Perché fare le vacanze in barca a vela nell’estate 2020 del Coronavirus

Perché fare le vacanze in barca a vela nell'estate 2020 del Coronavirus

Fare le vacanze in barca a vela nell’estate 2020 potrebbe essere davvero la soluzione per godere del mare e del sole e rispettare a pieno le norme di distanziamento sociale e di contenimento del contagio. Non per tutti, purtroppo, perché le direttive del Governo per quanto riguarda il trasporto nautico e la balneazione sono molto stringenti, ma per esempio per le famiglie potrebbe essere davvero l’estate della prima crociera in barca nel Mediterraneo.

Pubblicità

Vacanze in barca a vela nell’estate 2020 del Coronavirus: le norme del Ministero dei Trasporti

Se si vogliono organizzare le vacanze in barca a vela in questa estate 2020 del Coronavirus come prima cosa bisogna conoscere le norme del Ministero dei Trasporti relativamente a distanziamento sociale e contenimento del contagio nel settore del trasporto nautico e della balneazione che riguarda quindi anche i charter a noleggio. Sostanzialmente in barca a vela bisogna rispettare;

  • le stesse norme di distanziamento sociale – il famoso metro di distanza
  • di protezione individuale – la ormai famosa mascherina
  • di igiene personale – lavarsi le mani con Amuchina o soluzione equivalente a base di alcol
  • di sanificazione degli ambienti e delle superfici

Inoltre nel momento in cui si sale a bordo deve essere misurata la temperatura corporea tanto dei membri dell’equipaggio quanto degli ospiti, le imbarcazioni vanno sanificate con ionizzatore prima e dopo ogni imbarco, durante le operazioni in rada nessun estraneo rispetto a equipaggio e ospiti può salire a bordo e durante le operazioni in porto è obbligatorio indossare la mascherina.

Perché l’estate 2020 è ideale per le vacanze in barca a vela

Date le norme del MIT è evidente come per i single o le coppie le crociere in barca a vela durante queste vacanze saranno diverse da come erano normalmente organizzate e potrebbero risultare ben più difficili, complicate e costose. Come single infatti c’è la necessità di avere una cabina tutta per sé e ovviamente mantenere il distanziamento da ogni altro ospite, oltre al fatto di dover usare solo la propria attrezzatura, per esempio da snorkeling, e sanificare ogni oggetto con cui si viene in contatto (tipicamente le stoviglie per i pasti). Non che i charter non accettino i single, ma è evidente che i costi potrebbero aumentare rispetto al solito, e comunque ci sono organizzazioni che, al contrario del solito, non accettano per esempio coppie di sconosciuti.
Diverso invece il discorso per le famiglie, anche con bambini, per le coppie di amici o parenti, o per i nuclei famigliari allargati ai congiunti, per esempio con i nonni, o con fratelli / sorelle e nipoti.
Una famiglia con figli che prenota in modo esclusivo una barca a vela si trova nella condizione ideale per passare una vacanza in mare con la garanzia del distanziamento sociale, senza i vincoli che ci sono nelle spiagge pubbliche o private (che sono stringenti e abbiamo spiegato qui), e con la possibilità di godere appieno degli spazi sull’imbarcazione. Lo stesso discorso vale anche, pur con qualche limitazione, per 2 famiglie di amici o di parenti, oppure per una famiglia allargata appunto a nonni o zii/e o cugini/e: in questo caso permangono le norme generali ma trattandosi di parenti o amici consolidati è sicuramente più semplice andare d’accordo e organizzarsi anche a bordo.

I vantaggi di una vacanza in barca a vela in questa estate 2020

Insomma, se non per i single o le coppie non organizzate con amici e parenti, per le famiglie più o meno allargate sono evidenti i vantaggi di una vacanza in barca a vela in questa estate 2020. Uno spazio esclusivo, sostanzialmente COVID-Free, la possibilità di fare il bagno, prendere il sole e godere del mare senza le limitazioni di accesso delle spiagge pubbliche e private, la libertà di andare anche alla ricerca di spiagge, baie e calette poco frequentate, il fatto che in mare il Coronavirus non si trasmette (come appurato da questa ricerca scientifica) e a grandi esposizioni di raggi UV il rischio di trasmissione del virus è praticamente azzerato anche nelle situazioni promiscue (come in porto, per esempio).

Se stai pensando alla tua prima vacanza in barca a vela potrebbero interessarti anche questi nostri altri articoli:

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità