Odore negli scarponi da sci: come eliminarlo

Odore negli scarponi da sci: come eliminarlo

L’odore negli scarponi da sci è la diretta conseguenza di umidità, calore e materiali sintetici, la combinazione perfetta per il proliferare delle muffe che sono all’origine del cattivo odore anche nelle scarpe sportive, nelle borse e perfino nei capi di abbigliamento tecnici. Per eliminare la puzza dagli scarponi da sci ci sono sostanzialmente due cose da fare: qualche trattamento con prodotti in grado non di coprire l’odore ma di eliminare muffe e batteri che ne sono all’origine, e una buona manutenzione quotidiana e annuale, per evitare che si riformino. Usare prodotti coprenti come deodoranti spray, per ambienti o tessuti, è invece il modo migliore per peggiorare le cose.

Pubblicità

Odore negli scarponi da sci: cosa fare

La prima cosa da fare in caso di cattivo odore negli scarponi da sci è farli asciugare per bene. E per bene si intende perfettamente, anche prendendosi più di un giorno di tempo. Gli scarponi non vanno mai fatti asciugare a contatto con una fonte di calore (per esempio appoggiandoli rovesciati sul termosifone, come molti fanno) e bisognerebbe il più possibile evitare di togliere le scarpette, che a lungo andare potrebbero sfibrarsi e deformarsi, compromettendo in modo irrimediabile la qualità dello scarpone. La cosa ideale sarebbe far asciugare gli scarponi in un ambiente riscaldato (quindi non la cantina o il garage in inverno, o peggio il bagagliaio dell’auto, ma sì l’appartamento) e anche ventilato (cosa più difficile in un appartamento in inverno): per questo una buona soluzione per ottenere un’asciugatura uniforme e completa sono i bootwarmer (o asciugascarpe): sono delle solettine di plastica, da infilare negli scarponi, funzionano con energia elettrica e ce ne sono anche di portatili e da viaggio. Una volta che gli scarponi e le scarpette sono ben asciutti allora si può procedere a togliere il cattivo odore dal loro interno.

Come togliere l’odore negli scarponi da sci

Trattandosi di muffe e batteri, generati dal caldo provocato dal sudore del piede all’interno dell’ambiente chiuso dello scarpone in contrasto con il freddo all’esterno, l’unico modo per togliere l’odore negli scarponi da sci è debellarne la causa, cioè usare prodotti e sostanze che eliminano muffe e batteri.

Bicarbonato di sodio contro l’odore negli scarponi da sci

Una buona soluzione naturale e solitamente efficace è il bicarbonato di sodio. Un primo tentativo si può fare cospargendo bicarbonato all’interno degli scarponi asciutti e lasciandolo agire tutta notte (oppure, se si sopporta l’odore, aspettando di tornare a casa dal weekend sulla neve, di far asciugare gli scarponi e poi di lasciar agire il bicarbonato per qualche giorno, sempre in ambiente asciutto come l’appartamento). Un’alternativa più strong consiste nel fare una pasta con bicarbonato e acqua e strofinare con energia le superfici degli scarponi (in questo caso togliendo tutto dalle plastiche), lasciar agire almeno una notte e poi rimuovere il tutto (si può fare anche a secco).

Candeggina contro l’odore negli scarponi da sci

Se non si hanno particolari idiosincrasie verso l’uso di sostanze chimiche si può fare un lavaggio approfondito con della candeggina. Anche in questo caso è prima necessario far asciugare per bene lo scarpone all’interno, poi si può mettere della candeggina dentro a uno spruzzino e spruzzarla in modo uniforma sulla superficie di scarpetta, soletta e plastiche e quindi risciacquare. In alternativa si può riempire una bacinella di acqua tiepida, versarvi un bicchiere di candeggina, lasciare in ammollo una decina di minuti e poi risciacquare sotto acqua fresca corrente e far asciugare per bene.

Spary antiodore per gli scarponi da sci

In alternativa in commercio esistono numerosi spray antiodore adatti anche agli scarponi da sci: solitamente i principi attivi sono clorexidina, alcool, la stessa candeggina o lo stesso bicarbonato, con l’aggiunta di oli essenziali come profumatori.

Come evitare il formarsi di cattivo odore negli scarponi da sci

Per evitare il formarsi di cattivo odore negli scarponi da sci è ovviamente fondamentale farsi asciugare ogni volta dopo l’uso: non riporli in cantina o garage prima che siano asciutti, non lasciarli per la notte nel bagagliaio dell’auto o dentro la sacca per il loro trasporto ma fare in modo che stiano in un ambiente riscaldato e possibilmente ventilato. Almeno una volta l’anno, alla fine della stagione sciistica e prima di riporli nella loro sacca in cantina, sarebbe bene cospargerli di bicarbonato o magari lavarli a mano, con acqua fredda e sapone naturale. Poi sarebbe bene cambiare ogni giorno le calze, che sono il primo ricettacolo del sudore dei piedi e quindi la prima fonte di proliferazione di muffe e batteri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità