Problemi bonus bici, come sta andando il click day: più di 500mila persone in coda

Problemi bonus bici

I problemi del bonus bici nel giorno del click day non sono mancati: noi, ad esempio, oggi non siamo ancora riusciti a ottenerlo perché (dopo tre ore in coda) il sito e l’App di PosteItaliane per inserire le credenziali SPID sono andati in “down”. Un problema purtroppo riscontrato da tantissimi utenti. A causa di questo malfunzionamento, dunque, il tempo limite per richiedere il rimborso è scaduto e siamo tornati in attesa. Il risultato? Più di 500mila persone davanti. Le modalità di erogazione del bonus bici e monopattini si stanno rivelando talmente farraginose che su Twitter è spopolato l’hashtag #buonoimmobilità.
Alle 8.30 ci siamo messi in postazione con tutti i documenti necessari (fattura in PDF, credenziali SPID, IBAN) per richiedere il rimborso, ma purtroppo non è andato tutto liscio. Alle ore 8.58, 2 minuti prima dell’avvio dell’iniziativa, il sito del buono mobilità (buonomobilità.it) era ancora operativo e presentava semplicemente un grafico con i fondi totali (215 milioni) e i fondi disponibili. “Alle ore 9 si accede alla si accede alla sala d’attesa virtuale. Alle 9.30 a tutti gli utenti in sala d’attesa verrà assegnato un posto in coda”, questo era il messaggio sulla landing page del portale. Alle ore 9.00 abbiamo aggiornato il sito perché non stava più succedendo nulla, e il portale si è bloccato sulla schermata “impossibile raggiungere il sito”.

Più di 200mila persone in coda per richiedere il bonus bici

Pochi minuti dopo, finalmente, qualcosa si è mosso: la piattaforma online si è ricaricata e ci ha chiesto di inserire il comune di residenza per poi accedere all’area beneficiari del buono mobilità. Ed ecco che, per quasi mezz’ora sono tornati i problemi bonus bici: siamo rimasti bloccati nella schermata “Accedi a buono mobilità 2020 – area beneficiari”. Per chi fosse fermo qui: ricaricate la pagina e vi ritroverete in coda.

Alle 9.37 la situazione si è sbloccata e ci è stato ufficialmente assegnato un posto in coda: il numero 211.486. Già, abbiamo più di 211mila persone davanti e abbiamo effettuato l’accesso al sito alle 9 in punto. La coda si sta smaltendo lentamente, e in questo momento (ore 10.10) l’avanzamento è in pausa.

I problemi del bonus bici continuano. Alle 10.25 la coda si è sbloccata nuovamente: siamo al numero 206.936. Anche altri utenti, in lista per ottenere il rimborso, stanno riscontrando gli stessi problemi bonus bici: c’è chi ha 350mila persone davanti e chi ne ha addirittura 460mila. Si preannuncia una lunga attesa davanti al monitor del computer, senza che si riesca poi nei 20 minuti a disposizione a completare la procedura.

𝗕𝗼𝗻𝘂𝘀 𝗯𝗶𝗰𝗶𝗰𝗹𝗲𝘁𝘁𝗮, 𝗰𝗹𝗶𝗰 𝗱𝗮𝘆, un’ora dopo l’apertura (ore 9) ho solo 247.009 utenti davanti a me. Peggio che al concorsone…

Pubblicato da Paolo Annoni su Martedì 3 novembre 2020

Mentre siamo ancora in coda, sulla landing page del sito del buono mobilità i fondi residui stanno iniziando a scalare. Da 215milioni siamo passati a circa 214milioni residui, e ciò significa che qualche utente è già stato rimborsato (aggiornamento ore 11.00).

Abbiamo ancora più di 10mila persone davanti, ma gli utenti che stanno riuscendo a ottenere il rimborso sono sempre di più (212milioni di plafond residuo). Francesco, ad esempio, ci scrive soddisfatto: “Io sono riuscito. Il processo è molto semplice. Basta inserire qualche informazione classica come nome, cognome. Poi bisogna caricare il PDF della fattura, e anche tramite SPID bisogna accettare la richiesta. Ci ho messo 4 minuti sui 20 disponibili per richiedere il bonus” (aggiornamento ore 11.25).

Utenti furiosi: “Il sito di Poste Italiane per inserire le credenziali Spid non funziona e non possiamo richiedere il bonus”

La maggior parte degli utenti stanno riscontrando numerose difficoltà nel momento in cui devono inserire le credenziali SPID attraverso il portale di PosteItaliane (uno degli Identity Provider con cui ci si registra al Sistema Pubblico di Identità Digitale), al quale è impossibile accedere dopo aver riportato il nome utente e la password SPID: “Il sito delle Poste non funziona né dal PC né dall’App del telefono, quindi non riesco a proseguire per ottenere il bonus bici. Sul PC esce ‘impossibile raggiungere il sito’, sull’applicazione ‘si è verificato un errore’“, ci scrive Gianluca. Un problema bonus bici sempre più comune: su Twitter, all’hashtag #posteitaliane e #buonomobilità, ci sono decine di messaggi di utenti furiosi perché l’App e il sito di Poste Italiane sono bloccati. A causa di questo malfunzionamento è impossibile procedere per richiedere il rimborso (60%, massimo 500 euro) degli acquisti effettuati dal 4 maggio a ieri (aggiornamento ore 12.10). Attorno a mezzogiorno è successa la stessa cosa a noi: sito di PosteItaliane in down, centralino occupato e minutaggio scaduto. Siamo tornati sulla schermata iniziale del bonus bici e non abbiamo potuto fare altro che rimetterci in coda: missione fallita. Abbiamo più di 500mila persone davanti (aggiornamenti ore 12.30). Alcuni utenti segnalano problemi anche con altri siti degli Identity Provider della SPID, specialmente Tim.

Problemi bonus bici: stanno andando via 2 milioni di euro all’ora. Fondi esauriti entro questa settimana?

Sentendo alcuni negozianti, abbiamo scoperto che al momento vengono assegnati circa 2 milioni di euro all’ora. Entro 4-5 giorni, insomma, il denaro stanziato potrebbe terminare. Sulla landing page del sito del buono mobilità si vede la quantità di soldi assegnati (alle ore 14.00 rimangono 197.113.031 euro), ma non è possibile capire per ora quale sia la cifra media erogata per il bonus.

©RIPRODUZIONE RISERVATA