In quarantena perché positivo, va ad arrampicare e cade: in isolamento i medici soccorritori

Positivo al COVID, va ad arrampicare e cade: in isolamento i medici soccorritori

Positivo al COVID, in quarantena va ad arrampicare e cade. Ora sono in isolamento i medici soccorritori. È successo venerdì 6 novembre nella zona di Passo del Lupo, a Colle San Marco, frazione di Ascoli Piceno. Secondo quanto riferisce Cronache Picene, il giovane, a conoscenza della sua positività e appunto soggetto a quarantena e isolamento, stava facendo boulder quando è caduto ed è rimasto ferito al punto di dover chiamare i soccorsi. Però quando sono giunti sul posto i volontari del Soccorso Alpino il giovane non li ha informati della sua positività al Coronavirus, né ha informato il persone dell’ambulanza inviata sul posto. La positività è emersa solo una volta giunti in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno: qui, una volta inseriti i suoi dati anagrafici, è emersa la positività, che ha costretto l’ASL locale a rintracciare i soccorritori e porli in isolamento. Il giovane, con una frattura al femore che richiedeva un intervento operatorio, è stato dapprima tenuto nell’area COVID del pronto soccorso di Ascoli, e poi trasferito al Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto per l’operazione. Operazione che, data la sua positività, è da effettuarsi in una sala a pressione negativa che al Mazzoni di Ascoli era già occupata da un altro paziente COVID.
Il giovane, per aver violato la quarantena, rischia ora un procedimento penale con sanzioni che prevedono l’arresto da 3 a 18 mesi e un’ammenda da 500 a 5.000 euro.

Pubblicità

Foto d’archivio

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità
Nessun Tag per questo post