Trump apre tutti i parchi americani alle e-bike

ebike-parchi-usa

 

Se il tuo sogno è viaggiare per i parchi americani in e-bike, ora si può: l’amministrazione Trump ha approvato un decreto, firmato dal segretario interno David Bernhardt, che autorizza le biciclette elettriche a entrare e muoversi liberamente in tutti i parchi nazionali su tutti i sentieri aperti. Se finora le e-bike erano classificate nella categoria dirt bike, insieme a veicoli a gas, ora sono state riclassificate sotto la denominazione di “biciclette non motorizzate“, e quindi autorizzate a circolare in ambienti prima preclusi. Si tratta di una mossa interessante, che arriva in un momento in cui le biciclette elettriche stanno diventando sempre più convenienti in Usa, e quindi più popolari: ormai esistono molti modelli sul mercato con prezzi a partire da 500 dollari.

 

 

Le e-bike americane e l’ingresso nei parchi

La nuova legge permette a tutte e tre le classi di e-bike di percorrere piste ciclabili nei parchi nazionali.
Negli Stati Uniti, le e-bike di Classe 1 possono raggiungere velocità di 32 km/h con l’intervento del ciclista; le Classe 2 possono raggiungere la stessa velocità con un’accelerazione manuale aggiuntiva, il che significa che possono essere guidate come motociclette e non richiedono input da pedale per attivare il motore; le Classe 3 sono simili alle e-bike di classe 2, ma possono raggiungere velocità più elevate fino a 45 km / h.

Ora nei parchi, da Yellowstone in giù, le bici elettriche potranno scorrazzare senza limiti: solo le Classe 2 e Classe 3 non potranno utilizzare il comando dell’acceleratore, ma dovranno essere guidate come le e-bike standard di Classe 1.

 

I nostri consigli sulla bici elettrica:

 

 

 

Se ti interessa il ciclismo puoi leggere anche gli altri nostri contenuti su:

 

 

(foto Pixabay)

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA