Trekking Slovenia, consigli per fare il nuovo Sentiero delle Alpi Giulie (anche in bici)

trekking-zeleno_gorsko_kolesarjenje_-f010462-jezero_jasna_tomo_jesenicnik

 

C’è un nuovo sentiero per fare trekking, hiking e bici in Slovenia. Gli amanti del trail in mezzo alla natura, dall’aprile 2019 potranno passeggiare lungo un nuovo tracciato di 300 km fra le Alpi Giulie.
Ha per ora un nome generico di Julian Alps Hiking Trail e promette di essere una bella escursione nel cuore della wilderness del paese che confina con l’Italia. Chi lo fa passa tra fiumi, laghi, foreste, vette alpine e villaggi tradizionali.
Una bella idea per una vacanza divertente e non troppo impegnativa (anche economicamente) vicino al’Italia. Da fare anche con i bambini.

 

Come è il nuovo Sentiero delle Alpi Giulie in Slovenia

Il Sentiero delle Alpi Giulie non è una cosa del tutto nuova in realtà. Prende spunto da una serie di trail già esistenti e li unifica in un unico cammino attraverso un’opera di sistemazione e segnalazione da parte dell’ente turistico della Slovenia, sempre molto attento a valorizzare il territorio.

Il percorso parte a Rateče, al confine con l’Italia e a pochi chilometri da Kranjska Gora e punta a est snodandosi attraverso i villaggi montani fino a tornare a Rateče da sud.

 

jesensko_pohodnistvo_bohinj

 

Si cammina e pedala su strade sterrate ampie, facili da percorrere a piedi e in bici e ben segnalate. Per questo è un sentiero adatto anche alle famiglie con i bambini (qui raccontiamo perché vale la pena portare i piccoli a fare trekking), tanto più che ogni tappa dovrebbe essere in corrispondenza di stazioni ferroviarie e fermate di autobus, in modo da potersi spostare da un punto all’altro a piacere.

Proprio il piacere di fare hiking è al centro del progetto di questo sentiero in mezzo al Parco nazionale Triglav, il più grande, bello e importante del paese.

 

>> LEGGI ANCHE: Lubiana, cosa vedere con i bambini 

 

Le tappe del Julian Alps Hiking Trail

In Slovenia dunque non c’è solo il sentiero dell’Alpe Adria Trail (di cui parliamo in questo articolo) o un pezzo della Via Dinarica. Il nuovo Sentiero delle Alpi Giulie è un anello che permette di fare tappe giornaliere da una ventina di km, o raggrupparle in percorsi più lunghi, sempre da compiere in giornata se si è in forma. Le tappe ufficiali sono  più e portano chi lo percorre in un ‘viaggio nella diversità’ visitando villaggi alpini dove dormire in baite, camere e chalet, e dove assaggiare la gastronomia locale e entrare in contatto con gli artigiani die paesini. Pura Slovenia.

Dal punto di vista naturalistico è una medicina per il corpo, la mente e il cuore: si attraversano laghi, fiumi, cascate, foreste, prati fioriti, animali selvatici e formazioni rocciose curiose.

 

bled_vintgar_gorge

 

Ecco le tappe. In genere sono da 20 km, ma qui le abbiamo raggruppato anche in percorsi da 2-3 tappe, che sono quelli che generalmente affronta in una singola giornata chi viene a fare trekking da queste parti:

 

Rateče – Mojstrana

Dal villaggio di confine si passano le fonti carsiche di Sava Dolinka, le colline di Vitranc fino a Kranjska Gora , che è considerato il punto di partenza ufficiale del trail. Da lì si prosegue per la Sava con bei panorami sulle valli, fino a Mojstrana.

 

Jesenice – Zirovnica – Radovljica – Bled

La seconda tappa passa per la foresta che porta a Jesenice. Si toccano diversi villaggi alpini ricchi di tradizioni, passando per punti che offrono una vista fino alla capitale Lubiana.
Il Lago Bled è un’altra area da cui si passa, splendido laghetto termale con castello che lo domina dall’alto di una rocca.

 

Pkljuca – Ribcev Laz – Bohinjevska Bistrica

Si rientra nel Parco Triglav e si attraversano el gole Pokljuka. Poi si scende attraverso una serie di villaggi pittoreschi che costeggiano il lago Bohinj. Si passa per lo stagno Dobrava, poi si rientra nei sentieri delle foreste fino a Vrh Bace.

 

Vrh Bace – Grahovo – Most Na Soci

La tapa più impegnativa, che prevede di salire al Crna Prst. Ma si può fare anche in treno. Poi si scende verso Baska Grapa. Poi di nuovo si scarpina verso l’alto toccando paesi e fiumi come il Soča, fino a Most Na Soci, nella regione di Primorska.

 

Tolmin – Kobarid – Bovec

Lungo il Soča si arriva a Tolmino e al suo lago, poi Kobarid, la celebre Caporetto della disfatta italiana della Prima Guerra Mondiale. Le cascate Kozjak allietano il cammino fino a Bovec, uno dei paradisi europei degli sport outdoor, sul fiume Isonzo.

 

Log Pod Mangarton – Predel – Rajbelj – Rateče

Il percorso porta alla fortezza di Kluze e uha serie di cittadine alpine che conducono al passo Predel. Un percorso emozionante che costeggia cascate e foreste, con le montagne sullo sfondo.
Si sconfina anche in Italia e si raggiungono le miniere di Rajbelj. Infine si taglia il traguardo di Rateče, a conclusione di uno straordinario viaggio.

 

hiking-velika-planina

 

Cosa serve per affrontare un trekking nel Sentiero delle Alpi Giulie

Per fare un trekking servono allenamento e attrezzatura. Ecco le nostre guide per arrivare preparati a una vacanza a piedi che sia sicura, divertente e ricca di emozioni

 

 

I trekking sui cammini più belli d’Europa

Oltre al trekking sul Sentiero delle Alpi Giulie e agli altri percorsi in Slovenia, l’Europa è piena di stupendi itinerari a tappe, da fare sia in bici che a piedi. Ecco una nostra selezione dei migliori

 

 

Fuori dal’Europa? Oltre a questi itinerari di cicloturismo fra i più belli del mondo, c’è una nuova via che sta facendo innamorare gli amanti del trekking e dell’avventura, la Route of Parks, di cui parliamo qui.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi i tuoi commenti sulla nostra pagina Facebook

 

(foto Slovenia.info.it)

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA