I Cammini dell’Umbria: a piedi sulle vie di San Francesco e San Benedetto

Ci sono 7 cammini in Umbria che attraversano i confini regionali lungo le vie spirituali dedicate a San Francesco e San Benedetto.
7 percorsi da fare a piedi fra la natura selvaggia del centro Italia e suggestivi luoghi dell'anima. 
Dai Monti Sibillini alla terre francescane, da Norcia a Terni, da Loreto all'Appennino: itinerari da percorrere lentamente godendosi le bellezze e la profondità di una terra meravigliosa e misteriosa. finendo anche in Toscana, Marche e Lazio.
Ecco in consigli per conoscerli meglio e affrontarli

Cammini dell'Umbria San Francesco San Benedetto

I cammini dell’Umbria sono un modo piacevole, slow ed ecologico di conoscere il cuore verde dell’Italia e la sua storia spirituale. Buona parte infatti dei cammini in Umbria sono legati alle figure di Santi nati in questa regione, dal Cammino di Francesco, che nelle sue numerose varianti segue i passi del santo di Assisi, al Cammino di San Benedetto, che ripercorre i passi del monaco di Norcia.
E poi c’è un pezzo di via Francigena che attraversa l’Umbria, e ancora il Cammino di Fra’ Bernardino e altri percorsi interessanti tanto dal punto di vista naturalistico quanto da quello storico, artistico e religioso.

Pubblicità

I Cammini dell’Umbria: a piedi sui 7 percorsi di San Francesco e San Benedetto

Insomma, l’Umbria è la terra dei cammini, da percorrere nel modo tradizionale, dall’inizio alla fine, oppure da fare a tratti, un poco alla volta, dedicando alcune giornate a questo modo naturale di scoprire il nostro Paese anche attraversando i confini dell’Umbria con la Toscana, le Marche e il Lazio.

1. Il Cammino di Francesco

Il Cammino di Francesco è un lungo percorso all’interno della Valle Santa reatina, una grande pianura circondata da monti e colline nella quale il santo di Assisi compì tre gesti fondamentali nella sua vita: è qui che nel 1223 volle il primo Presepio della cristianità, è qui che scrisse la regola del suo Ordine e probabilmente è qui che scrisse anche il Cantico delle Creature.
Il Cammino di Francesco, 22 tappe per 500 chilometri, unisce i 4 Santuari Francescani della Valle Reatina – quelli di Greccio,
La Foresta, Poggio Bustone e Fontecolombo – oltre a toccare Rieti, con il suo centro storico medievale, lambire il fiume Velino e attraversare Riserva Naturale del Laghi Lungo e Ripasottile, uno dei santuari italiani del birdwatching. Le tappe del Cammino di Francesco e la sua vita nella Valle Santa si possono approfondire sul sito www.camminodifrancesco.it

2. La Via di Francesco

L’altro percorso francescano tra i Cammini dell’Umbria, molto amato e percorso dai pellegrini, è la Via di Francesco, in questo caso un percorso lineare da nord a sud, che ha come estremità il santuario francescano della Verna, a Chiusi della Verna nel parco delle Foreste Casentinesi, e Roma. Idealmente sono 22 tappe per 500 km, con due possibili varianti nella parte a sud di Assisi, la Via del Sud che attraversa la Valle Santa sovrapponendosi alle tappe del Cammino di Francesco e la Via di Roma che dal Lago di Piediluco punta alla Sabina e poi alla città eterna.
Le tappe, sia a piedi che in mountain bike, e ogni altra informazione e segnalazione, si trovano sul sito www.viadifrancesco.it.

