Migliorare la corsa: 5 consigli per andare più veloce

Migliorare la corsa

Migliorare la corsa è tutta una questione di fisica, misure e coordinazione. Quando corriamo, e in ogni attività sportiva in genere, ottimizzare i movimenti del nostro corpo ci permette sia di risparmiare energia, e quindi di affaticarci di meno, sia di raggiungere risultati migliori. Ecco dunque cinque suggerimenti forniti da Polar, validi sia per gli esperti che per gli amatori, che permettono di aumentare la velocità del nostro passo seguendo due diverse logiche: muovere le gambe a una maggiore cadenza o fare passi più lunghi.

1 – Per migliorare la corsa è importante tenere d’occhio la lunghezza della falcata, ossia la distanza tra il piede destro e il sinistro quando toccano il suolo. Più è ampia la falcata e più la velocità aumenta.

2 – Attenzione, però, a non allungare troppo la falcata. È necessario che sia costante e naturale: bisogna quindi trovare la misura giusta, che è soggettiva.

3 – Il numero di volte in cui il piede tocca il suolo al minuto si chiama cadenza ed è un altro importante dato da tenere d’occhio. Per renderla efficiente e regolare occorre concentrarsi e allenare la coordinazione motoria.

4 – I runner più alti hanno cadenze leggermente inferiori rispetto a quelli più minuti. E i valori variano ovviamente anche tra corsa in salita e discesa. Per questo ogni allenamento va affrontato tenendo sempre conto delle sensazioni soggettive.

5 – Se ci si prepara per una maratona o una mezza maratona è bene lavorare sulla velocità delle gambe in base al passo di gara previsto, in modo da evitare affaticamenti a metà corsa. Può essere utile lavorare con un tracker per runner, come per esempio il Polar M400, impostando i dati di andatura e cadenza che intendiamo seguire e provando ad accorciare la falcata e ad aumentare la cadenza, mantenendo quindi costante l’andatura.

Credits: Elvert Barnes/Flickr

©RIPRODUZIONE RISERVATA