Come riconoscere i diversi tipi di valvole per le camere d’aria della bicicletta

Valvola Presta Camera Aria Bicicletta

Capitano spesso di trovarsi con le gomme della bicicletta a terra e di volerle gonfiare con una pompa che però non è adatta alla valvola montata sulla camera d’aria: esistono infatti diversi tipi di valvole per le camere d’aria della bicicletta, ciascuna con un proprio diametro e meccanismo specifici e ciascun più o meno indicata in base al tipo di bicicletta, dalle mountain bike alle bici da corsa e fino alle bici da passeggio o da bambino.

Valvole Schrader, valvole Presta, valvole Regina

La valvola di una camera d’aria è quel pezzettino di metallo che sporge dal corpo della camera d’aria, e di conseguenza dal cerchio della bici, e che permette di mettere in pressione le gomme della bici. Esistono anche valvole per i cosiddetti copertoni tubeless, ovvero senza camera d’aria. Fondamentalmente le 3 famiglie di valvole più diffuse sono la Schrader, detta anche valvola americana, la Presta, detta anche valvola francese, e la valvola Regina, detta Italiana. Vediamo su quali bici sono usate e com gonfiarle.

> Leggi anche: Quanto gonfiare le gomme della bici

Valvola Schrader o Americana

La valvola Schrader è un tipo di valvola robusta e resistente, inventata negli Stati Uniti per i veicoli a motore e, tra le biciclette, principalmente per le MTB. Le valvole Schrader sono normalmente in ottone, con un tubo in metallo filettato all’esterno e un otturatore all’interno che deve essere premuto per permettere il passaggio dell’aria sia in uscita che in ingresso. Normalmente una valvola Schrader è chiusa da un tappo a cappuccio in plastica. Le valvole Schrader hanno un diametro di 8mm, maggiore rispetto alle valvole Presta che sono da 6mm: normalmente le pistole ad aria e i compressori hanno un attacco compatibile con le valvole Schrader ma non con le Presta.

> Leggi anche: 4 cose da fare sempre dopo aver usato la bici

Valvola Schrader Camera Aria Bicicletta

Valvola Schrader, caratteristica delle MTB

Valvola Presta o Francese

Le valvole Presta, dette anche Sclaverand o Francese (foto in alto) sono le valvole che si trovano su tutte le ruote delle bici da corsa, sia con camera d’aria che tubeless: il motivo è dato dal diametro ridotto, di 6mm, che si adatta al profilo sottile dei cerchi delle bici da corsa. Le valvole Presta hanno uno stelo esterno di altezza variabile, al cui interno si trova la valvola, e un dado zigrinato che blocca la valvola al cerchio. Le valvole presta non hanno necessariamente un tappo sulla valvola e hanno il vantaggio di gonfiarsi più facilmente delle Schrader: all’interno della valvola infatti non c’è la molla, e questo permette di gonfiarle con minor sforzo anche con una pompa manuale. nel caso in cui si volesse suare una pistola ad aria o un compressore è necessario munirsi di un adattatore filettante, che adegua il diametro dello stelo a quello della pistola. Lo svantaggio delle valvole Presta è che, non avendo la molla all’interno, tendenzialmente hanno meno capacità di trattenere l’aria all’interno, e si sgonfiano più facilmente.

> Leggi anche: Cosa controllare prima di comprare una bicicletta usata

Valvola Regina o Italiana

È probabilmente la valvola per camere d’aria da bicicletta più diffusa, in quanto si trova praticamente su tutte le bici da passeggio, da bambino e in generale non tecniche. Lo stelo esterno e il meccanismo interno sono del tutto simili a quelli delle valvole Presta, tuttavia è dotata di un tappino da rimuovere per le operazioni di gonfiaggio e il perno centrale rimane all’interno dello stelo, senza sporgere. Anche la valvola Regina è dotata di un dado da serrare per tenere lo stelo saldo al cerchione della ruota.

> Leggi anche: Come regolare la sella della bici alla giusta altezza

Le pompe per gonfiare la bicicletta compatibili con tutte le valvole

Nonostante diametri e caratteristiche diverse degli steli delle valvole per camere d’aria per bicicletta, in commercio esistono pompe per gonfiare le ruote delle bici compatibili almeno con valvole Schrader, Presta e Regina: ce ne sono di manuali, anche mini, e a pedale, ad alta pressione con piantana, con prezzi che vanno da 10 euro a salire.

> Leggi anche: Bici in carbonio: vantaggi e differenze rispetto all’alluminio

Credits photo: FlickrCC Michael Neubert e Umberto Brayj

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *