Dove (e come) fare sleddog in Italia

Come parlare ai cani? Basta sussurrare. Per andare dritto, il musher rimane “semplicemente” con i due piedi sui pattini della slitta. “Hike" per partire, e “whoa” come John Wayne a cavallo, per fermarsi. Se sei in salita o se vuoi aiutare i cani stanchi, butta giù un piede (o entrambi) dai pattini e spingi. Per girare a sinistra sussurra "haw", e "gee" per la destra.
Tieni ben salde le mani sul manubrio della slitta e sposta tutto il peso all’interno della curva per bilanciare la forza centrifuga.
Per frenare fai pressione con il piede sul tappetino che si trova in mezzo ai pattini. Esiste anche un freno di stazionamento e uno snow-hook, vera e propria ancora per il parcheggio.

In principio furono gli eschimesi e i cacciatori lapponi. Poi venne il servizio postale in Canada ed in Alaska, la storia del cane Balto e il film della Disney. E l’Iditarod e la Yukon Quest, le due gare tra Canada e Alaska lunghe migliaia di chilometri, vere e proprie avventure nella natura che mettono alla prova la vita di uomini e animali.

Pubblicità

Oggi lo sleddog e l’arte del mushing (cioè la capacità di gestire la slitta e i cani) sono un’attività outdoor che anche i bambini possono praticare su tutte le montagne italiane. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità