I consigli di Rebecca Borga per prevenire le irritazioni della pelle

Rebecca Borga - Eucerin

Rebecca Borga, 22enne di Quarti d’Altino (VE), è la regina italiana della velocità lunga: a febbraio di quest’anno, dopo un anno di lockdown e allenamenti a singhiozzo, si è laureata campionessa italiana dei 400 metri indoor. Un risultato che arriva dopo un crescendo di affermazioni giovanili anche internazionali, e soprattutto dopo tanto duro lavoro.
Fuori da una pista d’atletica Rebecca è una ragazza come tutte le altre: studia lingue all’Università Ca’ Foscari di Venezia e ama passare il tempo con le amiche e la famiglia. Ma in pista è tosta e determinata: ha lasciato la ginnastica e cominciato a correre a 9 anni, affascinata da un gruppo di ragazzi che si allenava in pista mentre suo fratello giocava una partita di calcio; e anche ora che l’atletica è il suo lavoro non smette di farlo con il sorriso.
Ore e ore ogni giorno tra pista e palestra, sotto il sole o al freddo, mettono a dura prova muscoli, legamenti e anche la pelle. Ed è proprio di questo che abbiamo voluto parlare con il talento italiano del cosiddetto “giro della morte”.

Pubblicità

Rebecca, quali sono le problematiche che noti sulla tua pelle a causa degli allenamenti?

Allenandomi all’aperto molto spesso la mia pelle è soggetta ad irritazioni causate dal freddo e in alcuni periodi dell’anno appare particolarmente rovinata. Inoltre, svolgendo alcuni esercizi a contatto con la pista ed essendo il materiale molto ruvido, mi capita di avere la pelle danneggiata, soprattutto in zone come gomiti e ginocchia.

Come ti prendevi cura della tua pelle in passato?

In passato non mi prendevo particolarmente cura della mia pelle, utilizzavo alcuni prodotti idratanti solo nel momento in cui notavo qualche problematica, come pelle secca.

E ora? Quali prodotti Eucerin stai utilizzando e in che modo?

Solitamente, terminato l’allenamento o prima di andare a dormire, utilizzo la linea Aquaphor. Nelle zone più danneggiate, come mani, viso e in certe occasioni piedi, uso il trattamento riparatore in tubo. Il trattamento riparatore labbra invece, in pista, contro vento, freddo e sole, è davvero molto utile.

Qual è il tuo prodotto preferito e perché?

Senza dubbio il formato che preferisco è lo spray riparatore, per la sua praticità e per la sua funzione sia riparatrice che preventiva.

Quali sono le zone del corpo maggiormente stressate e su cui ti sei concentrata?

Le zone su cui mi sono maggiormente concentrata sono: mani, viso e piedi. Queste, con l’attività che svolgo, sono sempre messe a dura prova.

Quali benefici hai riscontrato sulla pelle? Quali sono stati quelli immediati e quali a medio-lungo termine?

La mia pelle ora risulta molto più forte ed idratata. Sicuramente uno dei primi benefici l’ho notato sulle labbra grazie all’utilizzo del riparatore labbra. Le zone come mani, piedi e gomiti invece, essendo più rovinate, le ho dovute trattare più a lungo prima di vedere i risultati.

Hai fatto provare i prodotti anche a tuoi amici, colleghi, staff, team? Cosa ne pensano?

Sì, anche amici e compagni di allenamento hanno testato i prodotti e ne sono stati entusiasti, notando già miglioramenti dopo poche applicazioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità