Come vestirsi per la gravel: capi e accessori indispensabili da capo a piedi

Come vestirsi per la gravel - 8bar-complete-bike-mitte-steel-black-gravel-cross-allroad

Se siete nuovi di questo mondo vi sarà venuto il dubbio su come vestirsi per la gravel. Dubbio legittimo ma anche capzioso, a ben vedere. Diciamoci la verità: il gravel è una filosofia di vita, che non cerca le prestazioni ma il piacere intrinseco del pedalare nella natura. E quindi va da sé che la tecnicità esasperata del ciclismo road non è necessaria (ma nulla vieta di vestirsi proprio come su una bici da corsa) e quello che conta è il comfort e la praticità. Detto ciò, qualche capo tecnico è necessario e indispensabile, e vediamo quali partendo dal basso verso l’alto.

Pubblicità

1. Scarpe da gravel
Detto che le bici gravel generalmente sono vendute senza pedali, e che generalmente il 99,9% dei gravellisti si compra i pedali a sgancio rapido, ti serviranno delle scarpe con le tacchette SPD. Ma versione road o versione MTB? La risposta è abbastanza implicita: se vivi il vero spirito gravel ti troverai a pedalare su sterrati, strade bianche e anche single track. Cioè ti capiterà anche di mettere i piedi a terra, magari fare del portage, sguazzare nel fango e fare tratti a piedi. Quindi le scarpe road non sono le più indicate, ed è decisamente meglio prendere delle scarpe MTB a sgancio rapido. Poi se fai bikepacking o touring e vuoi essere più leggero ha senso usare le scarpe a sgancio rapido per il ciclismo da strada, ma sappi che non appena metti i piedi a terra non saranno le più comode del mondo. Detto tutto ciò, stanno spuntando anche le prime linee di scarpe gravel specifiche, che assicurano camminabilità, leggerezza, protezione e traspirabilità allo stesso tempo.

2. Pantaloncini da gravel
Un vecchio adagio del gravel recita che dalla vita in giù ci si veste come per il cross-country, dalla vita in su come per il ciclismo su strada. Rimanendo ai pantaloncini quindi roba comoda, larga, elasticizzata, con il fondello interno e magari anche qualche tasca. Almeno finché si tratta del giro in puro stile gravel. Se invece si tratta di lunghi trasferimenti di cicloturismo e temi il rischio di irritazioni da sfregamento, i cari vecchi “ciclisti” (cioè i veri pantaloncini con fondello tanto da bici da corsa quanto per le discipline più pedalate della MTB come la Marathon, vanno bene tanto quanto. E in inverno? Be’ in inverno la salopette lunga, c’è poco da fare filosofia.

3. Maglia da gravel
Sì, insomma, l’adagio di cui sopra dice che nella parte superiore del corpo ci si veste come per il ciclismo road. Ma non è mica poi obbligatorio. Per carità, la shirt tecnica race va benissimo, ma siccome l’ultima cosa che dovrebbe interessarti è il coefficiente aerodinamico, e quello che ti interessa davvero è il piacere intrinseco della scoperta in sella alla tua bici gravel, puoi benissimo mettere anche una t-shirt tecnica traspirante non proprio aderentissima. E questo vale per l’estate. Per le altre stagioni invece immancabile una wind jacket o rain jacket traspirante e, se fa davvero freddo, una vera giacca da ciclismo invernale.

4. Occhiali da gravel bike
Non è una posa, gli occhiali in bici sono indispensabili, per riparare gli occhi dalla polvere e per ridurre i riverberi, che potrebbero infastidire durante la guida. Esattamente come in MTB andare con una gravel bike significa attraversare boschi, boschetti e radure, e anche in estate passare da zone di luce e zone d’ombra, quindi l’occhiale ideale sarebbe con delle lenti polarizzate (che annullano i riverberi) e fotocromatiche (che si adattano alle condizioni di luce), con montatura fasciante (che protegge dalla luce laterale) ma anche ventilata per evitare gli appannamenti.

5. Casco per la gravel bike
Sì, il casco anche per la gravel bike. E non è tanto o solo una questione di cadute (comunque probabili) o incidenti (più improbabili su strade bianche, secondarie e sterrati) ma anche per proteggere la testa da rami, rovi e quant’altro si possa trovare lungo l’itinerario. Poi, che sia un casco da MTB con visiera o road più aerodinamico, è solo una questione di preferenze personali.

6. Zaino per andare con la gravel
Ok, un ciclista da strada con lo zaino lo si vede molto, molto raramente. Ma esattamente come per la MTB, se vivi lo spirito gravel nella sua essenza più pura di esplorazione e avventura nella natura, hai un po’ di cose da portarti dietro, e alla fine lo zaino ci vuole. Magari con la sacca idrica, magari no perché preferisci la cara, vecchia borraccia, ma un minimo di kit di riparazione, una giacchetta per ogni evenienza, un documento e 4 soldi te lo porti dietro, e allora vedrai che uno zaino compatto, polivalente, leggero e areato è quello che ci vuole.

Credits photo: CC 8bar

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità