ci sono però delle regioni e dei comuni che si stanno portando avanti tramite delle misure territoriali per agevolare l’acquisto di bici nel 2021. Vediamo ora di cosa si tratta: continua a leggere qui sotto.
>>LEGGI ANCHE: Bonus bici elettrica 2021: tutte le agevolazioni

Pubblicità

Il bonus bici 2021 in Abruzzo: come funziona

Una cosa molto simile al bonus bici del 2020 è attualmente disponibile in Abruzzo, dove la regione sta mettendo a disposizione 300.000 euro per permettere alle famiglie di acquistare biciclette, e-bike o monopattini elettrici a un prezzo inferiore a quello di mercato. Grazie a questo contributo, ogni nucleo familiare abruzzese può compare un solo mezzo scontato fino al 50%; il rimborso non può superare i 300 euro.
Come per il bonus mobilità 2020, servono le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale) e chi prima arriva meglio alloggia: i contributi verranno versati in ordine cronologico fino ad esaurimento. Per inviare la domanda è sufficiente cliccare su questo link: le iscrizioni sono aperte sabato 24 aprile e termineranno giovedì 29 aprile.

Il rimborso chilometrico a Foggia: come funziona

Il comune di Foggia ha avviato una iniziativa sperimentale che pare molto interessante. I cittadini foggiani (ma anche chi lavora o studia nel comune pugliese) Over 13 possono, dal 9 aprile, iscriversi a un bando che di fatto permetterà di guadagnare pedalando.
La misura prevede degli incentivi pari a 0,25 euro al chilometro nei tragitti casa-lavoro-casa e casa-scuola-casa percorsi in bicicletta; 0,15 euro al chilometro negli altri tragitti urbani percorsi in bicicletta e delimitati da un perimetro visualizzato nella App Pin Bike.
Il rimborso chilometrico non potrà superare l’importo di 1 euro al giorno e di 30 euro al mese.
Chi partecipa, inoltre, può accumulare un bonus mensile da spendere presso i negozi di vicinato iscritti all’iniziativa. Per ora possono iscriversi al bando (disponibile su e www.comune.foggia.it/foggiainbici) e accedere ai rimborsi solo 600 cittadini aventi diritto, che dal 27 aprile all’11 maggio 2021 potranno ritirare gli appositi kit (composti da contachilometri bluetooth con supporto, un adattatore per valvole in alluminio con tappo in plastica e una targa catarifrangente) presso la sede comunale di via Gramsci 17.
>>LEGGI ANCHE: Trekking e bici alla scoperta del Gargano

Le altre agevolazioni per l’acquisto di bici e e-bike

Quella del comune di Foggia è una misura simile al bike to work (un rimborso chilometrico da parte dell’azienda o del comune per recarsi in ufficio in bicicletta), che in Emilia-Romagna è già realtà. Sempre parlando di bonus che agevolano l’acquisto di biciclette, i possessori della Legge 104 per problemi motori e i loro accompagnatori hanno diritto a uno sconto del 19% (senza tetti di spesa) sulle biciclette elettriche. Ottenere il bonus è semplice: bisogna allegare il certificato ASL che accerti il problema motorio al modulo 730 da presentare dal 10 maggio 2021.
[Photo by: Pixnio]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità