Trekking in Appennino: la Grande Traversata del Parco della Vena del Gesso

Prendete tre valli appenniniche che scendono verso le colline romagnole (Santerno, Senio, Sintria, più quella del Lamone a oriente), e fatele attraversare da una dorsale di uno spettacolare colore grigio argento e che si estende per circa 25km, da Brisighella a Tossignano e ancora un po’ oltre, tra doline, valli cieche e numerosissime grotte: è il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, il più lungo, imponente e importante rilievo gessoso in Italia attraversato da una serie di sentieri per il trekking, la mountain bike e il turismo equestre tra le province di Bologna e Ravenna e al confine con quella di Firenze.

Ci sono alcuni interessanti percorsi ad anello tra i 5 e gli 11 km fattibili in mezza giornata (L’anello del Carné, quello di Monte Mauro, quello della Riva di San Biagio, e quello di Monte Penzola, oltre alla Corolla delle Ginestre ideale in bicicletta) oppure si può intraprendere l’intera Grande Traversata del Parco della Vena del Gesso, una ventina di chilometri fattibili in una decina di ore, con partenza e arrivo a Tossignano (dal centro visita I Gessi e il Fiume) e Brisighella (al parcheggio del centro visita e del rifugio di Ca’ Carné, non distante dalla stazione ferroviaria sulla linea Faenza – Firenze).

La Grande Traversata del Parco della Vena del Gesso ripercorre i tratti dei 4 circuiti ad anello interni alla Vena del Gesso Romagnola: si possono seguire i sentieri CAI 705 e 511 che sostanzialmente sono la tappa 16 dell’Alta Via dei Parchi (o la 12 del Cammino di Sant’Antonio, 1200 metri in salita, 1050 in discesa da Tossignano) sia nella loro variante occidentale che in quella orientale, riunificate negli attraversamenti di Brisighella, Tossignano e Borgo Rivola, nella valle del Senio.

Volendo poi da Brisighella è poi possibile risalire fino a Marradi riunendosi per esempio al sentiero Garibaldi percorso dall’eroe dei due mondi in fuga da Roma per raggiungere Genova nell’agosto del 1849 in compagnia di Capitan Leggero e sotto la guida di Don Giovanni Verità.

©RIPRODUZIONE RISERVATA