Finito l’allenamento? Andate in un fast food

Ciclismo Hamburger

Assumere un tradizionale recovery meal o ingurgitare hamburger e patatine fritte dopo un bell’allenamento non fa nessuna differenza dal punto di vista del ripristino del glicogeno. Se non fosse che la fonte è autorevole (l’International Journal of Sport Nutrition and Exercise Metabolism) e la ricerca condotta dal Center for Work Physiology and Exercise Metabolism della University of Montana, ci sarebbe da strabuzzare gli occhi.

Pubblicità

E invece è così: un supplemento per lo sport (tipo Gatorade, Powerbar o Clif) e un menu di cibo spazzatura producono gli stessi risultati a livello di glicogeno e insulina nel sangue.

I ricercatori dell’università del Montana hanno preso 11 ciclisti e li hanno sottoposti a due allenamenti da 90 minuti fino ad esaurimento del glicogeno. Poi hanno somministrato hamburger e patatine oppure supplementi per lo sport come recovery meal, immediatamente dopo l’allenamento e dopo 2 ore di tempo. E dopo 4 ore hanno sottoposto gli 11 atleti ad altri 20 km di pedalata.

A questo punto i ricercatori hanno eseguito delle biopsie ai tessuti muscolari e delle analisi del sangue e hanno scoperto che i livelli di glicogeno e di insulina e quelli prestativi nei 20 km di controllo erano esattamente identici sia che i ciclisti avessero assunto integratori sportivi che un menu da fast food.

Una cosa però va specificata, come ha fatto Brent Ruby, direttore del Center for Work Physiology and Exercise Metabolism, dopo che la notizia ha fatto scalpore sulla stampa USA: la ricerca non è il semaforo verde verso le micidiali diete a base di junk food tipicamente americane; la ricerca mostra solo che moderate porzioni di hamburger e patatine al momento giusto possono fornire la stessa quantità di glicogeno dei più costosi supplementi per lo sport.

Credits: FlickrCC Robert Francis

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...