3. Il Cammino di Assisi

Il Cammino di Assisi è il cammino “ufficiale” di San Francesco ed è gemellato con il Cammino di Santiago (di cui parliamo diffusamente qui). Sostanzialmente è l’unione organizzata di una serie di cammini legati al santo di Assisi e a Sant’Antonio che partono dall’eremo di Sant’Antonio di Montepaolo a Dovadola, in provincia di Forlì, e puntano verso Assisi passando per l’Eremo di Camaldoli (dove incrociano in parte il percorso dell’Alta Via dei Parchi e anche del Cammino di Dante), la Verna (una delle estremità della Via di Francesco) e Gubbio, la la cittadina che per prima, agli inizi del 1207, accoglie il Poverello.
In tutto sono 285 km, divisi idealmente in 13 tappe: descrizione delle tappe, informazioni sui punti di appoggio, storia e ogni altra informazione si trovano sul sito www.camminodiassisi.it.

4. Il Cammino Francescano della Marca

Il Cammino Francescano della Marca è un altro dei cammini francescani, questa volta sulle tracce dei percorsi che il Santo fece per predicare le sue regole in quelle che oggi sono le Marche. Anche per il Cammino Francescano della Marca l’epicentro è Assisi, e l’arrivo è ad Ascoli Piceno.
I
n mezzo 167 km sui sentieri dell’Appennino Umbro Marchigiano e del Parco Nazionale dei Sibillini, attraversando borghi e città della spiritualità francescana, con ben 3 strutture per l’accoglienza dei pellegrini, a Comunanza, Venarotta ed Ascoli Piceno. Tappe, descrizioni e informazioni sul sito www.camminofrancescanodellamarca.it, che peraltro tramite l’associazione Cammini della Marca organizza anche cammini di gruppo di 8 giorni con guide e appoggio logistico.

5. Il Cammino dei Protomartiri Francescani

I Protomartiri Francescani sono i santi Berardo, Ottone, Pietro, Accursio e Adiuto, i primi martiri dell’Ordine francescano sulle cui orme si sviluppa il Cammino dei Protomartiri Francescani, un percorso di 100 km che unisce da Terni ad Amelia i luoghi di nascita dei Protomartiri. Il punto cruciale di questo cammino è il Santuario della Chiesa di Sant’Antonio da Padova a Terni, dove sono conservate le spoglie di cinque santi.
Informazioni sulle tappe, sul percorso, sulle vicende dei Protomartiri e sugli aspetti storico, artistico, culturali e naturalistici del territorio attraversato si trovano sul sito www.camminoprotomartiri.it

6. Cammino di Benedetto

Il Cammino di Benedetto è il percorso a piedi dedicato all’altro grande santo umbro, San Benedetto da Norcia. Sono 300 km in 16 tappe, con partenza da Norcia, il luogo dove il Santo visse in ritiro, e arrivo a Cassino, nella Valle del Liri, camminando su sentieri e carrarecce tra i boschi e i monti di Umbria e Lazio, spesso incrociando mete di pellegrinaggio legate ad altri santi molto popolari come Rita da Cascia, Francesco d’Assisi, Tommaso d’Aquino.
L’ideale come sempre per i cammini spirituali è farlo a piedi, ma si può fare anche in mountain bike o gravel e, il Lago del Turano e sul Fiume Aniene, procedere anche in canoa. Tutte le informazioni sulle tappe sul sito www.camminodibenedetto.it
Qui parliamo approfonditamente del Cammino di San Benedetto, com mappa, info e i consigli per farlo,

7. La Via Lauretana Assisi-Loreto

Infine c’è la Via Lauretana Assisi-Loreto, anche questo un cammino spirituale che parte da Assisi e arriva al Santuario di Loreto. Sono circa 200 km, da fare a piedi in 7 giorni o in bici in 4, ed è una delle molte varianti dei Cammini Lauretani, quell’enorme rete spirituale che da secoli conduce la devozione mariana verso verso la Santa Casa di Maria a Loreto
La Via Lauretana Assisi-Loreto è un cammino tutto interno a quello che un tempo era lo Stato Pontificio e che ora incrocia e si sovrappone in alcuni tratti al Cammino delle Terre Mutate, il percorso a piedi sugli Appennini nei luoghi del terremoto inaugurato nel 2018 di cui parliamo qui.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità