Le Tofane, le montagne di Cortina d’Ampezzo per escursionisti e scalatori

Tra Socrepes, Pocol e Tofana tutti possono trovare occasioni di divertimento a contatto con la natura: sentieri per famiglie, vie ferrate per alpinisti, trail per biker adrenalinici. Il tutto ammirando le montagne più belle del mondo.

Socrepes, Pocol, Tofana: le montagne di Cortina d'Ampezzo per bikers, escursionisti e scalatori

Le Tofane, le montagne di Cortina d’Ampezzo regine dell’inverno, quando le signore dello sci alpino e di Coppa del Mondo ne solcano i pendii, si trasformano in estate in un paradiso pensato sia per i più piccoli sia per gli amanti del trekking e dell’arrampicata. Qui, tra Socrepes, Pocol e Tofana, l’ospite immancabile è il sole che splende sia la mattina sia il pomeriggio per giocare con i colori della roccia dolomia e le maestose Tofane.
Le seggiovie di Piè Tofana – Duca d’Aosta – Pomedes hanno aperto dal 19 giugno e rimarranno in funzione fino alla metà di settembre; poco più tardi, dal 3 luglio è aperta anche la seggiovia per Socrepes.
Da non perdere: un gruppo poker di rifugi che ha fatto la storia dell’alpinismo è il plus di quest’angolo di Dolomiti e completa l’offerta del comprensorio che conta alcuni fra i più iconici scorci panoramici, immersi nel paradiso delle Tofane.

Pubblicità

Escursioni nelle Tofane: moltissime sono le possibilità per passeggiare fra queste crode, approfondendo tutti i segreti della flora e della fauna del luogo. Ci sono opzioni più facili, adatte a tutta la famiglia, come il sentiero dei Camosci che, in 40 minuti, attraversa il canalone delle Tofane verso Forcella Rossa, oppure i concatenamenti fra rifugi, come il sentiero che congiunge il Duca D’Aosta al Dibona. A collegare, invece, ben tre rifugi – Duca D’Aosta, Dibona e Giussani – è il celebre sentiero attrezzato Astaldi, fra i più belli della zona, pensato per escursionisti esperti, data l’esposizione di alcuni tratti.

Vie Ferrate nelle Tofane: anche le ferrate sono spesso accessibili a tutti in questo scampolo di Monti Pallidi. Dal Rifugio Duca D’Aosta si raggiungono un paio di percorsi attrezzati.
In particolare, quelle di Ra Bujela e Ra Pegna sono vie ferrata adatte anche ai bimbi che si troveranno a tu per tu con la salita di uno dei due massi del celebre Schuss che caratterizza la discesa invernale di Coppa del Mondo. È invece, un grande classico che da oltre 40 anni attira scalatori che vogliono ampliare il proprio curriculum, la ferrata Giuseppe Olivieri che sale a Punta Anna.

Infine il paradiso dei più piccoli escursionisti. Il parco giochi ad ingresso gratuito di Socrepes è un concentrato di meraviglie per bambini e genitori, a caccia di ore liete. Scivoli, altalene, zip e slack line ed ancora, pedane, pista per grandi biglie di legno. Da quest’anno c’è anche la pista Tubby, per un adrenalinico summer tubing che mette d’accordo grandi e piccini. Il parco è un regno fatato che si raggiunge con la seggiovia Socrepes, si può sostare al vicino, omonimo, rifugio per una sosta golosa e poi decidere di scendere a valle a piedi, con un facile sentiero punteggiato di comode panchine per la sosta.

Bike Park Socrepes. Gli amanti delle due ruote, ma anche chi voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo del downhill in bicicletta, trova sempre a Socrepes l’indirizzo più giusto.
Qui sono attrezzati tre percorsi flow e old school di varia difficoltà. Si può far pratica su questi terreni per imparare la postura corretta ed altri trucchi per padroneggiare questa disciplina tutta adrenalina e coraggio. Nelle vicinanze poi si trovano un fornito noleggio di bici Santa Cruz e Focus e le guide mountain bike “Ride in Cortina”, mentre lo Chalet Tofane è l’approdo goloso perfetto, dopo ogni discesa.

Baby Ranch Dolomiti Socrepes
Tutti in sella! Dallo scorso anno il maneggio di Socrepes si avvale della collaborazione dell’istruttrice Elettra Monico. I pony Iside, Iusas, Irene e Spirit attendono i baby cavalieri sotto la supervisione di Robin Hood, “gigante buono” che è la razza più grande del mondo, lo Shire. Al baby ranch si svolgono attività teoriche e pratiche per avvicinarsi al mondo dei pony sia in sella sia nel lavoro da terra. Nelle immediate vicinanze, per una sosta appetitosa, aperto anche il Rifugio Ria de Saco con griglia esterna, servizio bar e giochi gratuiti per
bambini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità