Castagne in Friuli Venezia Giulia: dove trovarle e raccoglierle

castagne in friuli-venezia giulia

Le castagne in Friuli Venezia Giulia si possono trovare specialmente nelle province di Pordenone e Udine, ma non sempre è consentito raccoglierle. Gli alberi che ci regalano questi squisiti frutti autunnali popolano da secoli sia i rilievi orientali sia quelli occidentali. Lungo le Prealpi Giulie, ma non solo, esistono tanti sentieri (anche non battuti) da percorrere se si vuole andare a castagne: un’attività perfetta per un weekend in famiglia nel periodo autunnale.
In diversi comuni di questa regione la castagna fa parte della tradizione ed è un prodotto da salvaguardare, soprattutto in epoca di cambiamenti climatici che stanno creando più di un problema ai castagneti di tutta Italia. Per questo motivo, prima di munirsi di zaino e cestello, bisogna chiamare gli enti turistici locali e i singoli comuni. Solo così si potrà capire se è consentito o meno raccogliere le castagne. Dopo aver parlato di Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Valle d’Aosta e Calabria, ecco i migliori posti dove trovare le castagne in Friuli-Venezia Giulia.
>>LEGGI ANCHE: Le migliori castagne d’Italia: dove raccoglierle

1. Provincia di Udine
In provincia di Udine si trova Castelmonte, conosciuta in tutta la regione per i suoi boschi che da inizio ottobre si riempiono di castagne. In questa zona, però, non esistono terreni demaniali per raccogliere le castagne liberamente. Dunque bisogna accontentarsi di passeggiare su strade e sentieri pubblici, ammirando i meravigliosi castagneti che caratterizzano l’ambiente circostante. Un percorso che vi consigliamo è il seguente: bisogna superare Albana, frazione di Prepotto, e parcheggiare l’auto poco prima del bivio per Centa; da lì parte il Sentiero Italia (Sentieri CAI 748) che conduce fino a Castelmonte, dove si erge il maestoso Santuario della Beata Vergine di Castelmonte. In questa zona bisogna fare attenzione ai cartelli gialli di divieto, dato che lungo la discesa verso Cividale sono presenti dei terreni agricoli in cui la raccolta è proibita.
Per le castagne in Friuli-Venezia Giulia è indicato quasi tutto il territorio delle Valli del Natisone, nel cividalese.
>>LEGGI ANCHE: Dal Friuli alla Puglia in bici, la nuova Ciclovia Adriatica

2. Provincia di Pordenone
Presso la località di Dardago, frazione di Budoia, c’è un grosso bosco molto frequentato da chi vuole raccogliere le castagne in Friuli-Venezia Giulia. Budoia, nella zona delle colline friulane, offre diversi castagneti pluricenterari che ancora oggi fanno cadere frutti grandi e gustosi. Anche Polcenigo, famoso nella zona per la sua annuale Sagra della Castagna, ha un territorio e un clima perfetti per i castagneti.
La fascia prealpina della provincia di Pordenone è inoltre conosciuta per la produzione della Castagna Marrone di Vito d’Asio, inserita nella prestigiosa lista PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionalmente Italiani). Questo ecotipo si trova principalmente attorno ai comuni di Forgaria, Vito d’Asio, Castelnovo del Friuli e Clauzetto.

3. Province di Gorizia e Trieste
Queste due province sono le meno indicate per le castagne in Friuli-Venezia Giulia. Nella zona di Gorizia si possono trovare dei castagneti sulla Pianura Isontina. Qui è situato il piccolo comune di San Canzian d’Isonzo, dove gli enti turistici locali organizzano spesso delle castagnate nei boschi attorno alla cittadina. In provincia di Trieste, invece, in molti vanno a Draga Sant’Elia (a due passi da confine con la Slovenia). Questo piccolo comune è situato in Val Rosandra, dove non è difficile trovare sentieri che si snodano all’interno dei castagneti.
[Photo by jackmac34 / Pixabay]

©RIPRODUZIONE RISERVATA