La Via Francigena in Tuscia, nuovo percorso del gusto da fare a piedi e in bici

la-via-francigena-in-tuscia-nuovo-percorso-del-gusto-da-fare-a-piedi-e-in-bici

La Via Francigena in Tuscia ha un nuovo percorso lungo il tema del gusto. Un itinerario di 115 km da fare a piedi o in bici da Roma a Viterbo pensato ex novo per esplorare la cultura la natura e l’enogastronomia di una terra sorprendente.
Un nuovo cammino nella Tuscia viterbese, che si innesta sulla Via Francigena: si chiama La Francigena e le vie del gusto. In sostanza si tratta di un pezzo della Francigena riorganizzato secondo un percorso che valorizza le realtà locali sulla linea del gusto e delle tradizioni.

La Via Francigena in Tuscia, nuovo percorso del gusto da fare a piedi e in bici

In questa parte di Maremma Laziale si può camminare in un itinerario naturalistico che ti porta a esplorare la cultura e l’enogastronomia tipici di una terra unica, fra calanchi, borghi e foreste. Il patrimonio del Viterbese.
Il progetto La Francigena e le vie del gusto in Tuscia è stato sviluppato dal Comune di Acquapendente (VT) per dare un nuovo punto di vista turistico alla zona.
Il nuovo percorso è stato studiato per unire i punti di accoglienza del pellegrino, toccando alcuni comuni.
È un giro di 115 km da fare a piedi o in bicicletta lungo la via Viterbo-Roma. Si parte da Roma e si passa da Vetralla, Capranica, Ronciglioe e Sutri, attraversando le colline e le necropoli etrusche, per arrivare a Monterosi e infine a Viterbo.

Il nuovo percorso della Via Francigena in Tuscia

Tutta la Maremma Laziale è un paradiso naturalistico-storico di importanza cruciale nella cultura italiana. E un tratto di Via Francigena fra i più suggestivi, anche per gli amanti del cicloturismo. Ci sono riserve naturali, parchi, gole, laghi, boschi, sorgenti termali, necropoli etrusche, borghi medievali e rinascimentali.

Si incontrano luoghi magici come la valle dei Calanchi di Lubriano e la città che sprofonda nel tufo, Civita di Bagnoregio, poi la Selva del Lamone, l’antica Tuscania. Si cammina lungo il lago di Bolsena, le Rocche Monaldesche, i castelli di Onano, Torre Alfina e Trevinano.
Ci sono anche alcuni luoghi imperdibili e misteriosi che abbiamo racontato in questo articolo.

La Francigena e le vie del gusto in Tuscia è un nuovo itinerario per riscoprire la bellezza nascosta di una terra fra le più interessanti d’Italia. E un modo per esplorare la sua natura e cultura.
Lungo l’itinerario, che ha un dislivello positivo di 1500 metri, si possono abbinare esperienze gastronomiche, con a disposizione il Paniere del Pellegrino (un packaging ecosostenibile che riunisce i prodotti enogastronomici del territorio) e un contest che vede coinvolti gli chef stellati della zona . Ma anche laboratori di scrittura (Storie di bici e amicizia).
C’è anche una app dedicata, TusciApp Francigena, per fornire informazioni sui percorsi e le attrazioni lungo i sentieri.

 

Leggi anche

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche...