Valle del Chiese in autunno: bramito del cervo, foliage e polenta

Valle del Chiese in autunno

La valle del Chiese in autunno vive della magia del bramito dei cervi, dei colori del foliage, dei tesori storici di quest’angolo naturale posto tra il lago d’Idro e le Dolomiti di Brenta, della vita da pannocchie con la farina gialla di Storo e poi della gastronomia con il Formai da Mont, le gustose polente e il Clisium, il nuovo vino bianco del Trentino. Nei fine settimana di settembre, ottobre e novembre otto appuntamenti di atmosfere, esperienze, colori e sapori in attesa dei Mercatini di Natale a Cimego ospitati a Quartinago, nel paese delle streghe. E tutte le esperienze sono offerte gratuitamente con inscrizione obbligatoria. Info: info@visitchiese.it | www.visitchiese.it

Pubblicità

La proposta della Valle del Chiese in autunno punta a far scoprire questo territorio dall’ambiente rigoglioso, caratterizzato in quota da decine di malghe dove si produce un formaggio genuino, di grande qualità: il formai da Mont ovvero il fratello gemello della Spressa delle Giudicarie Dop. È possibile assaggiarlo nei ristoranti della valle assieme alle gustose polente. Entrambi sono preziosi ambasciatori gastronomici del Trentino occidentale e protagonisti di due eventi dedicati: il primo festival del Formai da Mont appena concluso a Sella Giudicarie con latte in Festa e quello tradizionale dedicato all’oro rosso di Storo ovvero la speciale farina gialla-arancione che da un gusto unico alla pietanza alpina per eccellenza. Proprio le sette polente patrimonio del Chiese saranno al centro dell’evento gastronomico che si terrà a ottobre nei ristoranti della Valle del Chiese.

Sono invece otto gli appuntamenti alla scoperta del Chiese: il 26 settembre e il 3 ottobre con Canto d’Amore dei cervi, il 10 ottobre e 17 ottobre con Foliage, il 24 e 31 ottobre con La Bastia e quindi il 7 e 14 novembre con Vita da pannocchia. Le proposte d’autunno della Valle del Chiese si chiuderanno qualche giorno prima dell’apertura dei Mercatini di Natale di Cimego. E poi a Natale torneranno le proposte dello sci per famiglie in collaborazione con Bolbeno. Lo sci per i neofiti al giusto prezzo per le famiglie.

CANTO D’AMORE, il bramito dei cervi

È d’autunno, quando le giornate si accorciano e l’aria si fa pungente, che alla sera i cervi intonano, come un’orchestra naturale, il proprio canto d’amore e, un solista dopo l’altro, cerca di dare il meglio di sé per conquistare le femmine. E, se il bramito non bastasse, passano allo scontro fisico, corna contro corna, palco contro palco. Per ascoltare dal vivo il bramito del cervo, nel bosco, di notte, questa curiosa uscita, accompagnati da un esperto faunista.  È necessario indossare Scarpe da trekking e abbigliamento adeguato ad escursioni autunnali e serali in montagna.

FOLIAGE, a caccia dello scatto perfetto

Giallo, arancione, rosso e oro. È proprio in autunno che la natura si trasforma, passando dalle tonalità del verde vivido ed intenso alle sfumature più calde e infuocate, come quelle delle foglie che scivolano al suolo. Questo fenomeno si chiama foliage e in Valle del Chiese puoi ammirarlo in tutti i suoi colori. Indossa degli scarponcini da trekking e porta con te la macchina fotografica. Accompagnato da un esperto fotografo, cattura tutte le tonalità che la natura ci regala in autunno. Sono necessarie scarpe da trekking e abbigliamento adeguato ad escursioni autunnali e macchina fotografica al collo. Due le località proposte, con differenti caratteristiche: il Lago di Roncone e la Valdaone

LA BASTIA, esperienza immersiva tra leggende e miti

Si tratta di un’attività divertente e appassionante pensata per le famiglie (è inserita nel progetto Family in Trentino) che vogliono scoprire luoghi di interesse e naturalistico attraverso accompagnatori d’eccezione per avvicinarsi alla scoperta di importanti tesori come quelli custoditi nella chiesa di S. Floriano a Storo. Consigliate scarpe da trekking e abbigliamento adeguato ad escursioni autunnali a bassa quota.

VITA DA PANNOCCHIA

Polenta magica pietanza alpina. Ma hai mai provato a raccogliere le pannocchie di granoturco. Con questa esperienza ti porteremo alla scoperta dell’Oro rosso di Storo ovvero il granoturco “nostrano” che regala sapori unici alla fumante polenta. Ecco perché la ricerca di prodotti locali, genuini e freschi sono parte del viaggio e dell’esperienza puoi vivere in Valle del Chiese, puoi vivere. Se hai deciso di mangiare una porzione di fumante polenta carbonera hai già idea di quale sarà il piatto forte di questo posto! La farina gialla  di Storo dà vita a cinque varianti diverse di polenta. Ma potrai assistere alla macinatura nel mulino a pietra, dove si trasformano, una volta sgranellate, in sfolgoranti granelli. Perditi nel borgo storico di Storo per scoprire gli angoli più nascosti dove i ballatoi sono vestiti a festa con quel giallo rosso bordeaux tipico delle pannocchie di granoturco da cui deriva questo prezioso alimento! Richieste scarpe comode e abbigliamento adeguato ad uscite autunnale. Nessun dislivello significativo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità