Il Covid diventerà un virus stagionale come l’influenza

covid-stagionale

Uno studio appena pubblicato su Frontiers in Public Health rivela che il Covid-19 diventerà un virus stagionale come l’influenza. Non da subito, ma la malattia causata dal virus SARS-CoV-2, è destinata a diventare ciclica nei paesi con climi temperati; ma succederà quando verrà raggiunta l’immunità di gregge. Fino a quel momento, COVID-19 continuerà a circolare attraverso le stagioni, il che ci fa ben capire quanto siano importanti le misure di sanità pubblica da mettere in atto per controllare il virus.

Pubblicità

Il Covid diventerà un virus stagionale come l’influenza

Molti virus respiratori seguono modelli stagionali, specialmente nelle regioni temperate. Come l’influenza e diversi tipi di coronavirus che causano il raffreddore comune, che raggiungono il picco in inverno nelle aree temperate ma in realtà circolano tutto l’anno nelle regioni tropicali. Gli autori della ricerca, condotta dall’Università americana di Beirut in Libano, hanno esaminato questi virus stagionali, analizzando i fattori virali, nonché le ultime conoscenze sulla stabilità e la trasmissione di SARS-CoV-2.
Hanno così concluso che la sopravvivenza del virus nell’aria e sulle superfici, la suscettibilità delle persone alle infezioni e i comportamenti umani, come l’affollamento indoor, differiscono nel corso delle stagioni a causa dei cambiamenti di temperatura e umidità..
Ma rispetto ad altri virus respiratori come l’influenza, Covid-19 ha un più alto tasso di trasmissione (R0), almeno in parte a causa della circolazione in una popolazione che non ha ancora raggiunto una immunità diffusa.

Immunità di gregge per rendere i virus stagionale

Ciò significa che, a differenza dell’influenza e di altri virus respiratori, i fattori che regolano la stagionalità dei virus non possono ancora arrestare la diffusione del COVID-19 nei mesi estivi. Questo avverrà una volta raggiunta l’immunità di gregge attraverso infezioni naturali e vaccinazioni, cosa che farà diminuire in modo sostanziale l’R0, rendendo il virus più esposto ai fattori stagionali.
“COVID-19 è qui per restare e continuerà a causare epidemie tutto l’anno fino a quando non sarà raggiunta l’immunità di gregge”, spiegano i ricercatori. Ma la sperata immunità collettiva non arriverà velocemente e potremmo dover sopportare più ondate di COVID-19. Dovremo cioè imparare a conviverci e continuare a praticare le migliori misure di prevenzione (mascherina, distanziamento fisico, igiene delle mani).
[photo Foto di Anastasia Gepp da Pixabay]

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità