L’Engadina riapre gli impianti: vacanze 2020 in montagna in Svizzera

L’Engadina riapre gli impianti: vacanze 2020 in montagna in Svizzera

L’Engadina riapre gli impianti e dal 15 giugno è possibile ripensare alle vacanze 2020 in montagna in Svizzera, che riapre appunto le frontiere con i Paesi dell’Unione Europea. L’Engadina è uno scenario lacustre e montano davvero unico, a pochi passi dall’Italia, appena oltre il Maloja per chi viene da Chiavenna oppure via Tirano passando per la Val Poschiavo, in cui trovare pace, natura e sport all’aperto sulle montagne di Corvatsch, Corviglia, Diavolezza e Muottas Muragl. Diversi impianti come le funivie della Diavolezza e di St. Moritz Bad – Signal e la funicolare di Muottas Muragl hanno riaperto il 6 giugno, mentre riprendono la loro normale attività la funivia Surlej – Corvatsch a partire dal 20 giugno e quella di Furtschellas insieme alle tratte di Corviglia St. Moritz Dorf – Corviglia -Piz Nair e Celerina – Marguns a partire dal 27 giugno.

Pubblicità

In Engadina per un Grand Tour dell’outdoor

Nell’estate 2020 del Coronavirus la priorità delle persone è diventata con sempre più forza quella di trascorrere tempo nella natura facendo sport. L’Engadina apre un mondo di opportunità agli amanti dell’outdoor. Sopra St. Moritz nel comprensorio di Corviglia i mtbikers hanno a disposizione spettacolari flow e single trails ma anche tracciati panoramici a lunga percorrenza (qui la nostra esperienza dell’anno scorso) e immemorabili Piz Nair Sunrises nelle date 26 luglio, 30 agosto e 27 settembre 2020. Gli escursionisti invece hanno a disposizione un’ampia scelta di sentieri alpini, mentre i runner possono allenarsi nel circuito in quota al Lej Alv o cimentarsi nel percorso dell’avvincente sfida Vertical Summer Run che parte da St. Moritz (1822 m) e raggiunge la cima del Piz Nair (3057 m) per un dislivello di oltre 1200 metri.

La Diavolezza è un ottimo punto di partenza per gli escursionisti che vogliono scalare il Piz Palü, percorrere il “Diavolezza-Express”sulla parete ovest del Piz Cambrena o la “Senda dal Diavel”, che sale sulla ripida cresta orientale fino al Munt Pers. Da luglio a settembre si può anche vivere l’emozione di camminare sul ghiacciaio per 12 km su circa cinque miliardi di tonnellate di ghiaccio: un’esperienza unica, della durata totale di 5 ore di cammino, che permette di scoprire l’affascinante mondo dei ghiacciai e di imparare tutto su crepacci, massi erratici e sulla formazione delle morene. Escursioni in montagna alla portata di tutti e adatte anche a bambini se ne trovano tante: come il Sentiero delle Acque e la Via Gastronomica al Corvatsch/Furtschellas, il sentiero panoramico sul Muottas Muragl oppure il sentiero dei fiori di Heidi a Corviglia.

Situazione attuale in Engadin St. Moritz: poche ma buone regole da osservare per il bene di tutti

Le società degli impianti Corvatsch AG, Diavolezza e Lagalb AG e Engadin St. Moritz Mountains AG in quanto società di servizi per il tempo libero devono garantire la protezione dei propri clienti, attuare le disposizioni di sicurezza e la sanificazione quotidiana degli ambienti. Pertanto, sugli impianti è richiesto di mantenere il distanziamento fisico di almeno due metri, indossare una mascherina se non è possibile mantenere la distanza e rispettare le norme igieniche personali. Oltre agli impianti di risalita in montagna, hanno riaperto dal 6 giugno in Engadina anche i campeggi, percorsi a funi e tutte le attività ricreative e di intrattenimento come casinò, parchi divertimento, aree gioco, zoo e giardini botanici, così come piscine e spa, ristoranti e alberghi. In tutte queste strutture turistiche si continuano ad osservare le raccomandazioni di sicurezza.

Per quanto riguarda i ristoranti, compresi quelli di montagna, sarà possibile recarsi anche in gruppi di più di quattro persone, il servizio resta esclusivamente al tavolo ma saranno nuovamente consentite attività come il biliardo e i concerti di musica dal vivo. Per tenere traccia dei contatti, i ristoratori sono tenuti a chiedere i dati personali di almeno un ospite per tavolo. L’orario di chiusura è per tutti a mezzanotte, incluse discoteche e locali notturni, che dovranno inoltre compilare un elenco di presenze e non ammettere più di 300 persone a notte. Anche gli eventi pubblici e privati sono di nuovo consentiti ma per un massimo di 300 persone. Per quanto riguarda la sicurezza negli alberghi, tutte le strutture seguono i protocolli di sanificazione quotidiana degli ambienti: pertanto gli alberghi il Romantik Hotel Muottas Muragl e Bergahus Diavolezza e il Bike Hotel All in One Hotel Inn Lodge di Celerina, di proprietà delle due società funiviarie, sono regolarmente aperti e accettano prenotazioni per la stagione estiva fin da ora.

 

Escursioni con Sportoutdoor24 e Skouty

Sei pronto per vivere un’autentica esperienza outdoor con un Professionista? Vai sul sito nostro partner di Skouty e con il codice SPORTOUTDOOR24 ottieni subito il 5% di sconto sull’attività che preferisci!

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità