Doccia dopo allenamento: meglio calda o fredda?

Doccia dopo allenamento: meglio calda o fredda?

C’è chi la doccia dopo allenamento preferisce farla fredda e chi invece non potrebbe mai rilassarsi senza una prolungata doccia calda appena finito di fare sport. E tra gli uni e gli altri le posizioni sono quasi inconciliabili tanto che le dispute se la doccia da sudati sia meglio calda o fredda sono ormai un classico di qualunque spogliatoio o chiacchiera tra sportivi e sportive. Una cosa è certa: dopo l’allenamento è bene fare subito la doccia, per questioni di igiene, di benessere ma anche perché una bella doccia facilita la fase di transizione tra l’attività fisica e il riposo (o gli altri impegni della giornata). La cosa interessante è che sia la doccia calda che quella fredda hanno i loro pro e contro, vantaggi e svantaggi che dipendono tanto dalle abitudini quanto da fattori personali e non ultimo dagli obiettivi che si vogliono ottenere (oltre a quella basico di lavarsi).

Pubblicità

Doccia dopo allenamento per recuperare

Se vuoi recuperare più in fretta dopo un allenamento davvero tosto, allora meglio la doccia fredda. Ti può sembrare strano, visto che un getto gelato è tutto fuorché rilassante, ma se pensi ai benefici della crioterapia tanto in voga tra gli sportivi potresti ricrederti: il freddo riduce l’infiammazione, che è una delle conseguenze dell’allenamento, e favorisce lo smaltimento delle tossine da esso provocato. E se non hai una vasca di ghiaccio o una camera crioterapica, una veloce doccia fredda è un ottimo surrogato.
Poiché il freddo riduce le infiammazioni alcune ricerche scientifiche si sono chieste se una doccia fredda potesse favorire anche una risposta immunitaria, e così è: da uno studio del 2016 (The Effect of Cold Showering on Health and Work: A Randomized Controlled Trial) è emerso che chi concludeva la sua normale doccia con 30″/90″ di getto freddo aveva ridotto del 29% le assenze per malattia dal posto di lavoro (ovviamente non vale se sei già in qualche modo malato, fosse anche un banale raffreddore). Oltre a ciò una sferzata di acqua fredda a fine doccia provoca anche il rilascio di endorfine, gli ormoni del piacere, del benessere e della felicità, e qualche secondo di getto freddo a fine doccia può predisporre al buonumore nonché a maggior lucidità e prontezza nel corso della giornata.
Infine c’è una indicazione specifica a favore della doccia fredda: qualunque dermatologo può dire che la doccia fredda riduce la sensazione di prurito, tipica di quando si suda molto, non solo in estate, e la pelle risulta arrossata.

I benefici della doccia calda dopo allenamento

Quindi tutti e sempre doccia fredda? No, perché la doccia dopo allenamento calda ha anch’essa i suoi benefici. Ovviamente l’acqua calda è più “igienica”, nel senso che rimuove meglio grassi, sporco e impurità dalla pelle (ma possono anche seccarla eccessivamente).
Parimenti, uno studio del 2014 (Scientific Evidence-Based Effects of Hydrotherapy on Various Systems of the Body) ha dimostrato come l’acqua calda consenta di rilassare meglio la muscolatura, che al termine di un allenamento o gara è ovviamente molto contratta.
Una doccia calda poi è quello che ci vuole in inverno, o comunque nella stagione dei raffreddori: l’effetto sauna è infatti in grado di liberare il naso chiuso o seccato dal freddo di un allenamento all’aperto in inverno.
Proprio perché rilassano la muscolatura le docce calde sono perfette per chi, dopo l’allenamento, vuole (o deve) subito riposare: secondo uno studio del 2019 le docce calde regolano i cicli circadiani, favoriscono l’addormentamento (spesso in crisi proprio dopo un’attività intensa) e migliorano la qualità complessiva del sonno.
Infine una sorpresa: la doccia calda è meglio di quella fredda soprattutto in estate, quando da una doccia cerchiamo anche refrigerio per smettere di sudare. Se infatti la doccia fredda dà la sensazione di abbassare velocemente la temperatura, in realtà abbassando di colpo la temperatura della pelle blocca la termoregolazione, come se “tenessimo dentro” tutto il calore per via di un “falso segnale” dall’esterno. Quindi se è estate, il caldo picchia, e hai appena finito di fare sport la cosa migliore da fare è una bella doccia calda. Anche se ti sembra controintuitivo.

Foto di Armin Rimoldi da Pexels

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità