Il contributo di Ferrino per l’Emergenza

Il contributo di Ferrino per l'Emergenza

Ferrino è da sempre al fianco di chi opera nelle situazioni di emergenza, ed è attualmente impegnata nella realizzazione di ospedali da campo per far fronte all’Emergenza da Coronavirus. L’azienda torinese è principalmente conosciuta per le attrezzature outdoor destinate agli appassionati di montagna ed alpinismo, compagna di piccole e grandi imprese in ogni angolo della terra, ma c’è anche una parte meno conosciuta della sua attività, di cui l’azienda va particolarmente fieri perché consente di raggiungere un risultato importantissimo, affiancare chi opera in prima linea nel pronto intervento, contribuendo a salvare vite umane, fornendo assistenza e riparo alle popolazioni colpite da eventi disastrosi.

Pubblicità

Ferrino, una lunga storia di collaborazioni nelle situazioni di emergenza

Nei 150 anni di attività, Ferrino ha sviluppato un grande know how nel progettare e produrre tende e prodotti per l’emergenza. Sono molte le organizzazioni umanitarie nazionali ed internazionali con le quali Ferrino collabora e che impiegano i prodotti nelle operazioni di soccorso, dal Ministero degli Interni alla Protezione Civile Italiana, passando per alcune agenzie importanti delle Nazioni Unite come Unicef, Unhcr, World Food Program, fino alla Croce Rossa ed alcune importanti ONG come Medecins sans Frontieres e Save the Children. Ma per tutti coloro che hanno il compito di intervenire in situazioni di emergenza e pericolo è fondamentale poter contare su attrezzature affidabili.
Per queste situazioni di emergenza Ferrino dispone di un catalogo, ma nella maggior parte dei casi preferisce creare progetti ad hoc, che rispondano alle richieste di chi opera sul campo, analizzando scrupolosamente le loro esigenze, facendo tesoro delle precedenti esperienze, in un processo che coinvolge i tecnici e progettisti dell’azienda ed il team del cliente. Questo collaudato metodo, abbinato a un attento servizio di assistenza e manutenzione, consente a Ferrino di rispondere puntualmente alle sfide e di puntare a una evoluzione continua, per vincere tutti insieme la sfida più importante: quella della solidarietà.

Il contributo di Ferrino per l'Emergenza

Emergenza COVID-19

In questa tragica fase di pandemia tutti gli sforzi di Ferrino sono concentrati su questo settore cercando di rispondere in modo rapido e puntuale alle richieste che arrivano dalle organizzazioni impegnate nell’emergenza e sulla produzione interna che sta lavorando alla confezione delle tende che vengono attualmente impiegate all’esterno degli ospedali per effettuare un primo screening sui pazienti che arrivano al Pronto Soccorso, così da poterli incanalare nei giusti flussi prima di farli accedere alla struttura ospedaliera.
In questo periodo di emergenza globale Ferrino sta realizzando un ospedale da campo destinato all’unità di crisi dell’ASL di Cuneo che normalmente lo impiega in scenari internazionali: 18 tende con percorsi di collegamento protetti, dotate di teli ombra e impianti elettrici, progettate per riprodurre un’intera struttura ospedaliera: triage, sala attesa, camera pre-operatoria ed operatoria, sala per nascite, laboratorio RX, camera mortuaria, oltre a dormitori con camere interne con posti letto, bagni e docce. Il suo gemello è attualmente operativo in Mozambico.

Ferrino per l’Unicef

Ferrino ha anche recentemente sviluppato due importanti progetti per l’Unicef. La nuova Staff Accomodation con modulo living ed office completamente equipaggiati e la nuova tenda Unicef High Performance Tent, della quale l’azienda è particolarmente orgogliosa, frutto di una fase di studio e test sul campo lunga e impegnativa. Una stimolante co-progettazione dalla quale è nata una nuova tipologia di tenda realizzata in 3 dimensioni da 24, 48 e 72 m2 che Unicef utilizzerà principalmente come tenda scuola, ma anche per altri usi di emergenza, quale ad esempio tenda ospedale. La tenda è stata progettata e provata sul campo per superare alcuni limiti delle tende esistenti sia dal punto di vista funzionale con una grande abitabilità e luminosità, sia dal punto di vista climatico con soluzioni modulari adatte a climi caldi, freddi o particolarmente ventosi in qualsiasi parte del mondo. È stata ottimizzata anche nella facilità di trasporto con i componenti suddivisi in unità rigide anche aviotrasportabili ma al cui interno il contenuto è sistemato in borse movibili a mano da 2 persone del peso fino a 50 kg.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità