Perché il Cammino del Signore degli Anelli si trova in Spagna

il-cammino-del-signore-degli-anelli-in-spagna

No, non è in Nuova Zelanda: il Cammino del Signore degli Anelli si trova in Spagna, un nuovo percorso di trekking per camminare nella Terra di Mezzo ideata dallo scrittore J. R. R. Tolkien. Si chiama El Camino del Anillo e si trova nelle montagne della Sierra Norte vicino a Madrid, un sentiero circolare di 122 km diviso in otto sezioni. Un itinerario da fare in 7-8 giorni, in parte anche in canoa.
Il percorso in Spagna è stato pensato dai locali per rilanciare la zona con un’idea in effetti curiosa. Ma non del tutto insensata: è un bel cammino che ti immerge nella natura selvaggia, pur trovandosi a pochi chilometri dalla capitale spagnola..

Pubblicità

Il Cammino del Signore degli Anelli, in Spagna

Non solo dunque il Camino de Santiago e le altre vie del trekking, la Spagna cerca di attirare i turisti con uno stratagemma brillante, associando il concetto di percorso ad anello alla saga fantasy di Tolkien. Al di là della furbata, è un bel percorso da fare, attraverso paesaggi di cime frastagliate e foreste antiche che in effetti possono evocare nei fan le ambientazioni del Signore degli Anelli.

Nel Camino del Anillo si associano le tappe a luoghi del romanzo tolkeniano: si parte da El Molar (50 km a nord di Madrid) e ci si inoltra in zone remote e selvagge passando per Buitrago del Lozoya (che dovrebbe richiamare il villaggio di Bree nella Terra di Mezzo), Horcajuelo de la Sierra (dovrebbe creare le suggestioni della valle Elfica di Rivendell) e passa per Torrelaguna, associata all’Albero bianco di Gondor.

Come fare il Camino del Anillo

Al di là di tutto, l’intento è interessante, cioè provare a ridare vita a questa zona poco battuta e con una popolazione in calo. Da 5 anni si lavora a questo progetto con l’idea che il turismo potrebbe essere una buona soluzione, rivolgendosi ai madrileni e ai turisti che passano dalle capitale e hanno voglia di fare un percorso nella natura.

Chi volesse cimentarsi può partire in modo indipendente, ma c’è anche la fondazione El Camino del Anillo che mette a disposizione guide e aiuta a trovare alloggio in luoghi curiosi come rifugi e bunker di proprietà delle chiese locali. c’è anche la possibilità di percorrere parte del percorso in canoa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità