Sci per bambini: che caratteristiche devono avere

SCI PER BAMBINI CARATTERISTICHE

Per sci per bambini si intendono modelli a partire dai 4 anni di età, il momento in cui mediamente i bambini cominciano davvero a sciare, prendendo lezioni con il maestro o con i genitori. È anche l’età in cui i bambini abbandonano le patinette, gli sci giocattolo, e cominciano a usare sci sostanzialmente uguali a quelli per adulti. Tuttavia, benché appunto per forma, materiali e soluzioni tecniche gli sci junior assimiglino o siano proprio uguali agli sci per adulti, bisogna tener conto di alcune caratteristiche – altezza, peso, capacità di stare sugli sci e numero di giornate passate sulla neve, propensione all’attività sportiva, capacità motorie – che possono far propendere verso tipologie diverse di sci.

Sci per bambini: quali caratteristiche devono avere

Un conto infatti è dover scegliere degli sci per bambini che passano solo qualche weekend sulla neve, un altro degli sci per bambini che sciano ogni weekend o hanno modo di farlo anche in altri giorni della settimana. E ancora: un conto è un paio di sci per bambini bassi di statura e/o di peso leggero e un altro per bambini alti o di peso sopra la media, per i quali potrebbe aver senso indirizzarsi già verso degli sci da adulti. In tutti i casi, la caratteristica fondamentale da considerare negli sci per bambini è la lunghezza, rapportata all’altezza del bambino.

Sci per bambini: attenzione alla lunghezza rispetto all’altezza

Tranne i casi di bambini già molto abituati a stare sulla neve e che sanno sciare in modo evoluto, per tutti gli altri è importante che un paio di sci per bambini sia soprattutto maneggevole, cioè facile da condurre. La facilità di conduzione degli sci da parte dei bambini dipende già dal fatto che hanno il baricentro basso, e quindi sono facilitati a mantenere l’equilibrio sulla neve. Tuttavia per semplificare loro ulteriormente la vita quando sciano si può prendere un paio di sci più corti della loro altezza: indicativamente uno sci per bambini non dovrebbe mai essere più lungo dell’altezza del bambino presa al naso. Cioè, se il bambino sta in piedi e mette gli sci verticali davanti a sé e appoggiati a terra, questi non dovrebbero essere più alti del suo naso. Ma possono anche essere più corti, cioè arrivare più o meno fino allo sterno. O più precisamente un paio di sci per bambini dovrebbe essere dai 5 cm, per i bambini già bravi, ai 15 cm, per quelli che stanno iniziando, più corto dell’altezza del bambino che li userà.

Sci per bambini meglio morbidi

Vero che per i bambini possono andare già bene degli sci con le caratteristiche di quelli per gli adulti, tuttavia se si vuole facilitare ulteriormente la vita ai piccoli si può optare per un paio di sci per bambini più morbidi. Che fare se non si è in grado di capire da soli di che tipo di sci si tratta? La cosa migliore, almeno all’inizio, può essere quella di noleggiare gli sci, e magari di cambiare ogni volta marca o modello segnandosi quelli già usati in precedenza: un bambino è già in grado di dire se si è trovato bene o meno e, qualora si arrivasse a regalargliene un paio, si potrà scegliere con già un po’ di esperienza. Poi, man mano che i bambini migliorano le loro capacità di sciare si può arrivare a prendere sci di appena 5 cm più corti della loro altezza di modo che si abituino fin da subito a usare sci della misura giusta.

Sci per bambini corti

Gli sci per bambini corti sono quindi indicati se:

  • Il bambino sta cominciando o prendendo le prime lezioni
  • Se il bambino è timoroso e prudente sulla neve
  • Se il bambino scia saltuariamente
  • Se è leggero e/o minuto
  • Se ha poca abitudine o propensione allo sport

Sci per bambini lunghi

Un paio di sci per bambini lunghi sono invece indicati se:

  • Il bambino è già abbastanza esperto
  • Il bambino scia frequentemente (almeno 2 giorni ogni weekend invernale)
  • Il bambino scia già da qualche anno
  • Il bambino è più alto o pesa più della media

Foto di PIRO4D da Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA