Perché camminare in montagna ci rende felici

Avete presente quella sensazione goduriosa di quando arrivate al rifugio, o in vetta ad ammirare il panorama, e vi sentite davvero bene, soddisfatti, in pace con voi stessi e con il mondo e insomma, in una parola, felici? Be’, se pensavate che fosse un vostro privilegio vi sbagliate di grosso: un paio di ricerche scientifiche hanno dimostrato dati alla mano che camminare nella natura abbassa lo stress, stimola la produzione di endorfine, responsabili della sensazione di benessere, e insomma sì, rende felici.

> Per approfondire: Fare o avere? Questo è il dilemma della felicità

Le ricerche sono state condotte dalla University of Michigan e dalla inglese Edge Hill University prendendo in considerazione circa 2000 delle oltre 70mila persone coinvolte nel Walking for Health Program britannico e hanno appurato che camminare in un ambiente naturale riduce gli influssi negativi dello stress e stimola sensazioni positive di benessere e ottimismo. Gli studi sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Ecopsychology.

> Per approfondire: Stare nella natura è il segreto della longevità

Un’altra ricerca condotta dal Social, Economic, and Geographical Sciences Research Group presso il James Hutton Institute di Aberdeen ha poi dimostrato come i benefici maggiori derivino dalla pratica regolare del camminare nella natura: per abbattere i livelli di stress e godere dei primi benefici effetti basterebbero anche piccole passeggiate almeno 3 volte la settimana, purché in un ambiente verde e naturale.

Per approfondire: Il dottore che prescrive passeggiate nella natura anziché medicine

E come se non bastasse, una recente ricerca americana ha dimostrato che i bambini che stanno a contatto della natura dimostrano una maggiore capacità di capire le emozioni e di relazionarsi con gli altri.

> Per approfondire: Camminare è la miglior medicina del mondo

Se ti piace camminare in montagna leggi anche tutti gli altri articoli che riguardano il trekking: clicca qui.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

37 responses to “Perché camminare in montagna ci rende felici

  1. Confermo pienamente l'articolo,perche'ogni volta che terminavo una passeggiata ,mi chiedevo da dove venisse quel senso di serenita'e felicita' ne provavo.(stanchezza a parte).

  2. Confermo pienamente l'articolo,perche'ogni volta che terminavo una passeggiata ,mi chiedevo da dove venisse quel senso di serenita'e felicita' ne provavo.(stanchezza a parte).

  3. Confermo pienamente l'articolo,perche'ogni volta che terminavo una passeggiata ,mi chiedevo da dove venisse quel senso di serenita'e felicita' ne provavo.(stanchezza a parte).

  4. Confermo pienamente l'articolo,perche'ogni volta che terminavo una passeggiata ,mi chiedevo da dove venisse quel senso di serenita'e felicita' ne provavo.(stanchezza a parte).

  5. Anch'io che lavoro già nella natura(giardiniere) trovo sempre una felicità immensa a fare trekking in montagna senza esser super escursionista ma curioso di scoprire nuovi punti di vista e nuovi posti incantevoli

  6. Io quando vado per funghi nelle boscaglie mi sento un'altro e non penso più a tutti i problemi , anzi mi accorgo che gli stessi problemi perdono quella carica che hanno di nuocere e vengono ridimensionati

Comments are closed.