Turismo Industriale, escursioni a Prato tra le fabbriche storiche

Un weekend in giro per Prato alla scoperta della storia dei tessuti, tra vecchie e nuove fabbriche, spettacoli, trekking urbano e attività per le famiglie

turismo-industriale-fabbriche-escursioni

Fra le escursioni a piedi a Prato in Toscana ci sono quelle che si possono fare tra le fabbriche storiche, un nuovo modo di di intendere il turismo Industriale. Una nuova esperienza di viaggio che valorizza la storia del più grande distretto tessile europeo. Il progetto si chiama #TipoPrato e gli appuntamenti vanno avanti fino a marzo 2022. Di particolare interesse il trekking urbano nella realtà industriale di Oste, oggi tra i poli tessili più all’avanguardia per innovazione, tecnologia e sostenibilità.

Pubblicità

Turismo Industriale, escursioni a Prato tra le fabbriche storiche

Torna a Prato, nell’ultimo fine settimana di novembre, l’appuntamento con le attività di turismo industriale proposte da TIPO (Turismo Industriale Prato), tra spettacoli, percorsi a piedi e visite nelle fabbriche e nei musei. Il progetto immersivo ed esperienziale porterà i visitatori ogni mese, fino a marzo 2022, alla scoperta del più grande distretto tessile europeo.

Per capire come nasce un tessuto, un filo dopo l’altro dalla materia prima fino al prodotto finito, il MUMAT (Museo delle Macchine Tessili) di Vernio si apre ai visitatori nel pomeriggio del 28 novembre, dalle 15.30 alle 17, con un percorso multisensoriale sulle diverse tipologie di lana e sulle altre fibre, pensato per i bambini da 6 a 12 anni. All’interno del museo si potranno osservare i macchinari, partendo dalla turbina per passare alla carda, al filatoio e al telaio.turismo-industriale-fabbriche

Si vedranno anche le macchine coinvolte nel processo produttivo della lana rigenerata: carbonizzo, taglierina, sfilacciatrice, dalla quale si torna alla carda per poi ricominciare il ciclo.
Nel laboratorio le famiglie saranno inoltre invitate a sperimentare in modo creativo la tecnica della tessitura (costo: 10 euro per bambino + accompagnatore; per un massimo di 7 nuclei familiari; i biglietti sono disponibili su http://www.tipo.prato.it; info evento: 0574.1837859 o prenotazioni.museiprato@coopculture.it).

Itinerari a piedi fra le fabbriche di Prato

Con TIPO (Turismo Industriale Prato) sono proprio le fabbriche a raccontare Prato, città del Museo del Tessuto, del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci e del Mumat – Museo delle macchine tessili, come modello di imprenditorialità, cura dell’ambiente e progettazione culturale.
Un “dentro e fuori” dalle manifatture, passando dalle archeologie industriali agli stabilimenti in attività, per toccare con mano i tessuti e la loro storia. Ogni sabato dell’ultimo fine settimana dal mese sono in programma spettacoli in luoghi mai visitati della produzione tessile; la domenica ci si muove sul territorio provinciale, per incontrare il patrimonio di architettura industriale e di ex fabbriche rigenerate con progetti di innovazione urbana.turismo-industriale-fabbriche-prato

Le attività di TIPO a novembre saranno inoltre dedicate al distretto tessile di Montemurlo. Sabato 27, alle ore 20.30, è in programma la visita all’azienda Luilor, realtà di primo piano nel panorama mondiale per la produzione di tessuti naturali per l’arredamento contemporaneo, seguita, alle ore 21.15, dal concerto del compositore napoletano Joe Barbieri. La domenica sarà la volta del trekking urbano a Oste, con visita alle aziende Cofil e Nova Fides, tra le eccellenze produttive dell’area.
Info sul progetto TIPO e sugli appuntamenti del 27 e 28 novembre: www.tipo.prato.it

 

Leggi anche

I laghi del Trentino da visitare anche in inverno

Biella: 3 escursioni da fare a piedi in Valle Cervo

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità