Ciclocross: perché dovresti cominciare subito a praticarlo

Ciclocross: perché dovresti cominciare subito a praticarlo

Il ciclocross è quell’attività in bicicletta che significa principalmente fango, freddo e fatica e che di solito ha molto a che fare con il Belgio? Sì, esattamente quella. E la cosa che potresti scoprire è che è davvero divertente. Talmente divertente che questo è il primo motivo per cui dovresti provare a farlo subito. Perché se ti piace la bicicletta, e ti piace l’inverno, il ciclocross è il loro punto di incontro perfetto. E se Fabio Aru è ripartito dal ciclocross dopo le ultime difficili stagioni, tu potresti scoprire che ci sono tanti ottimi motivi per praticarlo. A cominciare da questi 6.

Pubblicità

1. Ti rende un ciclista migliore
Il fango, la neve, la sabbia, le pietre bagnate, l’erba umida, le pozzanghere che non sai cosa c’è sotto, la ghiaia: il ciclocross è una sfida all’equilibrio, e questo ti rende un ciclista migliore. Ovvio le velocità sono inferiori alla strada ma anche alla MTB nella bella stagione. Guidare e pedalare nelle condizioni di una gara (quando si potranno finalmente fare di nuovo) o di un itinerario di ciclocross, sulle ruote sottili di una bici da ciclocross, è la cosa migliore che puoi fare per migliorare le tue abilità di guida, l’equilibrio in sella e fuori sella, le risposte muscolari a un fondo insidioso, il colpo d’occhio, l’adattamento. E che tu poi voglia tornare in strada o in MTB sarai sicuramente un ciclista migliore.

2. È Una fantastica pausa mentale
Sì, sempre bici è, ma che tu faccia strada o MTB, il ciclocross è una perfetta pausa mentale. Perché alla fine fare sempre la stessa cosa un po’ di motivazione, di grinta, di voglia, anche solo per un po’ di tempo, te la toglie. Con il ciclocross invece continui a fare la stessa cosa – andare in bicicletta – ma è diversa. Cambiano le sensazioni, cambiano le dinamiche, cambiano i paesaggi. Ed è una fantastica pausa mentale che può solo fare del bene.

3. Fisicamente è un perfetto cross-training
Sei sempre in sella (anche se non sempre) ma fisicamente è un altra cosa, ed è un perfetto cross-training. Intanto perché per via del fondo variabile e irregolare hai dei continui picchi di massima frequenza cardiaca. Magari più brevi di quelli che puoi sperimentare in sella a una bici da strada o a una MTB, ma spesso più intensi e più ripetuti. E per qualche settimana, o un paio di mesi, sono un allenamento utile, tanto dal punto di vista muscolare quanto cardiaco e metabolico. Poi pedali tantissimo fuori asse, e questo è un toccasana per i muscoli (oltre che per le abilità di guida, come detto al punto 1). Perché per gli stradisti l’esperienza di pedalata è al 99,99% lineare, con busto, bacino, ginocchia e caviglie allineate. Nel ciclocross le condizioni di disallineamento rispetto al piano frontale sono invece la norma, e questo è utile per tutti i muscoli adduttori e abduttori.

4. Fisicamente è anche un perfetto interval training
Le gare di ciclocross durano “poco”, tipicamente 1 ora massimo. Che per un ciclista di strada ma anche chi fa le MTB marathon è giusto il tempo di scaldarsi. Ma 1 ora di ciclocross, proprio per le condizioni del terreno (e dei percorsi di gara) è come un Interval Training, sei quasi sempre a tutta tranne pochi momenti di recupero. È uno yo-yo dal punto di vista cardiaco e metabolico, tanta resa in poco tempo. E se ci metti anche le fasi di corsa con la bici in spalla per superare gli ostacoli (che ti possono capitare tanto nelle gare quanto in un percorso off-road dietro casa) capisci che hai fatto bingo.

5. Migliora la Vo2Max
Cioè il massimo volume di ossigeno consumato per minuto, o la massima potenza aerobica, ovvero la massima quantità di ossigeno che puoi usare in un’attività fisica protratta nel tempo. E se vai in bicicletta, o fai qualunque sport di endurance – dalla corsa al triathlon o al nuoto su lunghe distanze – hai già capito che questo è uno dei principali parametri di resistenza e prestazione. Il tutto con il vantaggio che ti basta relativamente poco tempo per allenarti bene: 1 ora di ciclocross vale ore e ore di strada da questo punto di vista. Certo, lo puoi fare anche sui rulli, ma vuoi mettere la goduria del ciclocross?

6. Migliora la capacità di accelerare
Cioè il cambio di ritmo, lo sprint, lo spunto. Chiamalo come vuoi. Ma se ti piace scattare sui pedali, il ciclocross è l’allenamento perfetto. Alta coppia e bassa cadenza: è la tipica accelerazione del ciclocross, per esempio quando entri in una curva e poi devi spingere al massimo per riprendere velocità. Con in più la resistenza data dal fango, dalla bicicletta appesantita sempre dal fango, dal fatto che sei sempre a rischio di scivolare e devi controllare la cadenza per mantenere trazione. Insomma, le condizioni perfette per avere coppia elevata e potenza elevata. E quindi migliorare l’accelerazione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità